Cucina regionale/ Dolci/ Toscana

Cucina Regionale Toscana: Castagnaccio

Castagnaccio

Nuovo appuntamento con la cucina regionale toscana, che questa volta ha come ingrediente principale le castagne. Si tratta di un tipico frutto autunnale molto utilizzato in tutte le regioni. Si può spaziare dalle zuppe ai dolci. In Toscana si consumano molto spesso sotto forma di bruciate (molto famose le bruciate ubriache… di Vinsanto) o lesse (denominate dalle nostre parti ballotte). In autunno però non può mai mancare sulle nostre tavole il Castagnaccio: si tratta di un dolce molto semplice e veloce da preparare a base di farina di castagne insaporito con rosmarino e arricchito di uva sultanina e pinoli.
Non c’è niente di meglio che entrare in casa nelle fredde sere autunnali e sentire quel profumo inconfondibile che riempie tutte le stanze.

La farina che abbiamo usato proviene da Marradi, un paese del Mugello quasi al confine con l’Emilia Romagna e famoso per la produzione di Marroni IGP e castagne.

Cibo e Regioni

“La donna è come la castagna, bella di fori… e dentro la magagna”

“E’ un lavoraccio… mangia’ un chilo di ‘astagnaccio”.
(E’ un’impresa ardua riuscire a mangiare un chilo di castagnaccio vista la sua consistenza)


Ma cominciamo subito il nostro giro per l’Italia che cucina…

CALABRIA: Crocette di Rosa ed Io 
CAMPANIA: Castagne allesse di Le Ricette di Tina
SICILIA: Pasticcini di pasta di mandorle di Cucina che ti passa
LOMBARDIA: La Busecchina di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO: Minestra di marroni di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIA: Torta povera di Nuvole di farina
PIEMONTE: Risu e castògne sèche di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: Castagnaccio alla ricotta di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGE: Zuppa di funghi e castagne in crosta di A Fiamma Dolce
PUGLIA: Le chiacune di Breakfast da Donaflor
LAZIO: Agnolotti con le castagne dop di Vallerano di Chez Entity
LIGURIA: I battolli di Un’arbanella di Basilico
UMBRIA: Brustengolo di 2 Amiche in Cucina
MARCHE: Tagliatelle con le noci di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Sassi d’Abruzzo di In Cucina da Eva
VALLE D’AOSTA: Castagne sciroppate. Tagliatelle con farina di castagne, fontina e noci. Torta di noci di Courmayeur di L’Appetito Vien Mangiando
SARDEGNA: Ciambelline all’arancia e mandorle veloci senza latte e uova di Vickyart
BASILICATACastagnaccio di Pasticciando con Magica Nanà
MOLISEOstie richiene di La Cucina di Mamma Loredana
TOSCANA
: Castagnaccio di Non Solo Piccante

Castagnaccio


Tempo: 1h 40min Persone: 4 Calorie a persona: 350 Difficoltà: diffic

Ingredienti

  • 150 gr Farina di castagne
  • 1 cucchiaio Zucchero
  • 270 ml Acqua
  • 25 gr Uva sultanina
  • 40 gr Pinoli
  • 3 cucchiai Olio evo
  • 1 rametto di ramerino

Castagnaccio


Preparazione castagnaccio

1. Mettere l’uvetta a mollo in acqua tiepida per 30 minuti. Quando sarà rinvenuta strizzatela bene per eliminare tutta l’acqua.

Castagnaccio

2. Nel frattempo mescolare con una frusta la farina di castagne setacciata con lo zucchero, un cucchiaio d’olio e l’acqua fino a ottenere un impasto morbido e senza grumi. Lasciar riposare per circa un’ora.

Castagnaccio

3. Oliare una teglia con bordo basso e versarvi il composto. Dovrà essere alto all’incirca un dito. Cospargere la superficie con gli aghetti di ramerino, l’uvetta e i pinoli. Insaporire con un giro d’olio.

Castagnaccio

4. Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 35 minuti. Il dolce sarà pronto quando si formeranno le crepe sulla superficie.

Castagnaccio


Con questa ricetta partecipiamo al contest La nonna made in Italy organizzato dal contest A pancia piena si ragiona meglio

Contest La nonna made in Italy

e alla raccolta Ricendario 2013 organizzata dai blog Arte in Cucina e Dolcizie per la sezione dolci…

Raccolta Ricendario 2013

You Might Also Like

74 Comments

  • Reply
    Renata
    10/15/2012 at 09:12

    Bello il proverbio ahahahahaha
    e bellissimo il vostro castagnaccio cara Ilaria
    Un vero mix di sapori incredibili e che splendide foto
    Complimenti!!!!!!!!!
    Buona settimana ragazzi!!!!!!!!!!!!!!

    • Reply
      Tommy
      10/16/2012 at 20:42

      Ciao Renata! Grazie davvero! Una buona serata anche a te!

  • Reply
    Yrma
    10/15/2012 at 09:17

    Ahahahahhaha, il proverbio della castagna è grandioso!!!!E per quelle che non sono belle anche fuori, Tommy???che fate voi uomini????le “scartate” a priori, eh????Ila, meno male che siamo gnocche, va!!!!:DDDDD Il castagnaccio è un must a cui proprio non potevate rinunciare..io lo adoro!!!e iul vostro è eccellente!!!!Un abbraccio ragazzi!

    • Reply
      Tommy
      10/16/2012 at 20:44

      Che ci si fa con quelle brutte???? Eh eh eh c’è un altro proverbio che non posso dire 🙂
      Un abbraccio carissima! A presto!

      • Reply
        Ilaria
        10/16/2012 at 22:00

        Ma sai che questo proverbio non mi viene proprio in mente…

  • Reply
    Federica
    10/15/2012 at 09:26

    Una tentazione crescente con quelle affascinanti foto passo passo 🙂 Che delizia il castagnaccio, una coccola autunnale scaldacuore. Un bacio, buona settimana

    • Reply
      Tommy
      10/16/2012 at 20:45

      Già, l’autunno che avanza… brbrbr questa mattina freddo umido… e domani sarà uguale!!!!
      Beh, preferisco l’estate…

      Buona settimana anche a te

  • Reply
    manuela e silvia
    10/15/2012 at 09:31

    Ciao, questa è la ricetta che più amiamo in assoluto! Un dolce semplice, ricco e tutto tradizionale! baci baci

    • Reply
      Tommy
      10/16/2012 at 21:02

      Anche a noi piace, in casa è obbligatorio prepararlo in questo periodo!

      Buona settimana

  • Reply
    Babi
    10/15/2012 at 09:39

    Foto assolutamente affascinanti! In famiglia si litiga sempre sull’altezza e sulla consistenza del castagnaccio… ognuno ha la sua versione. Ma da oggi ho la vostra ricetta ufficiale, quindi niente discussioni 🙂 Non vedo l’ora di prepararlo, grazie mille ragazzi, buona settimana!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:03

      Noi lo prefeiramo basso… e se è croccante meglio ancora… 🙂
      Buona settimana anche a te cara Babi.

  • Reply
    Cucina che ti passa - Rumi-
    10/15/2012 at 09:41

    Ecco il famoso castagnaccio! L’ho sempre sentito nominare ma non l’avevo mai visto, ma adesso che l’ho visto amore fù!
    Ilaria cara COMPLIMENTI per la gustosa ricette e per le splendide foto! Il proverbio poi è perfetto ahah
    Un buon inizio settimana e bacioniii

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:04

      Che vuoi farci… si dice che nei proverbi stanno spesso le verità… ma io mica sono tanto d’accordo con questo detto della castagna… 🙂
      Buona serata.

  • Reply
    Le Ricette di Tina
    10/15/2012 at 09:47

    Stupendo ragazzi questo castagnaccio!mai provato!!Ha un aspetto delizioso il vostro!Ciao buona settimana

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:06

      In Toscana lo si prepara sempre in questa stagione. Dare delle dosi precise è difficile perchè, come si dice dalle nostre parti, bisogna sempre regolarsi un po’ a occhio per la consistenza. 🙂
      Un bacio.

  • Reply
    Cinzia
    10/15/2012 at 09:47

    Splendide foto:-) ed ecco il famoso castagnaccio che non conoscevo:-) Complimenti, un forte abbraccio e buon lunedì, CInzia

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:07

      Eccolo qua… il “famoso castagnaccio” ha fatto capolino nel blog… 😉
      Un abbraccio tesoro.

  • Reply
    Babe
    10/15/2012 at 09:51

    Quanto amore ho per il castagnaccio! Insieme alla farinata di ceci sono tra i piatti che faccio più di frequente. Semplici ma con un gusto assolutamente strepitoso.
    Ottima idea!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:08

      Semplice, anzi semplicissimo… il castagnaccio è quasi una non ricetta da quanto è semplice da preparare.
      Un bacione.

  • Reply
    Ely
    10/15/2012 at 10:07

    Il Castagnaccio me l’aveva fatto assaggiare per la prima volta Paolo, un caro amico di Pontassieve. Da quel momento per me è stato amore!! Che meraviglia, davvero notevole!! Un abbraccio forte forte e un inizio settimana stupendo, carissimi!!! 😀

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:09

      Sono stata ieri sera a Pontassieve… che coincidenza!!
      Il profumo di castagne è davvero il massimo… tutta la casa si riempie di questo profumo irresistibile mentre il castagnaccio cuoce nel forno.
      Buona notte tesoro.

  • Reply
    ombretta
    10/15/2012 at 10:10

    Una bontà il castagnaccio io lo adoro e tante volte c’è lo mangiamo tutto io e mia mamma:) me lo ha fatto conoscere lei!!!!
    Buon inizio settimana e baci

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:10

      Ho scoperto con questa rubrica che il castagnaccio lo si prepara anche in altre regioni… pensavo che fosse un dolce tipico toscano! 🙂
      Le mamme conoscono sempre tutte le cose più buone…
      Un bacione tesoro.

  • Reply
    ELENA
    10/15/2012 at 10:16

    perfetto e inserito!!! Adoro il castagnaccio

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:11

      Grazie Elena per averci incluso. E’ un vero piacere partecipare al tuo contest.

  • Reply
    In cucina da Eva
    10/15/2012 at 10:45

    le tue foto sempre splendide! complimenti e da buon toscano non poteva mancare il castagnaccio! l’adorooo

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:13

      Hai ragione, in Toscana il castagnaccio non manca mai. Grazie mille per i complimenti carissima.

  • Reply
    Claudia
    10/15/2012 at 11:17

    Non l’ho mai mangiato.. ma per ciò che c’è dentro.. credo mi piacerrebbe! 🙂 buon lunedì.. baci

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:14

      Volendo si possono anche aggiungere le noci… così il sapore ne guadagna ancora un po’… 🙂
      Un bacione.

  • Reply
    Semplicemente Buono
    10/15/2012 at 11:17

    Sinceramente dobbiamo ammettere di non aver mai assaggiato il castagnaccio. Adesso con le diverse ricette presentate quest’oggi ci metteremo sicuramente all’opera!
    Tantissimi complimenti.
    Elisa e Laura

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:15

      Dovete rimediare allora… almeno una volta lo dovete assaggiare.

  • Reply
    loredana
    10/15/2012 at 12:16

    Ecco il vero castagnaccio!!! 🙂
    Nella mia vita mi hanno rifilato di tutto con questo nome e mi sono sempre chiesta come dovesse essere realmente…adesso lo so!!! 😉

    ciao loredana

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:17

      La ricetta del castagnaccio è davvero molto semplice, quasi una non ricetta. Anche a Firenze si trovano però castagnacci davvero molto strani, molto meglio prepararselo in casa.

  • Reply
    Caro
    10/15/2012 at 12:33

    non ho mai avuto l’occasione di assaggiarlo, ma scommetto che è buonissimo!! 🙂 è bellissima la sequenza di foto con la goccina che cade! 😀 davvero artistica! 😉 un bacione, buona settimana ragazzi 🙂

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:18

      E’ Tommy quello “fissato” con le gocce… le fotograferebbe tutte le volte… 🙂
      Un bacione.

  • Reply
    donaflor
    10/15/2012 at 13:50

    eccco ragazzi….vi stavo proprio aspettando con il vostro famoso castagnaccio toscano… lo devo fare…lo devo fare quanto prima! ma si può…? sempre sentito nominare e…mai mangiatoooooo!!!
    e poi come lo avete presentato….foto sublimi! bravissimiiiii!
    un bacione e buona settimana

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:19

      Lo devi assaggiare proprio, almeno una volta va provato! Rimarrai estasiata dal suo profumo.
      Buona settimana anche a te.

  • Reply
    2 Amiche in Cucina
    10/15/2012 at 15:04

    mai preparato e neanche mai mangiato, mi avete fatto venire voglia di provare, un bacio e buona settimana

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:20

      Devi proprio provarlo… scommetto che ti piacerebbe.

  • Reply
    Silvana Albamonte
    10/15/2012 at 16:01

    Adoro la le ricette tradizionali! Riescono sempre bene! Complimenti! Buona settimana. silvana

  • Reply
    Silvana Albamonte
    10/15/2012 at 16:03

    Nel commento c’è una “la” di troppo.. Pardon

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:24

      Non ti preoccupare… capita di fare qualche piccolo errorino di battitura… siamo sempre di fretta! 🙂
      Buona settimana anche a te.

  • Reply
    Stefania
    10/15/2012 at 16:09

    questo è uno dei miei dolci preferiti, ma la maga nel farlo è mia mamma e ogni volta che riesco a tornare a casa me lo fa torvare bello pronto per me, un abbraccio

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:25

      Anche mia mamma lo prepara spesso, potrei definirla anch’io la maga del castagnaccio… Ahahahah!!!
      Un bacione.

  • Reply
    elly
    10/15/2012 at 16:52

    I vostri proverbi son troppo forti!! Ero stata tentata anche io di fare il castagnaccio… come per la panzanella la paternità non si capisce bene! E allora ho riversato su altro!
    A me il castagnaccio piace un sacco e mi riporta sempre ai tempi di quando ero bambina che si trovava sempre nel banco del fornaio… “Mi dai 30 lire di castagnaccio???” . Ecco a questo punto ho scoperto la mia vera identità di “nonna”! Ma è di un buono e tu ce lo hai regalato in tutta la sua preziosità! Altro che piatto dei poveri!!!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:29

      Si scopre sempre qualcosa di nuovo… Ma sai che non sapevo si preparasse il castagnaccio anche nel Lazio?! Mi sa che abbiamo molte ricette in comune… 🙂
      Il profumo di castagne che si diffonde per tutta la casa è impareggiabile.

  • Reply
    Nadina
    10/15/2012 at 20:27

    Semplicemente fantastico…..e foto meravigliose! Bravissima

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:31

      Grazie Nadina, sei troppo gentile.

  • Reply
    carla emilia
    10/15/2012 at 21:12

    Ciao carissimi, sapete che il castagnaccio si fa anche in Liguria, soprattutto nelle zone di confine con la Toscana ma anche in tutto il levante, però non ci mettiamo il rosmarino. Io ci vado matta! Bacioni

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:32

      Nelle zone di confine ci sono spesso ricette che oltrepassano i confini regionali, il castagnaccio pare essere proprio no di questi casi.

  • Reply
    artù
    10/15/2012 at 21:27

    Che dire … mi incantano le foto dei vostri post, ogni volta rimango a bocca aperta per la bellezza delle ricette e la presentazione fotografica. Un bel applauso ai vostri proverbi: grandi verità!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:33

      No, non mi mollare sul proverbio della castagna cara Artù! 🙂 Mica vogliamo darla vinta a questi maschietti che vedon sempre la magagna ovunque…
      Un bacione tesoro. A presto.

  • Reply
    elena
    10/15/2012 at 21:43

    Foto strabilianti…favolose! Bravissimi!
    Questa versione con uvetta e pinoli è la mia preferita,!
    Certo che il detto sulle donne non è carino, guarda Tommi che lo so che è opera tua…..
    Bravissimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:36

      Però quel detto può anche essere letto in chiave positiva… perché non bisogna lasciarsi ingannare dalle apparenze in quanto spesso le donne più belle non sono poi così speciali se le guardi dentro. Ovviamente presenti escluse… 😛
      Un bacione!

  • Reply
    sabrina
    10/15/2012 at 22:48

    Complimenti per la ricetta e per le foto passo passo. Bravi! Queste sono le cose che si fanno con piacere e si nota!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:37

      Io e Tommy non lo prepariamo spesso il castagnaccio, ma mia mamma ce lo propone ogni tanto. E’ una ricetta molto semplice da preparare e allora ci siamo lasciati prendere la mano con le foto… 🙂

  • Reply
    Chiara
    10/15/2012 at 23:06

    le foto bucano lo schermo e mettono voglia di replicare questa ricetta, complimenti !

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:38

      Grazie Chiara, sei sempre troppo gentile.

  • Reply
    zonzolando
    10/16/2012 at 11:38

    Che ricordi questo dolce. E pensare che da piccola non mi piaceva. Adesso lo adoro. Io lo faccio leggermente più alto del tuo (che mi pare più basso di un dito) ma per il resto è uguale. Sai… ognuno ha la sua versione infallibile ehhehe Bacioni cara!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:39

      Noi lo preferiamo sottile, ci piace bello croccante. Però, sai come si dice… tutti i gusti son gusti… 🙂
      Basta aumentare o diminuire un po’ la dimensione della tortiera e tutti son felici… 🙂
      Un bacio tesoro.

  • Reply
    orodorienthe
    10/16/2012 at 12:04

    Ciao volevo invitarti al nostro concorso
    http://orodorienthe.blogspot.it/2012/10/buongiorno-tuttei-voi-e-con-viva-e.html

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:42

      Ma che bella idea… mi piace il vostro concorso. Penseremo a qualcosa e sceglieremo la spezia più adatta.
      Grazie mille per l’invito.

  • Reply
    delizia divina
    10/16/2012 at 12:34

    ottimo sembra perfetto!!!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:40

      Grazie! A noi piace sottile… quindi per noi era perfetto… 🙂

  • Reply
    Zenzero Blu
    10/16/2012 at 18:09

    Perfetto!! complimenti alla cuoca!!

    • Reply
      Ilaria
      10/16/2012 at 22:40

      Stavolta la cuoca ha fatto in fretta a preparare la torta… 🙂

  • Reply
    Kappa
    10/17/2012 at 14:43

    Wow bellissimo! l’ho mangiato solo uan volta e ne sono andata pazza!gnammy! rubo!! buona giornata cari!

    • Reply
      Ilaria
      10/17/2012 at 22:04

      Sicuramente non è un dolce che si può mangiare tutti i giorni, ma un pezzetto ogni tanto è il massimo… 🙂

  • Reply
    cinzia
    10/17/2012 at 16:29

    da fare subito!deve essere squisitissimo!!!

    • Reply
      Ilaria
      10/17/2012 at 22:05

      Il profumo è irresistibile…

  • Reply
    accantoalcamino
    10/23/2012 at 10:36

    Questo è per me IL CASTAGNACCIO, col rosmarino, come avevo imparato a fare quando vivevo in Toscana, le foto poi sono bellissime, appena finisco la mia dieta mi premierò con una bella fetta di castagnaccio, ciao.

    • Reply
      Ilaria
      10/23/2012 at 13:15

      Hai ragione, non può esserci castagnaccio senza il ramerino. E’ d’obbligo!! 🙂

  • Reply
    Piatto del mese (ottobre): il castagnaccio - E di Empoli
    10/27/2015 at 13:05

    […] Fonti: giallozafferano.it; mangiarebuono.it; collezioni.genusbononiae.it; nonsolopiccante.it. […]

  • Leave a Reply