Cucina regionale/ Dolci/ Natalizie/ Toscana

Panforte di Siena

Panforte di Siena Natale è ormai alle porte ed è il momento di preparare uno dei dolci della tradizione toscana: il panforte. Posso garantirvi che prepararlo il casa è molto facile e il risultato non ha niente a che vedere con il panforte industriale, sempre avaro di mandorle e nocciole. Il profumo della cannella poi è irresistibile. Prepariamo il panforte con questa ricetta da tanti anni, l’unica accortezza è quella di non cuocere troppo il dolce. Anche se nel momento in cui lo sfornate può sembrarvi ancora troppo morbido, non preoccupatevi, aspettate che si raffreddi e raggiungerà la giusta consistenza.

Panforte di Siena

Ingredienti

700 gr di canditi misti (350 cedro, 200 arancia, 150 melone)

200 gr mandorle dolci

350 gr nocciole

220 gr miele

160 gr zucchero

45 gr farina bianca

40 gr di spezie miste in polvere (cannella 20, chiodi di garofano 10, noce moscata 6, coriandolo 4)

1 bustina di vanillina

ostie

zucchero al velo q.b.

Panforte di Siena

Preparazione ricetta panforte di Siena

1. Fate tostare leggermente le mandorle e le nocciole in forno a 160°. Se non fossero spellate leggete qui e qui.

2. In una casseruola abbastanza grande da contenere tutti gli ingredienti unite lo zucchero semolato e il miele e fate cuocere a fuoco moderato mescolando in continuazione. Non portate a ebollizione. Il composto sarà pronto quando mettendone un cucchiaino sotto l’acqua questo addenserà leggermente.

3. Togliete la casseruola dal fuoco ed unite lentamente (sempre mescolando) le mandorle, le nocciole, la frutta candita precedentemente fatta a cubetti, la farina, la vaniglina e 30 gr di spezie. Amalgamate bene e se necessario rimettete sul fuoco per un paio di minuti, sempre mescolando.

4. Foderate il fondo e i bordi una teglia da forno con la cerniere (altrimenti non riuscirete a togliere il panforte) con le ostie (tagliate una striscia per il bordo) e versate il composto.

5. Livellate bene aiutandovi con un batti carne (l’altezza è a vostro piacimento, a me piace alto, diciamo 4 cm)  e infornate a 120° per mezz’ora circa. Il dolce non deve assolutamente colorire. Sfornate e lasciate raffreddare, poi rovesciate su di un piatto da portata e cospargete prima con le spezie rimaste e poi con lo zucchero al velo.

Panforte di Siena

Con questa ricetta partecipiamo al contest E tu a Natale che dolce fai? di Panna cioccolato e fantasia.

contest

You Might Also Like

27 Comments

  • Reply
    Elena
    12/14/2011 at 08:31

    l’ho assaggiato ed è molto gustoso… complimenti, ti è venuto fuori benissimo

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:30

      Grazie, anche in casa hanno gradito …

  • Reply
    Elisa
    12/14/2011 at 11:25

    Che delizia, complimentissimi!!!

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:31

      Oramai è diventata una tradizione questo panforte… se non c’è arrivano le lamentele 🙂

  • Reply
    Federica
    12/14/2011 at 11:48

    Confermo che il panforte fatto in casa è tutta un’altra cosa! Da me prima non lo voleva nessuno, liquidato con “non mi piace”, adesso va a ruba!!! Un bacio, buona giornata

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:35

      E’ una storia che conosco bene… è andata così anche per i cavallucci…

  • Reply
    scamorza bianca
    12/14/2011 at 14:07

    Cavoli, ho sempre mangiato quello industriale, al massimo di pasticceria. Vista la tua ricetta provo di sicuro a preparlo a casa!

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:36

      Grazie per la visita… in alcune pasticcerie si trovano buoni prodotti, ma se riesci a procurati dei buoni canditi freschi ti consiglio di provarci !

      Buona serata

  • Reply
    Sara
    12/14/2011 at 14:52

    Fatto in casa è un’altra cosa… che farei per averne un pezzettino, è il dolce natalizio che più mi piace, il tuo è perfetto!! Baci

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:38

      Anche io lo adoro… assieme al panettone…

  • Reply
    Renata
    12/14/2011 at 15:04

    Sei stata bravissima!!!
    Complimenti veramente

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:40

      Ormai sono un esperto di panforte 🙂

  • Reply
    stefania
    12/14/2011 at 20:35

    è dall’inizio di dicembre che me lo sto sognando, non vedo l’ora di mangiarlo il giorno di Natale!! che bello il tuo, prenderò di sicuro la ricetta per rifarlo

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:41

      Ah ah ah … sembri mio babbo che appena raffresca un po’ comincia a chiedere il panforte 🙂

  • Reply
    La cucina di Molly
    12/14/2011 at 20:57

    Che buono!non l’ho mai assaggiato! Mi segno la ricetta,devo provarlo!Ciao

    • Reply
      Tommy
      12/14/2011 at 22:43

      Si prepara in poco tempo ed è buono. La prossima volta che lo rifarò (cioè il prossimo fine settimana) proverò a tagliare i canditi in pezzetti più piccoli, così rimarrà più compatto.

      Ciao e buona serata.

  • Reply
    Giovanna
    12/16/2011 at 15:30

    Wow e doppio wow! Cosa c’è di più natalizio e goloso del panforte? Mi hai fatto venire voglia di prepararlo.
    Un bacione e buon fine settimana

    • Reply
      Ilaria
      12/17/2011 at 17:42

      Da noi è finito subito… ce ne vorrebbero vagoni per soddisfare tutte le richieste…
      Buon fine settimana anche a te!

  • Reply
    Mafi
    11/21/2012 at 08:35

    Ciao! Vorrei fare questo panforte, mi ispira tanto. Nella lista dei vostri ingredienti si parla di 40g di spezie miste; io ho le bustine di “Saporita”, che sono appunto spezie miste (coriandolo, cannella, semi carvi, chiodi di garofano, noce moscata, anici stellati). Potrei usarle o devo avere solo le spezie indicate da voi? E inoltre, le bustine contengono 4g (quattro grammi)…quante ne dovrei usare? Dieci mi sembrano troppe…
    Grazie se mi vorrete rispondere. Mafi

    • Reply
      Tommy
      11/21/2012 at 09:17

      Ciao! Le spezie che hai indicato possono andare bene. Non c’è una regola fissa, almeno in casa nostra:-) Considera che con questa ricetta ottieni 1,5kg di panforte, che è una bella quantità, quindi anche le spezie sono proporzionate. Se pensi siano troppe, prova a fare metà dose della ricetta e invece di 20 gr di spezie usarne 10gr per l’impasto e 5gr per la copertura. Assaggi e poi ti regoli di conseguenza. Devo dire che a me piace speziato, ho un debole per la cannella 🙂 🙂
      Fammi sapere il risultato !!!

  • Reply
    Mafi
    11/21/2012 at 20:58

    Grazie per la risposta e le indicazioni. Avevo già intenzione di provare con metà dose, non si sa mai che mi vien fuori una ciofeca…!
    Nei prossimi giorni lo faccio, sto preparando gli ingredienti…l’ostia non è facile da reperire…e poi ti farò sicuramente sapere.
    Ciao. Mafi

    • Reply
      Tommy
      11/21/2012 at 22:12

      Prego! Fammi sapere e buon divertimento!

  • Reply
    Mafi
    11/23/2012 at 23:55

    Salve! Come avevo detto, ho fatto il tuo panforte. Metà dose, con due bustine di spezie (8 grammi). E’ buono, è piaciuto a tutti…lo dovrò rifare subito! Forse dovrò diminuire la dose delle nocciole e aumentare le mandorle. Ti faccio una domanda: quanto tempo si può conservare, e come? Lo so che finisce subitissimo…ma, se si volesse fare per esempio a natale, quanti giorni prima lo si può preparare? E sopratutto, come lo conservo? In frigo? Avvolto da stagnola? in un contenitore? Grazie, so che sei gentilissimo e mi risponderai. Ciao. Mafi

    • Reply
      Tommy
      11/26/2012 at 09:24

      Ciao Mafi, sono felice che ti sia piaciuto!
      Il panforte si conserva a lungo e lo puoi tranquillamente preparare 4 o 5 giorni prima. Io lo conservo avvolto nell’alluminio oppure in un porta torta (sai quelle tortiere con il coperchio) ma non in frigo.

      A presto

  • Reply
    Mafi
    11/27/2012 at 14:56

    Grazie Tommy, molto gentile! Consigli che certamente seguirò.
    A presto. Mafi

  • Reply
    Cristina
    04/05/2016 at 12:19

    Me l’hanno regalato, è buonissimo, ma non posso mangiarlo tutta, lo posso congelare?

    • Reply
      Tommy
      04/05/2016 at 12:41

      Ciao, ti sconsiglio di congelarlo. Conservalo sottovuoto 🙂

      Tom

    Leave a Reply