Cucina regionale/ Dolci/ Toscana

Castagnaccio agli agrumi

Castagnaccio agli agrumi

Castagnaccio agli agrumi

Autunno inoltrato è il periodo adatto per il castagnaccio, dolce tipico della cucina toscana. Il castagnaccio è un dolce povero della tradizione contadina, infatti lo si prepara semplicemente con una base di farina di castagne e acqua. La tradizione vuole poi l’aggiunta di pinoli e uvetta (e in qualche versione si aggiunge anche le noci).

Castagnaccio agli agrumi

Dopo aver preparato lo scorso anno il castagnaccio nella sua veste classica è giunto il momento di rivedere un po’ la tradizione… non posso proprio resistere infatti alla tentazione di apportare qualche variazione alle ricette tradizionali toscane… 🙂 
Ho pensato a cosa potesse legare bene con il sapore del castagnaccio e volevo usare un prodotto che fosse tipico di questo periodo. La scelta è caduta sui mandarini, che adesso sono davvero molto dolci. Ho così preparato il castagnaccio agli agrumi… che poi è diventato il castagnaccio agli agrumi di tutta la famiglia, visto che lo hanno spolverato in un battito d’ali!

5 da 8 voti
Castagnaccio agli agrumi
Castagnaccio agli agrumi
Preparazione
10 min
Cottura
45 min
Tempo totale
55 min
 
Piatto: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 6
Autore: Tommy
Ingredienti
  • 250 g di farina di castagne
  • 400 ml d'acqua
  • 10 noci
  • 3 mandarini con la buccia fine
  • rosmarino
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaio d'olio evo
Istruzioni
  1. In una ciotola mettete l'acqua e setacciate la farina di castagne mescolando continuamente evitando la formazione di grumi.
  2. Aggiungete le noci spezzettate, due mandarini tagliati a fette con la buccia, un pizzico di sale e un cucchiaino di rosmarino.
    Castagnaccio agli agrumi
  3. Versate l'impasto in una placca da forno con il fondo coperto da carta oleata (l'altezza ideale deve essere circa 1 cm). Aggiungete un filo d'olio, un po' di rosmarino e il restante mandarino tagliato sempre a fette con la buccia.
    Castagnaccio agli agrumi
  4. Cuocete in forno a 180°C per 30 minuti circa.
    Noci

 

Potrebbe interessarti

18 Commenti

  • RIspondi
    EdenStyle - Ricette, Dolci e Decorazioni
    12/05/2013 at 13:12

    Una ricetta fantastica e un abbinamento originale e di sicuro effetto, si presenta anche molto bene! Io vado matta per il castagnaccio, ma qui a Madrid non trovo la farina di castagne, per cui devo aspettare di fare scorta in Italia quando verrò per Natale.

    • RIspondi
      Ilaria
      12/05/2013 at 14:02

      Ma davvero… la farina di castagne la si trova solo in Italia? Non l’avrei mai immaginato!
      Io non ho invece una grande predilezione per il castagnaccio, ma in Toscana non si può proprio non prepararlo in questo periodo dell’anno.

  • RIspondi
    Cami
    12/04/2013 at 13:28

    Ilaria l’idea dei mandarini è stupenda 🙂 , un profumo ed un sapore davvero delizioso 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      12/05/2013 at 14:01

      Vista la stagione, i mandarini ci sono sembrati la scelta giusta per rendere il castagnaccio ancora più “stagionale”… 🙂
      Un abbraccio.

  • RIspondi
    lory b
    12/03/2013 at 15:27

    Eccoloooo, così mi piace, sottile sottile!!!! Invitantissimo, rivisitazione azzeccatissima, complimenti!!!
    Un abbraccio!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      12/04/2013 at 07:17

      A noi piace sottile e croccante il castagnaccio. Non ce la farei mai a mangiarlo alto e morbido.
      Un bacio.

  • RIspondi
    Laura De Vincentis
    12/03/2013 at 14:58

    Il castagnaccio agli agrumi. Adorando i mandarini lo proverò! 😉

    • RIspondi
      Ilaria
      12/04/2013 at 07:15

      Come si fa a non adorare i mandarini… ne mangerei a cassette intere! 🙂

  • RIspondi
    Erica Di Paolo
    12/03/2013 at 14:27

    Complimenti Tommy!!!!! Adoro le rivisitazioni delle tradizioni ^_^ Giusto oggi ne parlavo, ahahahahahahah. Mi piace molto l’accostamento di questi sapori. Trovo che il mandarino dia quella marcia in più. Mi piace molto, complimenti!!

    • RIspondi
      Ilaria
      12/04/2013 at 07:15

      Ogni tanto bisogna rinnovare un po’ altrimenti che gusti c’è?!
      Buona giornata.

  • RIspondi
    elena
    12/02/2013 at 23:18

    mi ispira tanto…poi con i mandarini deve essere strepitoso, ma è molto sottile o sbaglio? da noi si mangia più spesso (circa 2-3 cm) complimenti!!!

    • RIspondi
      Tommy
      12/03/2013 at 09:07

      Ciao Elena,

      non sbagli, è molto sottile, ma è un gusto mio, lo preferisco basso e ben cotto!

      Saluti

  • RIspondi
    Consuelo
    12/02/2013 at 22:15

    Lo adoro e con quell’aroma sgrumato deve essere da panicooooo!!!
    Bravissima, bell’idea!
    la zia Consu

    • RIspondi
      Ilaria
      12/02/2013 at 22:47

      E’ stato un abbinamento forse un po’ azzardato, ma alla fine il sapore particolare ci ha conquistati!
      Un bacione.

  • RIspondi
    delizia divina
    12/02/2013 at 21:23

    che buono mai fatto…da provare!

    • RIspondi
      Ilaria
      12/02/2013 at 22:46

      Prima volta anche per noi… 🙂

  • RIspondi
    Tuscanycious
    12/02/2013 at 16:30

    castagnaccio agli agrumi: fantastico!

  • Lascia un commento