Schiacciata con l’uva

Schiacciata-uva-toscano

 Schiacciata con l’uva

La schiacciata con l’uva è un tipico dolce toscano che si prepara con l’impasto del pane, particolarmente adatto perché non salato. E’ tipico del periodo della vendemmia e ha chiare origini contadine, come la maggior parte delle ricette popolari. 

L’uva generalmente usata è il canaiolo, molto diffusa in Toscana e spesso usata nella preparazione del Chianti. Mia nonna prepara una versione della schiacciata con l’uva completamente diversa, fatta con il lievito per dolci (che chiama panello).

Schiacciata con l'uva
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
Autore:
Tipo: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 8
Ingredienti
  • 500 g di farina 0
  • 150 g di zucchero
  • 250 ml di acqua
  • 10 g di lievito di birra
  • 1 kg di uva nera
  • 3 cucchiai di anice
  • olio evoSchiacciata-uva-cotto
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparate la pasta. Sciogliete il lievito di birra in poca acqua tiepida assieme a un cucchiaino di zucchero. Mescolate e lasciate attivare per 10 minuti.
  2. Unite la farina e 100 g di zucchero, disponete a fontana e unite il lievito disciolto. Lavorate a lungo aggiungendo l'acqua rimanente. Aggiungete un cucchiaio di semi di anice e lavorate ancora. L'impasto dovrà essere morbido ma non appiccicoso. Formate una palla e lasciate lievitare per 2h in un luogo tiepido (solitamente metto in forno con la luce accesa).
  3. Schiacciata-uva-impasto
  4. Prendete ⅔ di pasta lievitata, stendete con le mani fino a coprire il fondo di una leccarda (mettete sotto un foglio di carta da forno). Disponete metà acini precedentemente lavati e asciugati, cospargete con metà zucchero rimasto, un cucchiaio di anici e un filo d'olio. Pressate leggermente l'uva in modo che affondi nella pasta.
  5. Schiacciata-uva-impasto-preparazione
  6. Stendete la pasta rimanente, adagiate sulla leccarda, cospargete con l'uva, lo zucchero e l'anice rimasto.
  7. Schiacciata-uva-teglia
  8. Pressate leggermente l'uva e passate in forno a 180° per 55 min.

 

Peperoncini ripieni

peperoncini-ripieni

Peperoncini ripieni

Non riesco a spiegarmi come potesse mancare la ricetta dei peperoncini ripieni nel blog… strano, no? Quindi oggi pongo rimedio pubblicando la ricetta per me classica: peperoncini ripieni con tonno e acciuga. Nell’arco degli anni ho provato numerose varianti, aggiungendo qualche oliva nera, oppure usando una farcitura di ricotta e acciughe. Sono tutte varianti piacevoli e gustose, ma i miei preferiti rimangono i peperoncini ripieni con tonno e alici :-)

Vorrei solamente spendere due parole sulle conserve fatte in casa. Ponete molta attenzione all’igiene e alla qualità delle materie prime. Bollite per 20 minuti barattoli e attrezzi prima di usarli, utilizzate verdura sana e fresca e non consumate il prodotto se il tappo è rigonfiato, se si sono formate muffe oppure se avvertite cattivo odore. Sono tutti segnali che ci avvisano del cattivo stato di conservazione. Leggete qui per maggiori info. Quest’anno l’Istituto Superiore di Sanità è intervenuto sull’argomento e ha dettato le linee guida per preparare conserve senza rischi: qui trovate il file pdf.

5.0 from 5 reviews
Peperoncini ripieni
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
Ricetta classica per preparare i peperoncini ripieni di tonno, alici e capperi. I peperoncini ripieni così preparati si possono conservare sott'olio.
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 20 peperoncini cherry bomb (o simili)
  • 300 g di tonno sott'olio (peso sgocciolato)
  • 60 g di capperi sott'aceto
  • 6 filetti d'acciuga
  • 1 lt d'acqua
  • ½ lt d'aceto bianco
  • 50 g di sale
  • olio evopeperoncini-ripieni
Istruzioni
  1. Lavate i peperoncini e asciugateli accuratamente. Con un coltello affilato incidete la zona del calice e togliete il cappuccio. Svuotate i peperoncini eliminando tutti i semi e mettete da parte.peperoncini-cherry-bomb
  2. Portate a ebollizione l'acqua, l'aceto e il sale. Scottate i peperoncini per tre minuti, scolate e mettete ad asciugare capovolti sopra uno straccio in modo che l'acqua all'interno esca.
  3. Preparate il ripieno: unite il tonno, un filo d'olio extravergine e i filetti d'acciuga. Amalgamate servendovi di un mixer a immersione.
  4. Quando i peperoncini si saranno raffreddati, riempiteli con l'impasto al tonno servendovi di una sac à poche con una bocchetta larga.peperoncini-ripieni-passo-passo
  5. Sistemate i peperoncini ripieni in un barattolo di vetro capiente che avrete precedentemente sterilizzato (bollite per 20 minuti) e coprite completamente con olio extravergine di oliva.peperoncini-ripieni-olio

 

Filetto marinato

 filetto-agli-aromi-02

 Filetto marinato

Ultimamente vado matto per la marinatura. Mi sono lasciato tentare incuriosito da alcune ricette che ho visto sull’ultimo numero de La Cucina Italiana. Ho provato la marinatura su pollo, tacchino e adesso manzo. Devo dire che è stata una scoperta “fulminante” tanto che ho pure acquistato l’accessorio per la marinatura da usare con la macchina per il sottovuoto… beh, quando prende male, prende male :-)

Il filetto marinato che ho preparato era spesso circa 3 cm, quindi per una buona marinatura occorrono diverse ore di attesa (fortuna che con l’aggeggio acquistato i tempi si riducono notevolmente perché il sottovuoto apre i pori e facilita la marinatura). 

Se volete fare un sacrilegio e accompagnare il filetto marinato con patatine fritte rustiche (quelle a rete o rigate), provate a seguire la ricetta qui. Usate patate di qualità, possibilmente evitando quelle al selenio, tagliatele sottili, lavatele in acqua fredda fin quando l’acqua risulterà chiara, asciugate e friggetene poche alla volta!

Filetto marinato
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
La lunga marinatura donerà al filetto di manzo un aroma fresco e gradevole. Aggiungete gli aromi che più gradite: origano, prezzemolo, aglio, maggiorana, timo, rosmarino, salvia... a voi la scelta su come aromatizzare il filetto marinato.
Autore:
Tipo: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 4 filetti di vitello da 200 g l'uno
  • rosmarino
  • timo
  • maggiorana
  • salvia
  • prezzemolo
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparate la marinatura. Lavate tutti gli aromi, asciugate e sminuzzate.
  2. Adagiate i filetti in un contenitore dotato di coperchio e cospargete con il battuto. Aggiungete un pizzico di pepe e bagnate con la soia. Irrorate con l'olio di oliva, chiudete con il coperchio e ponete in frigo per 4 ore. Girate i filetti due o tre volte per permettere alla carne di insaporirsi.fitello-agli-aromi-marinatura
  3. Trascorso il tempo, togliete dal frigo e aspettate che la carne torni a temperatura ambiente.
  4. Scaldate una griglia di ghisa (o meglio un barbecue), scolate l'olio in eccesso dai filetti e cuocete al massimo per 5 minuti per lato (dipende dallo spessore e da quanto gradite la carne rossa).
  5. Aggiustate di sale e servite il filetto marinato insaporendo con un filo d'olio (in genere si sconsiglia l'uso della marinatura avanzata). Accompagnate con qualche foglia d'insalata e un pomodoro oppure (sacrilegio!) patate fritte :-)
  6. patate-fritte

 

Cocktail di gamberetti e avocado

Cocktail di gamberetti e avocado

Cocktail di gamberetti e avocado

Ho preparato questo cocktail di gamberetti e avocado un po’ di tempo fa in occasione di una cena fra amici. E’ un antipasto semplice e fresco, quindi particolarmente adatto al periodo estivo.
L’avocado è un frutto (una bacca per la precisione) dal gusto delicato e burroso. Ha un sacco di proprietà benefiche, è ricco di grassi monoinsaturi e di fibre. E’ proprio ideale da aggiungere a tanti piatti, infatti è molto apprezzato in cucina.

5.0 from 3 reviews
Cocktail di gamberetti e avocado
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
Il cocktail di gamberetti è uno degli antipasti di pesce più famosi. Questa versione estiva prevede l'aggiunta dello yogurt e dell'avocado.
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Internazionale
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 600 g di gamberetti da sgusciare
  • 200 g di mayonnaise
  • 100 g di yogurt greco
  • 3 cucchiai di brandy
  • 1 avocado
  • insalata
  • sale
  • pepe
  • Avocado
Istruzioni
  1. In un pentolino portate a ebollizione abbondante acqua salata. Mettete i gamberetti e scottate per 1 minuto. Freddate sotto l'acqua e sgusciate i gamberi eliminando il "filo" nero.
  2. Preparate la salsa unendo la mayonnaise, lo yogurt, il brandy, un pizzico di sale e una spolverata di pepe.
  3. Sbucciate l'avocado, prendete metà polpa e tagliate e piccoli cubetti che mescolerete alla salsa.
  4. Unite poi metà gamberetti alla salsa.
  5. Preparate 4 coppette. Adagiate una foglia d'insalata, ponete ¼ di salsa e ¼ di gamberetti in ciascuna. Decorate con fettine di avocado ricavate dal frutto restante.Cocktail di gamberetti e avocado

 

Fiori di zucca ripieni

Fiori-di-zucca-ripieni-02

Fiori di zucca ripieni

I fiori di zucca ripieni con la ricotta sono un antipasto estivo molto facile e veloce da preparare. I fiori di zucca richiedono una breve cottura e sono un’alternativa ai classici fiori di zucca fritti (sob! questa ricetta è giusto di tre anni fa…), buoni ma poco adatti al periodo estivo (per lo meno io detesto friggere quando fa caldo). 

Data l’abbondanza di fiori di zucca che l’orto di casa produce, dobbiamo trovare il modo di consumarli, quindi in mano le padelle, abbondate di peperoncino e accompagnate con un vino bianco asciutto (Est! Est!! Est!!! di Montefiascone).

Vi auguriamo un sereno Ferragosto!

 

5.0 from 1 reviews
Fiori di zucca ripieni
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
I fiori di zucca ripieni di ricotta sono un piatto veloce da preparare, delicato e profumato.
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 8 fiori di zucca
  • 300 g di ricotta di mucca
  • 4 pomodori maturi
  • 8 filetti di acciuga
  • cipolla
  • sedano
  • basilico fresco
  • olio evo
  • sale
  • peperoncino
  • timoFiori-di-zucca-ripieni
Istruzioni
  1. Preparate un soffritto con poca cipolla, una costa di sedano e qualche foglia di basilico.
  2. Nel frattempo scottate i pomodori per 30 secondi in acqua bollente, raffreddateli e togliete la buccia. Tagliate a pezzetti e unite al soffritto. Aggiustate di sale e peperoncino e lasciate cuocere per 10 minuti.
  3. Lavate delicatamente i fiori di zucca, togliete il pistillo e mettete all'interno un filetto d'acciuga.
  4. Salate la ricotta e insaporite con il timo. Servendovi di una sac à poche riempite i fiori.
  5. Passate in padella, coprite e cuocete per 5 minuti.
  6. Servite i fiori di zucca ripieni accompagnando con un ciuffetto di ricotta e qualche foglia di basilico.
  7. Fiori-di-zucca-ripieni-01

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...