Primi piatti/ Riso/ Toscana/ Vegetariano

Cucina Regionale Toscana: Risotto all’ortica

Risotto ortica

Iniziamo la settimana con la morte nel cuore per i gravi fatti che sono accaduti nel nostro Paese negli ultimi giorni. Porgiamo le nostre condoglianze alle famiglie delle vittime del disastroso terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna. Vi siamo vicini con tutto il cuore! Vogliamo ricordare anche la giovane Melissa vittima di un gesto tanto grave quanto incomprensibile e gli altri ragazzi feriti nel corpo e nel cuore. Confidiamo e speriamo in una giustizia rapida.

Siamo stati molto combattuti se pubblicare la nostra rubrica settimanale di cucina regionale. Ci siamo consultati assieme alle altre ragazze e alla fine abbiamo deciso di farlo preferendo offrire il nostro sostegno morale e dimostrare che anche nel dolore dobbiamo essere uniti.

Il tema di questo nuovo appuntamento è il riso: in Toscana non abbiamo una tradizione di grandi risotti, vogliamo però farvi conoscere questo piatto poverissimo anche se potrebbe non essere facile reperire la “materia prima” per chi abita in città: l’ortica. Fortunatamente dalle nostre parti c’è la possibilità in questo periodo di trovare dei cespugli di ortica fresca passeggiando per le campagne, così sabato scorso ci siamo avventurati alla ricerca di un bel cespuglio di ortica. Siamo partiti da casa con un bel sole armati di guanti, sacchetti, forbici e l’immancabile macchina fotografica. Mica potevamo lasciarci scappare l’opportunità di fotografare la natura!
Dopo una passeggiata in mezzo agli ulivi, ai papaveri, alle margherite e a tante altre specie di erbe e piante siamo giunti alla nostra meta: il tanto agognato cespuglio di ortica. Era proprio lì che stava aspettando noi. Ne abbiamo fatto man bassa e in men che non si dica abbiamo riempito tre sacchetti di cime.
Nel frattempo il cielo sopra di noi era diventato davvero minaccioso… e per non farci mancare niente abbiamo aggiunto la corsa campestre alla passeggiata visto che è cominciato a venire giù un acquazzone primaverile che ci ha completamente inzuppati. 

fiori

Questo risotto, semplice, povero ma allo stesso tempo squisito, è stato quasi completamente dimenticato dalle famiglie “moderne” (quanti oggi hanno infatti tempo e voglia di andare alla ricerca di ortica per preparare un risotto?), ma se avete occasione di imbattervi in un cespuglio di ortica non fatevi pregare e raccoglietela!  Abbiamo rivisto leggermente la ricetta togliendo il burro e aggiungendo 80 gr di formaggio fresco (philadelphia) per dare cremosità al piatto e smorzare il lieve retrogusto amaro. 

Cibo e Regioni

 “L’è brutta da fa paura! C’ha un dente ogni quarto d’ora!”

(Quanto è brutta! Ha i denti radi!”)

 

Ma cominciamo subito il nostro giro per l’Italia alla scoperta di piatti tradizionali a base di riso…

CALABRIARiso salsiccia e peperoni di Rosa ed Io 
CAMPANIA: Pizza di riso di Le Ricette di Tina
SICILIARisotto ai carciofi di Cucina che ti passa
LOMBARDIARisotto alla pilota di L’Angolo Cottura di Babi
VENETORisi e bisi di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIARisotto de caperozoli di Nuvole di farina
PIEMONTE: Panissa di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNATorta di riso di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGERisotto alla mela red delicious profumato al Traminer di A Fiamma Dolce
PUGLIATiedd d ris patan e cozz di Breakfast da Donaflor
LAZIOPomodori col riso di Chez Entity
LIGURIARisotto co-i spaeghi di Un’arbanella di Basilico
UMBRIARisotto al tartufo di 2 Amiche in Cucina
MARCHERiso e lenta di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZORisotto all’abruzzese di In Cucina da Eva
TOSCANARisotto all’ortica di Non Solo Piccante

Risotto ortica


Tempo: 1h
Persone: 6 Calorie a persona: 360 Difficoltà: diffic


Ingredienti

  • 160 gr di cime di ortica pulita + 100 gr per il brodo
  • 420 gr di riso carnaroli
  • ½ cipolla bianca
  • 50 gr di burro oppure 80 di philadelphia
  • 50 gr di parmigiano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 10 foglie di menta
  • ½ litro di brodo vegetale
  • ½ litro di acqua di cottura di ortica
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Ortica


Preparazione risotto all’ortica

1. Lavate accuratamente l’ortica prendendo soltanto le cime e le foglie più tenere. Fate bollire 100 gr di ortica in mezzo litro d’acqua per 15 minuti e sminuzzate con la mezzaluna quella rimanente. 

2. Fate soffriggere la cipolla tagliata finissima con un filo di olio evo e quando sarà imbiondita aggiungete l’ortica sminuzzata e le foglie di menta. Fate rosolare per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura dell’ortica.

3. Aggiungete il riso e fate tostare. Sfumate a fiamma viva con il vino bianco e quando sarà ritirato portate a cottura con il brodo vegetale e con l’acqua di cottura aggiungendola via via che lo richiede. Aggiustate di sale e pepe. Chiudete aggiungendo il formaggio fresco (oppure il burro). Lasciate riposare qualche minuto prima di servire.

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest Una ricetta in camBIO organizzato dalla cara Artù del blog La casa di Artù. Oggetto del contest sono tutti i cibi biologici, non trattati e non modificati geneticamente. Il nostro piatto è super-biologico visto che l’ortica nasce spontaneamente nelle campagne, sicuramente non trattata…

Contest Una ricetta in camBIO

Potrebbe interessarti

66 Commenti

  • RIspondi
    pierre
    05/19/2013 at 10:57

    da quando il risotto alle ortiche è toscano?
    il carnaroli si coltiva tra lombardia e piemonte e l’ortica cresce principalmente in zone umide.
    definire questa ricetta toscana mi sembra fuori luogo.
    così si distrugge l’italica cultura culunaria.
    quello in fotografia più che un risotto pare un timballo. manca l'”onda” che è il tipico distintivo tra un buon risotto ed un risotto mediocre.
    buona fiornata a tutti

    • RIspondi
      Tommy
      05/28/2013 at 09:15

      Ciao Pierre, benvenuto e grazie per il tuo commento.
      Il risotto all’ortica è uno dei piatti citati nel famoso libro “Il grande libro della vera cucina toscana” di Paolo Petroni, oltre ad appartenere alla memoria storica dei miei carissimi nonni, che in gioventù credo ne abbiano fatto un discreto uso:-)
      Questo non vuole assolutamente dire che il risotto all’ortica è stato “inventato” in Toscana, ma solamente che è un piatto che si cucinava (e si cucina) in Toscana. Sono assolutamente consapevole che questo risotto possiamo trovarlo al di fuori della Toscana, così come tantissime altre ricette della tradizione culinaria italiana trovano riscontro in regioni anche molto distanti fra loro (vedi le “similitudini” fra gli asparagi alla fiorentina e gli asparagi alla milanese). Dal momento che non sono stato in grado di risalire alla paternità di questo risotto, forse puoi darmi qualche delucidazione in proposito, ne sarei felice.
      Non vedo, sinceramente, in che modo si possa distruggere la tradizione culinaria italiana presentando un piatto che abitualmente si consumava ANCHE in Toscana (non ho mica spacciato spacciato un Hot Dog per un piatto tipico toscano…).
      Il riso carnaroli è un ottimo riso, forse il migliore che abbiamo, e non capisco cosa ci sia di strano e di mediocre se lo utilizziamo per un piatto preparato in Toscana, anzi, credo sia un modo per valorizzare un prodotto di assoluta qualità.
      Buona giornata!

  • RIspondi
    Riso all’ortica | Flora
    03/13/2013 at 08:33

    […] [Foto credits: Non solo piccante] […]

  • RIspondi
    LINO SANTONI
    02/28/2013 at 10:29

    x Claudia. A roma puoi trovare l’ortica “pilulifera”, che è leggermente più urticante della “urens” e della “dioica”.

  • RIspondi
    LINO SANTONI
    02/28/2013 at 10:21

    Spiegazione del procedimento abbastanza esauriente,ma non del tutto,in quanto non viene indicata la specie della menta,se longifolia,spicata o acquatica, Inoltre trovo che sia un vero peccato non utilizzare i 100 gr di ortica servita per il brodo,dopo le difficoltà patite a reperirla

    • RIspondi
      Tommy
      02/28/2013 at 23:19

      Ciao Lino, sinceramente non sono un esperto di menta, non so quindi dirti la specie:-) Volendo puoi usare l’ortica usata per il brodo per aggiungerla al risotto.
      Buona serata

  • RIspondi
    Cinzia
    08/22/2012 at 01:27

    Non sapevo che questo risotto fosse tipico della Toscana, anche noi lo facciamo e sarà povero ma è buonissimo!!.. Grazie per essere passata e grazie per il tuo invito, un saluto Cinzia

    • RIspondi
      Ilaria
      08/22/2012 at 08:11

      Trattandosi di un’erba che nasce spontanea l’ortica sarà sicuramente usata in moltissime regioni.
      E’ bello scoprire come gli stessi piatti siano cucinati a chilometri di distanza…
      Un bacio e grazie a te per aver contraccambiato la visita.

  • RIspondi
    Terry
    05/31/2012 at 07:47

    Amo il risotto alle ortiche, erba buonissima!!! Complimenti anche per la presentazione!

  • RIspondi
    Ely
    05/26/2012 at 09:39

    Che buono!!!! E’ da tantissimo che non lo faccio ma quest’anno che andrò in campagna e ci saranno le ortiche non contaminate lo terrò presente e il philadelphia al post del burro mi piace! Baci

    • RIspondi
      Ilaria
      05/27/2012 at 14:39

      Per me è stata la prima volta, non avevo ancora mai avuto occasione di assaggiarlo. Mi è piaciuto tantissimo. Abbiamo optato per il philadelphia per cercare di renderlo più cremoso e addolcirne il restrogusto amarognolo.
      Sicuramente torneremo nel boschetto in cerca di ortica… 🙂
      Buona domenica.

  • RIspondi
    celeste
    05/23/2012 at 02:26

    Ciao carissimi, mi unisco alle vostre parole per i fatti accaduti, anche se questi eventi, davvero, ti lasciano così, senza parole, per l’incapacità di trovarci una spiegazione.

    Di ortiche se ne vedono ben poche ultimamente, ricordo che quando ero piccola mi pungecùvo sempre ovunque fossi, con le gamberelle nei pantaloni corti, punture ovunque! Ora mi capita raramente di vederne, eppure di boschi e campagne ne frequento abbastanza. E lo sai che non l’ho mai provato il risotto all’ortica, nè cucinandolo nè prendendolo al ristorante. Devo sopperire a questa mancanza 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      05/25/2012 at 19:54

      Io ero molto incuriosita da questo risotto all’ortica e così ho convinto Tommy a fare una passeggiata nel boschetto vicino casa alla ricerca di qualche cespuglio. Abbiamo dovuto fare una bella passeggiata per trovarne uno, ma ne è valsa davvero la pena. Ne abbiamo raccolta così tanta che abbiamo anche potuto preparare i ravioli… ma li dobbiamo ancora assaggiare…
      Buon fine settimana!

  • RIspondi
    la cucina di Molly
    05/22/2012 at 19:27

    Non ho mai assaggiato il risotto all’ortica, sono sempre tentata di provarlo, ma poi rimando sempre! L’aspetto del tuo risotto è delizioso, credo che questa volta mi decido a farlo!Ciao

    • RIspondi
      Tommy
      05/22/2012 at 23:34

      Per raccogliere l’ortica ci vuole un pizzico di attenzione (anche con i guanti ho avuto irritazione) ma ne vale sicuramente la pena!
      A presto

  • RIspondi
    Zenzero Blu
    05/22/2012 at 15:31

    Favoloso!! complimenti!!

  • RIspondi
    carla emilia
    05/22/2012 at 13:57

    Ciao Tommy come te la stai passando? io continuo a infilarne che fossero perle, potrei vendere collane! non sai quanto mi piacciono le ricette con le ortiche, peccato che qui a Genova non ne trovo, dovrei andare a prendermele in campagna, un bacio a te e anche a Ilaria, ciao a presto

    • RIspondi
      Tommy
      05/22/2012 at 23:32

      Ciao carissima, purtroppo ancora le cose non vanno così bene… Ho sempre problemi di salute, non riesco a venirne a capo… Spero di riuscire a capirci qualcosa in più con gli accertamenti che devo ancora fare.
      Mi dispiace che anche il tuo periodo non sia buona… stringiamo i denti, dai!

      Un abbraccio (anche da parte di Ilaria)

  • RIspondi
    sabina
    05/22/2012 at 08:23

    ciao Tommy, mi unisco alle condoglianze per quelle famiglie con le lacrime agli occhi.
    Non ho mai mangiato il risotto alle ortiche ma mi ha sempre incuriosito.
    baci sabina

    • RIspondi
      Tommy
      05/22/2012 at 23:30

      Ciao Sabina, è un piatto povero … i nostri nonni si arrangiavano come potevano e visto che l’ortica nasce spontanea perché non mangiarla 🙂
      Un abbraccio

  • RIspondi
    sabrina
    05/21/2012 at 23:50

    Mai mangiato il risotto con le ortiche ma le foto mi incuriosiscono. Mi piacerebbe provare, intanto ne assaggio una forchettata virtuale e ….. chissà mai!!!!!

    • RIspondi
      Tommy
      05/22/2012 at 23:28

      Anche per noi è stata una bella scoperta!!

      Buonanotte!

  • RIspondi
    delizia divina
    05/21/2012 at 21:41

    buono il risotto lo assaggerei volentieri!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:38

      Ma dai allora accomodati da noi che lo prepariamo nel we!

  • RIspondi
    elena
    05/21/2012 at 21:41

    bello questo utilizzo dell’ortica, da noi ci fanno i tortelli di magro e sono molto delicati…non mi sono mai osata di raccoglierla … prima o poi dovrò provare…. complimenti per la presentazione e le magnifiche foto!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:37

      M’ispirano i tortelli di magro e ortica!! Devono essere veramente buoni!

      Grazie cara, buona serata

  • RIspondi
    Valentina
    05/21/2012 at 20:44

    Che bellezza questo risotto.. Io non li preparo spesso, lo ammetto, ma mi piacciono e questo m’incuriosisce davvero, sarà perchè già dalla presentazione è bello o semplicemente perchè non l’ho mai mangiato e vorrei tanto provarlo!! Siete stati bravi..n’è valsa la pena farsi una bella passeggiata, acquazzone a parte 😉
    Un bacione e buon inizio settimana

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:31

      Noi invece adoriamo i risotti e li facciamo spesso! A volte mangiamo anche il semplicissimo riso bianco con olio e parmigiano… che per me è buonissimo!

      Buona settimana anche a te!!!

  • RIspondi
    donaflor
    05/21/2012 at 20:41

    carissimi Ilaria e Tommy…un risotto particolarissimo con le ortiche! sarei proprio curiosa di assaggiarlo…mi stuzzica parecchio il sapore amarognolo!!! anch’io da piccola quando andavo in campagna ero attentissima a scansare le ortiche… e mai le avrei immaginate in un piatto!
    bravissimi a riscoprire i piatti poveri…ma ricchi di gusto di una volta! sono quelli che preferisco!
    un bacione a tutti e due!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:23

      Eh eh anche io ero terrorizzato dall’ortica ma finivo sempre per finirci in mezzo… ero spesso a giocare a calcio con i miei amici e quando la palla finiva in mezzo all’ortica erano dolori 🙂

      Un abbraccio!

  • RIspondi
    Semplicemente Buono
    05/21/2012 at 20:31

    Che bella presentazione! Il risotto all’ortica è davvero un piatto prelibato, peccato che spesso sia dimenticato!! bravissimi come sempre!
    A presto

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:20

      Ma grazie!!!! E’ vero, è un piatto che sta scomparendo dalle nostre tavole. Noi però andiamo contro corrente perché abbiamo preparato un vagone di ravioli all’ortica!
      A presto

  • RIspondi
    Elly
    05/21/2012 at 19:34

    Ho avuto la fortuna di gustare una volta un bel piatto di riso all’ortica. Lo ordinai titubante… MMMhhhh non è che mi verranno tutte bollicine nel mio stomaco??? E invece è stato un risotto molto apprezzato. Adesso ho la ricetta. Di ortica se ne volete… ce ne sta anche nel mio giardino!!! Io la estirpo senza pudore… ma mi sa che il prossimo cespuglietto me lo metterò da parte!!! Buon viaggio a Ilaria e un abbraccio a Tommaso!!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:18

      Pensa, hai un tesoro culinario in giardino e tu lo strappi via 🙂 🙂
      Grazie cara, ricambiamo !!!

      P.S. Ilaria sta preparando la valigia ed è stressata perche non riesce a riempirla tutta, rimane mezza vuota …ma come siete voi donne?!?!?!?!

  • RIspondi
    tina
    05/21/2012 at 17:15

    dobbiamo essere uniti,non dobbiamo far vincere il male..

    ……………………………….
    ottima la ricetta,proprio la settimana scorsa ho pubblicato le lasagne all’ortica…
    un’ultima cosa:come devo fare per essere aggiornata sulle vostre pubblicazioni?

  • RIspondi
    stefania shade
    05/21/2012 at 16:55

    strepitoso questo risotto all’ortica! un piatto della tradizione magistralmente presentato!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:12

      Ciao Stefania, benvenuta! Grazie per i complimenti!!
      Buona serata

  • RIspondi
    stefania
    05/21/2012 at 15:51

    Ma che bellezza di risotto, io ho provato solamente la pasta con l’ortia ed era golosissima, mi armerò di pazienza anche per provare il risotto. Un abbraccio

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:11

      Conviene provarlo perché è davvero particolare e buono!

      Buona settimana

  • RIspondi
    Rumi
    05/21/2012 at 13:55

    Risotto con l’ortica? ma wow, ragazzi io credevo che l’ortica non si poteva ne toccare ne mangiare! Che bella scoperta! M’incuriosisce molto il sapore di questo piatto!! Bravissimi, le foto dei fiori sono davvero belle complimenti!!
    bacioni

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:10

      Anche Ilaria e Matilde non erano molto convinte… poi ne hanno mangiati due piatti 🙂
      Ha un gusto particolare, lievemente amaro ma molto saporito.
      Grazie cara, a presto!

  • RIspondi
    Babi
    05/21/2012 at 11:52

    Il risotto con le ortiche è uno dei miei preferiti, quest’anno ne ho raccolte tantissime, ma non mi stanco mai di mangiarlo. Splendida la prima foto con la rosellina selvatica e altrettanto le altre. Siete davvero bravissimi, sia dietro ai fornelli che dietro l’obiettivo. Grazie davvero e buona settimana

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:07

      Sinceramente non lo avevamo mai preparato in casa e a me è piaciuto:-)
      Passeggiare in campagna ha i suoi vantaggi, si possono fare foto carine … se si ha la pazienza di aspettarmi 🙂
      Grazie Babi, ti auguro una buona serata!

  • RIspondi
    Yrma
    05/21/2012 at 11:35

    Eh beh..io l’ortica la uso molto essiccata ma…fresca è tutta un’altra storia!!!!!Come sempre sono rapita dalla vostra “mise en place” !!! e poi che bello che abbiate pensato al contes della mia maica Artù!!!! Complimenti davvero e un abbraccio!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 22:04

      Ho provato un infuso qualche tempo fa e l’ho trovata buonissima.
      Un mio amico da ragazzo la fumava essiccata … ma forse non era ortica!

      Comunque il risotto ci è piaciuto e abbiamo anche preparato un treno di ravioli che presto pubblicheremo.
      Un abbraccio!!!

  • RIspondi
    Claudia
    05/21/2012 at 11:04

    Mi ha semrpe attirato questo risottto.. il problema è.. a Roma ndo trovo l’ortica????? baci e buon lunedì .-)

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:59

      Ar colosseo, no?

      Un abbraccio!

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    05/21/2012 at 11:01

    Ciao ragazzi!!che stupendo risotto!grazie a questa rubrica scopriamo tantissime ricette interessanti!graziee

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:58

      Graze Tina, se stasera faccio in tempo passo a fare un giro !
      Un abbraccio

      • RIspondi
        simonetta
        04/18/2015 at 18:35

        A Roma l’ortica fresca la puoi trovare al mercato della Coldiretti, zona Circo Massimo, via di San Teodoro, ogni sabato e domenica. Io comunque me la faccio portare dal fruttivendolo di fiducia al mercato. Ciao

  • RIspondi
    carla
    05/21/2012 at 10:33

    Si usa molto anche da noi questo risotto. Bravi. Bellissime le foto dei fiori e di quella ciotola d’ortica.
    A presto

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:58

      Qui in Toscana adesso è usato pochissimo, è una tradizione che si sta perdendo perché poche persone hanno tempo da poter dedicare alla raccolta di ortica. Una volta era semplice, cresceva spontanea ai bordi dei campi e vicino ai ruscelli e si faceva di necessità virtù 🙂

      A presto

  • RIspondi
    Kappa
    05/21/2012 at 10:31

    Il cuore è un pò triste, questo week end non è stato dei migliori anzi…uno schifo! ma il vostro risotto è delizioso e mi piace la cucina povera! buona giornata

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:56

      Effettivamente il we è stato pessimo davvero. Solo brutte notizie.
      Buona settimana anche a te!

  • RIspondi
    Artu
    05/21/2012 at 09:43

    Ma grazie ragazzi! Grazie per aver pensato a me con questo stupendo risotto con erbe spontanee, come sapete anche io adoro andare a raccogliere le ortiche, ho fatto qualche preparazione quest anno anche io!

    Mi,piace molto la carrellata di foto della natura! Un bacio.

    Ps. Aggiorno i link e l elenco ricette appena sistemo una grana con il browser…scusatemi!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:55

      Ma prego! Partecipiamo volentierissimo al tuo contest!
      Fai con calma e risolvi la grana con il browser 🙂

  • RIspondi
    Federica
    05/21/2012 at 09:38

    Questo viaggio culinario attraverso le regioni d’Italia mi sembra un bel modo per dimostrare che siamo tutti uniti davanti a quanto di brutto è successo nello scorso fine settimana.
    Ho chiesto proprio ieri a mia mamma di mettermi da parte un po’ d’ortica con l’idea di farci un bel risotto. Me lo sto già pregustando, dev’essere una favola :D! Bacioni, buona settimana

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:54

      Spero che l’Emilia Romagna riesca a rimettersi in piedi velocemente e che le scosse di terremoto non facciano altri danni e altre vittime.

      Buona settimana anche a te!

  • RIspondi
    In Cucina da Eva
    05/21/2012 at 09:23

    Bella presentazione! peccato che non lo potrò provare mai, sono allergica alle ortiche!!

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:52

      Peccato per la tua allergia! Spero sia solo alle urticaceae.

      Buona serata

  • RIspondi
    Renata
    05/21/2012 at 09:15

    ragazzi lo proverò…se passeggiando dovessi trovare questo famoso cespuglio…state certi che proverò l’ortica che tanto da piccola temevo….Una paura incredibile che ora con l’età e con questa visione si è trasformata in curiosità pura e l’idea della cremosità data dal formaggio spalmabile me piace assai!!!!!!!!!!!!!
    Un bacione ad entrambi e Ilaria buon viaggio!!!!!!!!!!!!1

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:50

      L’ortica è nemica giurata dei bambini soprattutto in estate quando si va in giro con i pantaloni corti 🙂 Però è buona, anche per noi è stata una bella riscoperta!
      Ilaria sta preparando la valigia… e ti ringrazia!
      Buona serata

  • RIspondi
    2 amiche in cucina
    05/21/2012 at 09:13

    e’ vero bisogna riscoprire i sapori di una volta, ottimo risotto, ci uniamo anche noi nel ricordare le vittime, a presto

    • RIspondi
      Tommy
      05/21/2012 at 21:48

      Anche a me piace riscoprire i vecchi sapori, l’idea che le nostre tradizioni culinarie vadano perdute mi rattrista.
      A presto

    Lascia un commento