Cucina regionale/ Dolci/ Natalizie/ Toscana

Ricciarelli di Siena

Ricciarelli

Ricciarelli di Siena

Adoro i dolci natalizi, in particolare il panforte e i ricciarelli di Siena. Sono una tentazione assolutamente irresistibile. E poi, pensandoci bene, perché dovrei resistere? Quindi ogni anno, più o meno in questo periodo, comincia la produzione (pressoché industriale) di panforte, panettone, pandoro, cavallucci, pan pepato… Questa volta vi lascio la ricetta dei ricciarelli di Siena, un dolce tipico natalizio a base di mandorle, zucchero e chiara d’uovo.

Ricciarelli

0 da 0 voti
Ricciarelli
Ricciarelli di Siena
Preparazione
1 d 1 h
Cottura
15 min
Tempo totale
1 d 1 h 15 min
 
I ricciarelli di Siena sono tipici biscotti natalizi che provengono proprio dalla città di Siena, ma si trovano praticamente in tutta Italia.
Piatto: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 6
Autore: Tommy
Ingredienti
  • 390 gr di mandorle sgusciate e spellate
  • 210 gr di zucchero semolato
  • 160 gr di zucchero a velo
  • 1 bustina di vanillina
  • la scorza grattugiata di mezza arancia
  • 2 albumi
  • ostie q.b.
Istruzioni
  1. Aiutandosi con il frullatore, riducete le mandorle in polvere. Aggiungete 150 gr di zucchero semolato e frullate ancora per qualche secondo, fin quando non avrete ottenuto un composto finissimo.
  2. In una terrina unite le mandorle macinate, lo zucchero semolato restante, la vanillina, la scorza di arancia e 100 gr di zucchero a velo. Amalgamate velocemente e aggiungete gli albumi leggermente sbattuti continuando a mescolare fino a ottenere un composto omogeneo.
  3. Prelevate un po' di pasta e con le mani formate dei rombi schiacciando leggermente le punte più lunghe. Disponete sopra alle ostie e lasciate riposare su una teglia da forno per 24 ore, coprendo con un panno leggermente umido.
  4. Passato il tempo, ritagliate le ostie in eccesso e infornate per 15 minuti circa a 60/70°C. I dolcetti devono solamente asciugarsi e formare delle piccole crepe in superficie. Cospargete di zucchero a velo.
    Ricciarelli

Potrebbe interessarti

24 Commenti

  • RIspondi
    artù
    10/22/2013 at 17:35

    perdonatemi stavo sbirciando le vostre ricette per portarmi avanti, ma tra gli ingredienti 160 gr di che cosa???
    “390 gr mandorle sgusciate e spellate 210 gr zucchero zucchero a velo 160 gr 1 bustina di vanillina la scorza grattugiata di mezza arancia 2 albumi ostie q.b.”

    ed ancora una domandina…le ostie sono proprio indispensabili, non saprei proprio dove reperirle….

    ps. ho trovato un sacco di ricette interessanti…inizierò a bombardarvi con le domande!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 21:49

      Il blog ci ha dato un po’ di problemi sulle vecchie ricette riformattandole (da solo!!!) tutte in modo strano, creando una successione di ingredienti invece delle liste… è come se avesse rimosso tutti gli a capo. Insomma, un vero macello. Ma non riesco mai a trovare il tempo di andare a rimettere tutte le vecchie ricette. Dovrò proprio farlo adesso che cominci a spulciare tra le vecchie ricette… 🙂
      Verifico e risistemo la lista degli ingredienti.
      Noi troviamo le ostie in drogheria, ma mi sembra che vengono vendute in fogli anche in farmacia.
      Buona serata.

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 21:50

      Ah… mi sono dimenticata. Ovviamente li puoi fare anche senza l’ostia, che serve solo come base.

  • RIspondi
    loredana
    12/21/2012 at 15:20

    Ho provato una ricetta, buona ma che non mi ha convinto molto nella cottura, la tua mi sembra un pò più corretta, ci riproverò con queste indicazioni!!

  • RIspondi
    cinzia
    12/28/2011 at 13:29

    come ti sono venuti bene!!non avevo proprio idea di come si facessero,copio e provo anch’io!

    • RIspondi
      Ilaria
      12/28/2011 at 15:30

      E’ importante che l’impasto non sia troppo compatto, altrimenti dopo la cottura risultano troppo duri.

  • RIspondi
    La Fata
    12/16/2011 at 00:55

    li ho sempre adorati!
    sono evergreen.
    li guardavo oggi al super, poi non li ho comprati perchè quelli industriali sono dolci e basta, senza alcun sapore.
    è un’ottima idea farli in casa!!!
    bravissima

    • RIspondi
      Tommy
      12/16/2011 at 13:57

      Ciao, anche io vado matto per i ricciarelli … effettivamente sono diversi da quelli industriali…

      Buona giornata!

  • RIspondi
    Monica - Un biscotto al giorno
    12/10/2011 at 16:33

    ma buoni!!!! devo assolutamente rifarli!

    • RIspondi
      Ilaria
      12/10/2011 at 18:40

      I Ricciarelli sono troppo buoni e non mancano mai sulle nostre tavole natalizie. Quest’anno è stata la prima volta che abbiamo provato a farli in casa e direi che meritano proprio il bis!!
      Buon fine settimana.

  • RIspondi
    Federica
    12/09/2011 at 07:33

    Per me sono come una droga! Mi aspettano nel week end :D! Un bacio, buon fine settimana

    • RIspondi
      Ilaria
      12/09/2011 at 10:57

      Anche per noi sarà un weekend all’insegna dei dolci natalizi. Con la scusa del blog quest’anno il Natale arriva prima in casa nostra…
      Buon fine settimana anche a te.

  • RIspondi
    ileana ReC
    12/07/2011 at 16:51

    Devono essere così buoni..

    • RIspondi
      Ilaria
      12/08/2011 at 19:14

      Confermiamo… sono una vera golosità.

  • RIspondi
    sabrina
    12/07/2011 at 16:23

    Dolcetti che sanno di Natale e di festività: da provare

    • RIspondi
      Ilaria
      12/08/2011 at 19:13

      Da noi sono diventati una vera tradizione natalizia…

  • RIspondi
    La cucina di Molly
    12/07/2011 at 15:00

    Che buoni i ricciarelli! I tuoi sono una meraviglia per come ti sono venuti! Complimenti! Ciao

    • RIspondi
      Ilaria
      12/08/2011 at 19:12

      Ogni anno quando ci avviciniamo al Natale non possiamo proprio resistere ai ricciarelli!

  • RIspondi
    Matteo
    12/07/2011 at 12:54

    Favolosi!!! Devo provali assolutamente!!! Anche le tue foto non sono niente male se ti interessa ho scoperto che l’azienda vincola santa cristina sta organizzando un concorso fotografico ti passo il link che non si sa mai..http://www.santacristina1946.it/stappaescatta

  • RIspondi
    Babi
    12/07/2011 at 09:42

    Sono perfetti. Mi segno ricetta e procedimento, non sapevo proprio del riposo di 24 ore. Grazie, li adoro, Babi

    • RIspondi
      Tommy
      12/07/2011 at 12:57

      Sì, alcuni fanno riposare 12 ore, altri 24. Io sono per la seconda.

  • RIspondi
    Elena
    12/07/2011 at 08:53

    ti sono venuti fuori benissimo, complimenti!!

  • Lascia un commento