Cucina regionale/ Pesce/ Secondi piatti/ Toscana

Baccalà fritto

Baccalà fritto

Baccalà fritto

Il baccalà fritto può essere definito una non ricetta. Non c’è infatti niente da spiegare e nessun passaggio particolarmente difficile da fare. L’unica cosa alla quale occorre prestare un po’ di attenzione quando si cucina il baccalà è il lavaggio… occorre tanto tempo e tanta pazienza per eliminare tutto il sale. Questo passaggio è infatti fondamentale per avere un buon baccalà fritto.
Il baccalà è uno dei pesci più cucinati in Toscana. Oltre al baccalà fritto potete provare anche il baccalà alla livornese, tipico piatto della cucina toscana che prevede una doppia cottura, il semplice baccalà lesso o il baccalà al latte per provare una versione un po’ diversa dal solito.

Se volete far mangiare il pesce anche ai vostri bambini potete provare con questo baccalà fritto… al fritto infatti nessuno riesce mai a rinunciare.

5 da 6 voti
Baccalà fritto
Baccalà fritto
Preparazione
1 d 12 h
Cottura
10 min
Tempo totale
1 d 12 h 10 min
 
Il baccalà fritto è una semplice ricetta toscana. Occorre solo un po' di pazienza per il lavaggio del baccalà.
Piatto: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Autore: Tommy
Ingredienti
  • 1 kg di baccalà salato
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • farina q.b.
  • olio di semi per friggere
Istruzioni
  1. Sciacquate il baccalà sotto l'acqua corrente per eliminare il sale e mettetelo a mollo in acqua fredda per almeno 24-36 ore cambiando l'acqua ogni 6 ore.
  2. Togliete le lische e le squame, tagliate a pezzi di circa 7 cm per 4 cm. Sciacquate nuovamente, asciugate e infarinate.
  3. Friggete il baccalà infarinato in abbondante olio assieme a un rametto di rosmarino e a tre spicchi d'aglio aperti nel mezzo. Scolate e servite.
    Baccalà fritto

Con questo baccalà fritto partecipiamo alla Rubrica improvvisata di settembre con tema IL PESCE del blog La mia cucina improvvisata

Rubrica improvvisata settembre

Potrebbe interessarti

24 Commenti

  • RIspondi
    marisa
    09/16/2013 at 18:33

    Hai trovato in vendita il baccalà…da me niente! 🙁

    • RIspondi
      Ilaria
      09/16/2013 at 20:45

      La ricetta non è di quest’ultima settimana, ma da noi si trova abbastanza facilmente in commercio. In Toscana si trovano infatti tanti piatti della tradizione che usano il baccalà.
      Un bacio… e dai, vedrai che lo riesci a trovare un pezzetto!! 🙂

  • RIspondi
    Emanuela
    09/16/2013 at 10:16

    Buon lunedì ragazzi!
    Buono il baccalà! Cucinato così dà il meglio di sè!
    Un bacio grande!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/16/2013 at 20:43

      Ciao tesoro, buon inizio settimana anche a te!
      Fritto dà veramente il meglio di sé… 🙂

  • RIspondi
    Martina
    09/15/2013 at 22:21

    Grazie mille per questa deliziosa ricetta, inserita nella mia rubrica… a presto… Martina

    • RIspondi
      Ilaria
      09/16/2013 at 20:42

      Ciao Martina, benvenuta nel nostro blog e piacere di conoscerti.
      È stato un piacere partecipare alla tua rubrica.
      Ti seguirò con molto piacere.
      Buona serata.

  • RIspondi
    Elly
    09/15/2013 at 11:58

    Se hai frequentato il mio blog anche io ogni tanto una ricettina romana con il baccalà. Questo significa che mi piace e anche molto e mi piace provarci altre ricette. Mi piace questa che si sposa col profumo di rosmarino e aglio… da provare.

    • RIspondi
      Ilaria
      09/16/2013 at 13:31

      Come abbiamo avuto modo più volte di dirci spesso i prodotti che si usano in Toscana sono molto vicini a quelli laziali. E non poteva mancare certo a questa lista di ingredienti comuni il baccalà! 🙂
      Eccome se ho visto le tue ricettine!!!

  • RIspondi
    Deliziandovi
    09/14/2013 at 18:10

    I risultati del contest “Colori d’estate”. 24 ricette in gara, 24 tonalità di colori .. Grazie a tutti per la partecipazione! Alla prossima sfida.

    http://www.deliziandovi.it

    • RIspondi
      Ilaria
      09/14/2013 at 19:01

      Grazie a voi!! Alla prossima… 🙂

  • RIspondi
    Mari-RosediBurro
    09/14/2013 at 10:44

    Anch’io l’ho preparato proprio ieri. Ogni tanto friggere qualcosa da un senso alla mia vita troppo piena di insalate miste e calcoli sulle calorie! 🙂
    Quando ci vuole ci vuole!!! 🙂
    Ciao e buon fine settimana

    • RIspondi
      Ilaria
      09/14/2013 at 19:00

      Hai ragione, ogni tanto bisogna pur lasciarsi andare!! Come sto facendo io in questo momento sgranocchiandomi (proprio prima di andare a cena) un tubo di Pringles… 🙂
      Poi più tardi mi verranno tanti sensi di colpa… 😉
      Buona fine settimana anche a te.

  • RIspondi
    Chiara
    09/13/2013 at 23:36

    mi piace tantissimo ma è da un sacco di tempo che non lo faccio più, devo rimediare! Buon we!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/14/2013 at 18:55

      Piatto veloce veloce… quindi rimedi in frettissima!! 🙂
      Buon fine settimana anche a te!

  • RIspondi
    simona
    09/13/2013 at 16:17

    Ilaria da noi il baccalà fritto è un must del periodo natalizio , pensa che mamma e zia lo preparano principalmente a Natale… ma poi perchè dico io… se è così buono?
    Perfetta la tua frittura, cosa non semplice da realizzare e sopratutto da non sottovalutare.. bravissima:**

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2013 at 19:28

      Da noi non c’è una tradizione della vigilia di Natale, anzi, non esiste proprio il cenone di Natale. Da noi si festeggia solo il pranzo del 25 e il baccalà fritto in quell’occasione è una vera rarità.
      Buon venerdì!

  • RIspondi
    tina
    09/13/2013 at 14:41

    un capolavoro…..posso dire che anche se ho appena finito di pranzare ho ancora fame??? 😀

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2013 at 19:26

      Si può sempre dire di avere fame… e ogni ora è quella giusta! 🙂

  • RIspondi
    Nadia
    09/13/2013 at 13:22

    Le ricette più semplici tante volte sono le più buone !!!!!!!
    Ti seguo su Blogloving .
    Un caro saluto !!!!!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2013 at 13:35

      Ciao Nadia, benvenuta nel nostro blog!
      Hai ragione, spesso cerchiamo cose complicate e lavorazioni lunghe per poi renderci conto che le cose più buone sono anche le più semplici da preparare.
      Ti seguirò anch’io con molto piacere, ma noi abbiamo scelto un programma diverso che si chiama Feedly.
      Un abbraccio. A presto!

  • RIspondi
    Ely
    09/13/2013 at 13:03

    Io la definirei sì una bella ricetta: un’arte! <3 Fantastica!! Lo sai che la mia nonna lo adora e non lo prende mai perchè qui lo fanno malissimo e pesante?? La tua ricetta la farà sicuramente felice!! Un abbraccio pieno di bene!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2013 at 13:24

      Il fritto quando è pesante e molto unto non è un granché… che che se ne dica il fritto è buono quando viene bene, altrimenti anche quello diventa immangiabile. E’ un vero peccato che dalle tue parti non sia buono. 🙁
      Però potresti fare un salto qui da noi per farti una bella abbuffata di baccalà… a Firenze lo si trova quasi ovunque.
      Un bacio.

  • RIspondi
    Any
    09/13/2013 at 12:45

    Eccomi…sono ancora viva dopo aver visto quella meraviglia di crostata al cioccolato!!
    Al sud si mangia poco baccalà, a casa mia si cucina fritto per la Vigilia di Natale e infatti in quel periodo si trova ovunque.
    Il fritto è sempre buono, come si fa a rinunciare?

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2013 at 13:22

      Da noi invece il baccalà viene preparato molto spesso. Ci sono vari piatti regionali toscani a base di baccalà.
      Spesso noi ci limitiamo a questa semplice versione fritta, altre volte invece abbondiamo e poi lo passiamo nella padella con il pomodoro. Ogni tanto è meglio abbondare… 🙂
      Buon fine settimana.

    Lascia un commento