Carne/ Secondi piatti

Arista sotto sale al profumo di vino bianco e finocchietto selvatico

 Arista sotto sale

Domenica abbiamo avuto ospiti a pranzo, quindi era il momento di riaccendere il forno dopo la lunghissima pausa estiva. Cosa proporre di particolare, semplice e allo stesso tempo gustoso? In verità era da tanto tempo che volevo provare questo piatto: quale migliore occasione? Ho pure scongiurato il pericolosissimo e temibilissimo roast-beef-cotto-dodici-ore (a me piace la carne poco cotta, non si era capito…) che in certe occasioni aleggia per la tavola. Vade retro… 

Così, ho democraticamente deciso che per secondo avremmo servito arista al forno sotto sale. Tutti d’accordo, vero? Chi tace acconsente… e fuori dalla cucina.

“Ma non verrà salata?”. Beh, il dubbio è lecito ma la risposta è “No!”.

Non temete, la vostra carne cotta sotto sale non solo non sarà salata ma risulterà delicata, profumata grazie agli aromi e al vino bianco… e forse addirittura un po’ sciocca.

Ah, se volete provare questa ricetta, armatevi di martello e scalpellino per demolire la montagna di sale pietrificata sotto la quale si nasconde la vostra profumatissima arista!

 

Ingredienti per 6/8 persone

1,6 kg arista con osso
3/4 kg di sale grosso senza anti agglomeranti
2 spicchi d’aglio
2 mazzetti di finocchietto selvatico fresco 
1 rametto di rosmarino
1 bicchiere di vino bianco
pepe

 

Preparazione

1. Incidere l’arista fra costina e costina.

2. Praticare un taglio nel senso della lunghezza nella parte vicino all’osso e mettere dentro il finocchio, il rosmarino e l’aglio fatto a fettine.

3. In una ciotola a parte mettete il vino, una manciata abbondante di sale grosso, il mazzetto di finocchio rimasto spezzettato, l’altro aglio a fettine e distribuite sulla carne.

4. Pepe di mulinello e coprite interamente con il sale grosso, inumidite leggermente con un vaporizzatore il monte di sale e infornate per 2 ore a 190°.

5. Armatevi di martello e rompete il sale, estraete la carne, togliete l’osso, tagliate l’arista a fette e servite.

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest [3° contest] RIACCENDIAMO IL FORNO indetto da About Food.

 

about food

Potrebbe interessarti

24 Commenti

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    09/14/2011 at 07:31

    Bunogiorno tesoro!!!sono stata senza pc..mi siete mancate!che buono quest’arrosto complimenti!!!buona giornata

    • RIspondi
      Ilaria
      09/14/2011 at 08:16

      Oh, che peccato… quando la tecnologia ci molla sembra tutto più difficile, oramai non possiamo più farne a meno.
      Spero che adesso sia tutto a posto. Tu pensa che Tommy alla sera si circonda di tutta la tecnologia possibile e immaginabile… sembra una postazione della Nasa!!!

  • RIspondi
    i dolci di laura
    09/13/2011 at 23:31

    devo assolutamente provare la tua ricetta, è proprio da copiare!

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 23:37

      A noi è piaciuta… speriamo piaccia anche a voi!

      Buona serata!

  • RIspondi
    Chiara
    09/13/2011 at 21:01

    Ottima ricetta che mi segno, amo l’arista e cerco sempre qualche ricetta da provare!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2011 at 21:04

      Ti piacerà… facci sapere che ne pensi.
      A presto!

  • RIspondi
    CarlottaD
    09/13/2011 at 17:30

    Ricetta meravigliosa. Me la segno da fare una domenica da mia mamma.

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2011 at 20:55

      Grazie!! Facci sapere com’è andata…

  • RIspondi
    Giovanni
    09/13/2011 at 17:20

    Complimenti, finora avevo fatto solo il pesce al sale.. proverò sicuramente!
    a presto
    giovanni

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2011 at 20:54

      Ciao Giovanni, grazie per la visita. E’ un modo diverso per cucinare un piatto classico come l’arista.

  • RIspondi
    Federica
    09/13/2011 at 13:52

    Coincidenza, giusto ieri sera a cena con i miei abbaimo cucinato il pollo al sale. E’ un metodo di cottura che mi piace molto anche per il pesce ma con l’arista mai provato. Grazie del suggerimento, mi sembra proprio una bella e profumatissima idea 😀 Un bacione, buona giornata

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 16:37

      Eh eh eh, pasticci-quasi-telepatici 🙂 Io invece non ho mai provato il pollo. Deve essere buono!

  • RIspondi
    cinzia
    09/13/2011 at 13:35

    ma lo sai che e’ una ricetta fantastica!!!!Ideale per risolve il problema di cosa preparare per gli ospiti senza essere banali,anzi…molto geniale!

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 16:36

      La cosa buona è che in 15 minuti va in forno, impieghi veramente poco. Poi è solo questione di attenderne la cottura…

  • RIspondi
    Elena
    09/13/2011 at 13:31

    che capolavoro, complienti!!

  • RIspondi
    Elisa
    09/13/2011 at 13:20

    Ho sempre visto fare il pesce in crosta di sale, la carne è una novità! Molto interessante! 😉

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 16:35

      Anche il pesce viene buono, ho provato le orate e il pesce spada. Tu cosa hai provato?

  • RIspondi
    stefania
    09/13/2011 at 11:22

    ottimo modo per cucinare l’arista, io la faccio in maniera simile senza rosmarino e usando i fiori essicatti del finocchio selvatico, li hai mai provati?
    un abbraccio

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 16:34

      Ciao Stefania,
      ho usato i fiori essiccati solo per fare qualche infuso. Li proveremo prossimamente!

  • RIspondi
    Il Forno delle Streghe
    09/13/2011 at 10:59

    Si presenta proprio bene questa arista!
    Una buona idea per la domenica.
    I miei complimenti!

    • RIspondi
      Tommy
      09/13/2011 at 16:32

      Ciao … chi sa come viene nel forno delle streghe 🙂 Sicuramente meglio!

  • RIspondi
    grazia
    09/13/2011 at 08:08

    Per prima cosa ti auguro un’ottima giornata ed in ambito culinario non potrebbe iniziare meglio con la visione di questa ottima preparazione..Devo dire, a mio disdoro, che non ho mai preparato nulla sotto sale come hai fatto tu…
    Devo rimediare!!
    Baci

    • RIspondi
      Ilaria
      09/13/2011 at 09:07

      Ciao Grazia. A noi è piaciuta molto questa arista. Avevamo un po’ paura che potesse essere troppo salata, ma invece era saporita proprio al punto giusto.
      Buona giornata.

    Lascia un commento