Carne/ Cucina regionale/ Secondi piatti/ Toscana

Filetto all’uva

Filetto all'uva

Il filetto all’uva è un tipico piatto autunnale. Lo si prepara usando l’uva proveniente dalla vendemmia (particolarmente indicato è l’uso dell’uva nera). Il filetto all’uva è il protagonista dell’appuntamento di ottobre della rubrica l’Italia nel Piatto, che ci mostrerà alcuni piatti tipici regionali che vengono portati in tavola in questo particolare periodo dell’anno. Quindi non solo ricette regionali stavolta, ma anche ingredienti di stagione.

Filetto all'uva

Ci sono ingredienti che per la loro stagionalità è possibile usare solo in autunno, uno di questi è sicuramente l’uva. La ricetta toscana che forse tutta Italia conosce che usa questo frutto è la schiacciata all’uva (o panello all’uva), che avevamo già proposto negli anni precedenti.
Cercando qualche ricetta alternativa che potesse permetterci comunque di usare l’uva abbiamo pensato che, da buoni toscani, non potevamo farci scappare l’occasione di portare “po’ di ciccia” in tavola… e così abbiamo pensato a questo filetto all’uva. Dalle nostre parti (Valdarno aretino e bassa provincia di Firenze) questa ricetta non è molto diffusa, tuttavia è menzionata in numerosi libri di cucina, compreso “Il grande libro della vera cucina Toscana” di Petroni.

Filetto all'uva

Stavolta invece di un detto vi propongo una sorta di indovinello: chi sa cos’è…

L’ACCHIAPPACITRULLI*? 

4.97 da 29 voti
Filetto all'uva
Filetto all'uva
Preparazione
15 min
Cottura
20 min
Tempo totale
35 min
 
Il filetto all'uva è una tipica preparazione autunnale. Lo si prepara usando l'uva bianca e nera proveniente dalla vendemmia.
Piatto: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: carne
Porzioni: 4
Calorie: 353 kcal
Autore: Ilaria
Ingredienti
  • 400 g filetti di manzo Circa 4 filetti
  • 200 cl vino Chianti
  • 150 g uva rossa sangiovese
  • 50 g uva bianca trebbiano
  • 2 spicchi d'aglio
  • timo
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Istruzioni
  1. Cuocere i filetti di bistecca in una padella con un fondo d'olio. Girarli da entrambi i lati così che prendano colore, ma senza cuocere troppo in modo che l'interno dei filetti rimanga al sangue. Togliere dalla padella e conservarli al caldo.


  2. Preparare la salsa al vino. Nell'olio rimasto all'interno della stessa padella mettere abbondante timo, gli spicchi d'aglio interi e il vino rosso. Ridurre a fiamma viva. Aggiungere infine i chicchi d 'uva (sia nera che bianca) e cuocere per alcuni minuti.


    Filetto all'uva
  3. Unire i filetti, aggiustare di sale e pepe e cuocere per altri 5 minuti in modo da far aromatizzare la carne.


    Filetto all'uva
  4. Servire con la salsa di cottura.


    Filetto all'uva
Valori nutrizionali
Filetto all'uva
Quantità per porzione
Calorie 353 Calorie derivate da grassi 189
% della quantità giornaliera*
Grassi Totali 21g 32%
Grassi saturi 8g 40%
Colesterolo 70mg 23%
Sodio 52mg 2%
Potassio 463mg 13%
Carboidrati totali 10g 3%
Zuccheri 8g
Proteine 18g 36%
Vitamina A 0.5%
Vitamina C 2.5%
Calcio 1.7%
Ferro 15.1%
* I valori percentuali giornalieri sono basati su una dieta di 2000 calorie.

 

L’autunno con i suoi mille colori è sempre ricco di fascino, sono quindi davvero molto curiosa di scoprire cosa hanno preparato tutti i nostri amici in giro per l’Italia…

VALLE D’AOSTA: Fonduta valdostana di Cinzia ai fornelli
PIEMONTE: Ajà di La Casa di Artù
LOMBARDIA: Pàn de suca di Le Delizie della mia Cucina
TRENTINO ALTO ADIGE: Pappardelle al tartufo del Monte Baldo di A Fiamma Dolce
VENETO: Crostata di zucca di Le Tenerezze di Ely
FRIULI VENEZIA GIULIA: Strucolo de pomi di Nuvole di Farina
EMILIA ROMAGNA: Minestra di castagne di Zibaldone Culinario
LIGURIA: Stoccafisso in buridda di Un’Arbanella di Basilico
TOSCANA: Filetto all’uva di Non Solo Piccante
UMBRIA: Zuppa di farro e castagne di 2 Amiche in Cucina
MARCHE: Dolce con crema e visciole di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Pizz d’randinije e cill di In Cucina da Eva
MOLISE: Cotognata di La Cucina di mamma Loredana
LAZIO: Lenticchie con le salsicce di Chez Entity
CAMPANIA: Funghi di pioppo al pomodoro di I Sapori del Mediterraneo
PUGLIA: C’cozz patàn e fàv di Breakfast da Donaflor
BASILICATA: Cavatelli con la cicerchia di Pasticciando con Magica Nanà
CALABRIA: Chiodini e rositi fritti in pastella di Io Cucino così
SICILIA: Frascatela, cavolfiori stufati con pancetta di Cucina che ti Passa
SARDEGNA: Ciambelline sarde con marmellata di Vickyart Arte in Cucina

Per questo appuntamento con la cucina d’autunno si aggiunge il blog L’Eleganza del Polpo, che ha vinto riproponendo la ricetta di Yrma degli Spaetzle agli spinaci. La sua proposta per la rubrica di questo mese è Gramigna all’uovo con salsiccia e porcini.

* ACCHIAPPACITRULLI: Si tratta di un oggetto che viene presentato in grado di fare molte più cose di quelle che in realtà è in grado di fare. Un po’ come quegli oggetti tipici delle televendite, che in tv fanno tutto (compreso tagliare il metallo) e poi quando arrivano a casa non riescono neanche a tagliare la carta… 🙂

Con questo filetto all’uva partecipiamo al contest I piaceri della carne organizzato dal blog Il caffè delle donne

Contest I piaceri della carne

Potrebbe interessarti

61 Commenti

  • RIspondi
    Roberta
    11/02/2013 at 14:26

    Che belle foto!!! Bravissima!!! ^_^

    • RIspondi
      Ilaria
      11/02/2013 at 23:35

      Grazie mille!!!! I colori del piatto hanno aiutato tantissimo… 🙂

  • RIspondi
    sabrina
    10/23/2013 at 23:33

    Una ricetta da provare … mai assaggiata e tanto stuzzicante!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/24/2013 at 13:57

      E’ stato il primo assaggio anche per noi… non sapevo prima della ricerca fatta sui libri che questa ricetta fosse toscana.

  • RIspondi
    Cucina che ti passa - Rumi-
    10/23/2013 at 12:01

    Questo tipo di “ciccia” in tavola è sempre ben gradita!!!
    Un piatto stupendo, i colori li adoro davvero.
    un abbinamento perfetto *_*
    Bravissimi come sempre!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/23/2013 at 13:18

      Non siamo chiamati “cicciai” per niente il Toscana!! Ahahahah…
      Però anche a noi viene a noi il classico filetto alla griglia… e allora sotto con l’uva! I colori sono decisamente autunnali, mi è piaciuto il risultato, anche a me che sono sempre ipercritica! 🙂
      Un abbraccio.

  • RIspondi
    EdenStyle - Ricette, Dolci e Decorazioni
    10/23/2013 at 11:57

    Molto intrigante e raffinata come ricetta! Mi ha incuriosito molto, la proverò! 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      10/23/2013 at 13:17

      Te la consiglio soprattutto se sei a tavola con persone che amano il vino… 🙂

  • RIspondi
    Chicca
    10/22/2013 at 14:38

    Che spettacolo questo filetto all’uva!! a proprio un bell’aspetto, complimenti 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:48

      E’ stato sicuramente una delle più piacevoli scoperte di quest’ultimo periodo.
      Buona notte!

  • RIspondi
    Andy
    10/22/2013 at 13:06

    Simpatica questa ricetta, abbinare il vino rosso direttamente nel piatto con la carne rossa e’ uhna bella trovata. Non ci sono accenni all’abbinamento, che non dev’essere facile; o ci bevi lo stesso Chianti che hai usato per cucinarlo oppure ti devi inventare qualcosa: forse per evitare di aggiungere tannino su tannino, si potrebbe pensare a un bianco, uno tosto s’intende.

    E come contorno poi, che ci metti? Polenta, riso, gnocchi di pane, insalata, cicoria?

    Ciao

    • RIspondi
      Tommy
      10/22/2013 at 13:47

      Ciao Andy,
      considerando che è un piatto della tradizione, mi viene da dire che l’abbinamento più semplice sia quello di usare lo stesso vino usato per preparare il piatto (così abbiamo fatto noi). Abbiamo usato un Chianti Rufina. Per contorno? Per noi insalata 🙂

      Ciao ciao

  • RIspondi
    la cucina di Molly
    10/21/2013 at 22:45

    Mi piace molto accostare la frutta alla carne! Questo filetto preparato così è stupendo, complimenti! Un abbraccio!

    • RIspondi
      Tommy
      10/22/2013 at 13:48

      Grazie!! Anche a me piace molto accostare la frutta ai piatti in genere… adoro il risotto al melone 🙂

  • RIspondi
    Filomena
    10/21/2013 at 17:54

    Questo filetto è davvero invitante… bravissima 🙂

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    10/21/2013 at 15:11

    Acchiappacitrulli?Boh haahahahahahha…questo filetto me lo sto gustando con gli occhi bravissimi!!
    Per il contest ragazzi non ne sapevo niente!!L’altro giorno l’ho scoperto parlando con Vicky …ho in mente una ricetta da preparare quindi aspettatemi!!

    • RIspondi
      Tommy
      10/22/2013 at 13:49

      Ah ah ah l’acchiappacitrulli … beh, un diciamo che si può tradurre come “trabocchetto per persone poco furbe” … un po’ come l’acchiappamosche 🙂

  • RIspondi
    elly
    10/21/2013 at 13:13

    Gran bel piatto corposo Ilaria, d’effetto e sicuramente molto buono!! Ho notato che sei tu l’autrice, avevo pensato a Tommy, così come le pesche di Prato avevo pensato le avessi fatte tu invece l’autore è lui. Insomma siete due mitici cuochi, interscambiabili nei ruoli. E sempre bellissime ricette e belle fotografie. Anche se non sempre riesco a commentare… vi seguo. Un abbraccio grande grande!

    • RIspondi
      Tommy
      10/22/2013 at 13:51

      Ciao carissima!!! Diciamo che ci dividiamo i “lavori”. Ultimamente io sono poco presente sul blog, mi sono trasferito e in casa non ho ancora la linea ADSL. Spero di tornare al più presto 🙂
      Un abbraccio

  • RIspondi
    segreti casalinghi
    10/21/2013 at 11:55

    per me e’ nuovissima questa ricetta ….. ma che golosa che dev’essere da provare di sicuro!! 🙂 un bacio e buona giornata!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:45

      E’ stata una piacevole scoperta anche per noi. Non l’avevamo mai visto neanche in nessun ristorante o trattoria tipica fiorentina. Chissà, magari è uno di quei piatti di una volta che poi era finito nel dimenticatoio…
      Buona notte!

  • RIspondi
    loredana
    10/21/2013 at 07:25

    Un piatto da ristorante!
    Complimenti davvero, mi piace sempre l’abbinamento del filetto con la frutta, questo è semplicemente fantastico.

    Divertente l’indovinello! 😉

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:44

      E’ la prima volta che proviamo il filetto con la frutta. Devo dire che siamo rimasti davvero soddisfatti… a breve faremo il bis! 🙂

  • RIspondi
    speedy70
    10/21/2013 at 00:12

    raffinata e deliziosa, bravissima!!!!

  • RIspondi
    donaflor
    10/20/2013 at 23:38

    eh si si…questo è un Sig. Piatto!
    un piatto succulento ricco di profumo e raffinato…con quell’uva il colore del piatto è stupendo!
    un bacione

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:43

      Non avevo mai preparato questo piatto, è stata una piacevolissima scoperta anche per noi. Il colore poi si abbina benissimo a questa stagione.
      Un bacio anche a te!

  • RIspondi
    daniela64
    10/20/2013 at 23:07

    Un piatto ricco e sfizioso , ricetta favolosa. Buona serata Daniela.

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:42

      Grazie Daniela, sei sempre molto gentile.
      Un bacio.

  • RIspondi
    Inco
    10/20/2013 at 22:10

    Che specialità con l’uva!
    Il sughetto deve essere buonissimo .
    Belli quei due grappoilini d’uva da vino. Quanto darei per assaggiarli, è da un po’ di anni che non provo uva da vino.
    Squisita!
    Un abbraccio e buonanotte.
    Inco

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:40

      Non conoscevamo questa ricetta toscana ma per fortuna l’abbiamo scovata… ci è piaciuta davvero molto.
      Di solito io uso l’uva da vino rossa per la schiacciata, difficilmente la mangio da sola come frutto. Per questo preferisco quella da tavola.
      Buona notte!

  • RIspondi
    carla emilia
    10/20/2013 at 20:26

    Un piatto perfetto, cari ragazzi. Sono già lì che mi godo profumi e sapori! La ricetta è già nella mia testa, la realizzerò la prossima settimana spero, ma per fortuna ho ancora tempo! A presto, bacioni

    • RIspondi
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:38

      Il profumo dell’uva ha invaso la cucina e si è integrato davvero molto bene alla carne.
      Se ami i contrasti questo piatto ti piacerà sicuramente.
      Un bacio anche a te!

  • RIspondi
    Carla
    10/20/2013 at 19:19

    Un piatto di carta veramente molto succulento!!!
    Bravissimi
    Bacioni

    • RIspondi
      Carla
      10/20/2013 at 19:20

      scusatemi volevo scrivere di CARNE ovviamente!!!

      • RIspondi
        Ilaria
        10/22/2013 at 14:28

        Ovviamente… 🙂
        Ogni tanto si scrivono di quegli strafalcioni… un po’ per la fretta un po’ per le correzioni automatiche che certi dispositivi applicano.
        Un bacio.

  • RIspondi
    Sara
    10/20/2013 at 18:59

    Le foto rendono perfettamente la succosità della carne… che secondo meraviglioso… con un chiletto di pane toscano d’accompagnamento…

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 19:09

      Ciao Sara, è un vero piacere averti con noi in questo appuntamento autunnale con la cucina regionale.
      La carne assorbe davvero molto il sapore e il profumo dell’uva… un piatto che rifaremo sicuramente.
      Buona domenica.

  • RIspondi
    Nadina
    10/20/2013 at 17:19

    wow …. un piatto buonissimo … ricetta strepitosa!!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:42

      Grazie cara!! Confermo che era davvero buono.

  • RIspondi
    Pasquale Alberico
    10/20/2013 at 16:06

    Bellissima ricetta e curioso di questo gusto nuovo per me.
    spero di farlo quest’anno:-)
    a presto

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:40

      Mi raccomando, l’uva deve essere quella piccola… e se hai voglia di togliere i semini ancora meglio! 🙂
      A presto!

  • RIspondi
    2 amiche in cucina
    10/20/2013 at 15:14

    qui da noi si fanno le salsicce con l’uva, il filetto ha un aspetto meraviglioso, e bellissimi i suoi colori autunnali. Giusto rispettare la stagionalità degli ingredienti, si ottengono piatti più sani e gustosi, un bacio

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:38

      Anch’io sono rimasta molto colpita dal colore che ha assunto la carne al termine della cottura. E’ diventata una vera ricetta autunnale… 🙂

  • RIspondi
    Yrma
    10/20/2013 at 14:41

    Riuscite sempre a proporre piatti che mi fanno gola!Persino la carne che non mi appassiona..beh con l’uva è tutto un altro mondo! Segno la ricetta al volo perchè ho quintali di uva in frigo!!!e questa preparazione mi affascina per il contrasto dolciastro. Bravissimi!!Buona Domenica!Bacioni

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:37

      Il sapore dolce dell’uva è assorbito in pieno dalla carne e la rende davvero molto particolare.
      Buona domenica anche a te.

  • RIspondi
    elena
    10/20/2013 at 13:30

    ma lo sai che il filetto all’uva non l’ho mai fatto ma nemmeno mai assaggiato??? devo rimediare subito.buona domenica

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:36

      Abbiamo scoperto in questi giorni che si trattava di una ricetta toscana e allora non potevamo non prepararlo per questo appuntamento della cucina regionale.

  • RIspondi
    In cucina da Eva
    10/20/2013 at 12:59

    mangiati ma mai preparati di persona! seguirò la tua ricetta!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:35

      E’ una ricetta davvero molto facile da preparare e poi ci vuole davvero pochissimo tempo.

  • RIspondi
    Inco
    10/20/2013 at 12:18

    Come sarà profumato! 🙂
    Mmmh…che buono questo filetto!!!!
    Troppo invitante, troppo troppo troppo!
    Un abbraccio e buona domenica,
    Incoronata.

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:29

      E’ davvero molto molto profumato… assorbe tutto il profumo e il sapore dell’uva.

  • RIspondi
    elena
    10/20/2013 at 11:59

    questa fantastica ricetta la conserverò tra le mie più care, il filetto è un taglio pregiato e con questa preparazione l’avete esaltato al meglio, la proverò di certo!!!! grazie!
    ..uhm… acchiappacitrulli??? per fortuna mi avete lasciato la soluzione…non ci sarei mai arrivata! un bacione!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:28

      Il filetto è un taglio di carne così prelibato che esalta tutte le preparazioni. E poi la carne così morbida piace sempre a tutti.
      Un bacio.

  • RIspondi
    vickyart
    10/20/2013 at 11:20

    questo mi mancava! mai fatto, certo che cn l’uva sangiovese 😀 deve essere ottimo!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:12

      Anche noi l’abbiamo provato per la prima volta, ma devo dire che è davvero buono con quel profumo quel saporino dolce che assorbe durante la cottura.

  • RIspondi
    artù
    10/20/2013 at 11:16

    bellissima la ricetta!!! davvero una delle mie preferite del giro di oggi! ogni volta nomino tra me e me le tre best….e stavolta una delle tre è la vostra!!!

    che forte l’indovinello!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:10

      Grazie tesoro. Davvero un bellissimo apprezzamento.

  • RIspondi
    Cinzia
    10/20/2013 at 10:26

    Una ricetta fantastica!! Complimenti, io non amo l’uva, ma in questo contesto deve essere deliziosa!!! Bacione e buona domenica

    • RIspondi
      Ilaria
      10/20/2013 at 18:09

      Non dirmelo che non ti piace l’uva… non è possibile, è così dolce… 🙂
      Il sapore dell’uva si sente molto, aromatizza in modo molto marcato al carne… quindi mi sa che questa ricetta non sarebbe perfetta per te. 🙁
      Un bacio.

    Lascia un commento