Grissini torinesi

Grissini
Da quando il licoli ha fatto irruzione nella nostra cucina non c’è più niente che mi tenga lontana dai lievitati. E siccome la tentazione fa l’uomo ladro mi sono messa in testa di provare a rifare i classici grissini torinesi.
Adoro questi bastoncini croccanti. Sono ottimi sia per accompagnare gli affettati che immersi nella Nutella. Scagli la prima pietra chi non li ha mai provati ad immergere in quel barattolone tentatore…
Non potete neppure immaginare quante sere mi ritrovo gambe incrociate sul letto a guardare la televisione con il vasetto di Nutella in una mano e un grissino nell’altra. Ovviamente accanto a me c’è un barattolo pieno dei grissini fatti in casa… e a quel punto chi riesce più a fermarsi fino a quando l’ultimo pezzetto non è stato sgranocchiato?
Vista questa mia abitudine di smangiucchiare poco prima di addormentarmi non potevo certo non partecipare al contest di Valentina e Vanessa, che ha come oggetto lo spuntino di mezzanotte. Magari il mio spuntino non sarà proprio di mezzanotte, ma delle 23:00 sicuramente…

Grissini


Tempo: 3h
Persone: 8 Difficoltà: diffic


Ingredienti

  • 500 gr Farina 00
  • 175 gr Acqua tiepida (250 gr se usate il lievito di birra)
  • 20 gr Burro fuso
  • 350 gr Licoli rinfrescato tre volte (in alternativa 5 gr di Lievito di birra)
  • 2 cucchiai Olio evo
  • Sale
  • 2 cucchiai Farina di semola

Grissini


Preparazione grissini torinesi

1. Rinfrescare il licoli tre volte secondo questo schema in modo da arrivare a un peso finale di 350 grammi.

2. Mettere il licoli e la farina nella ciotola dell’impastatrice, azionarla a velocità bassa e cominciare ad aggiungere l’acqua leggermente intiepidita.

3. Aggiungere il burro fuso e l’olio aumentando la velocità dell’impastatrice (velocità media). Dopo un paio di minuti unire anche il sale (un paio di pizzichi). Lasciar lavorare la macchina per 6/7 minuti.

4. Trasferire l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e continuare a lavorare a mano per altri 5 minuti battendolo di tanto in tanto in modo da aumentarne l’elasticità.

5. Con la pasta formare un rettangolo dello spessore di circa 2 cm. Il lato corto del rettangolo dovrà essere indicativamente di 10 cm. Spennellare la superficie e i bordi con dell’olio e ricoprire con farina di semola. Lasciar lievitare l’impasto sulla spianatoia leggermente spolverata di farina di semola per 2 ore coperta da un canovaccio.

Grissini

6. Dal lato corto del rettangolo tagliare dei bastoncini della larghezza di 1 cm. Partendo dal centro tirarli con le dita verso l’esterno facendoli roteare (in questo modo si assottiglieranno assumendo la tipica forma e dimensione dei grissini torinesi). Se dovessero risultare troppo lunghi tagliarli alla lunghezza desiderata, ma non reimpastare gli avanzi.

7. Disporli nelle teglie rivestite di carta forno e far cuocere a 200°C per 15 minuti.

Grissini

Con questa ricetta partecipiamo al contest Lo spuntino di mezzanotte organizzato dai blog La cucina facile di Vale e Pasticciando tra i fornelli

Contest Lo spuntino di mezzanotte

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...