Pane & co.

Ciabatta

Ciabatta

Ciabatta

E’ proprio vero che al profumo del pane non si resiste e neanche alla tentazione di provare a farlo in casa. Stavolta il profumo di pane ci ha fatti imbattere nella ciabatta. Non avrei mai immaginato che la ciabatta richiedesse un metodo così particolare per la stesura dell’impasto, tutto rigorosamente a mano!!!

La ciabatta è un tipico pane dalla forma schiacciata e allungata caratterizzato da una crosta croccante e un interno molto alveolato.

Ciabatta

Ho sempre legato la ciabatta alle mie vacanze sulla neve perché la comprava sempre mia mamma per la copiosa cena degli sciatori (io e mio babbo, in Toscana si chiama così…) che rientravamo dalle piste stanchi e affamati. In quegli anni non ricordo di averla mai vista nei nostri panifici di paese. Poi con gli anni è stato sempre più facile trovare la ciabatta in commercio.

Non sapevo però che la ciabatta fosse nata ad Adria, in provincia di Rovigo.

Ciabatta

La ricetta è tratta dal libro “Panificando” una sorta di Bibbia per la panificazione. L’avevamo comperato tanto tempo fa, poi tra i mille impegni il pane era sempre passato in secondo piano, lasciandoci tentare solo dai panini all’olio e dalle mantovane… ma adesso che i forni si riaccendono con grande piacere ci daremo anche noi alla panificazione.

Ciabatta
Recipe Type: Pane
Cuisine: Italiana
Author: Ilaria
Ingredients
  • Per la biga
  • 500 gr di farina manitoba
  • 270 gr di acqua
  • 5 gr di lievito di birra
  • Per la ciabatta
  • 100 gr di farina 00
  • 130 gr di acqua
  • 1 gr di lievito di birra
  • 5 gr di miele
  • 5 gr di sale
Instructions
  1. Preparate la biga. Setacciate la farina nella ciotola della planetaria, sciogliete il lievito di birra in poca acqua tiepida e iniziate a impastare a velocità ridotta aggiungendo gradualmente l’acqua. Coprite con una pellicola e fate riposare per 20 ore.
  2. Recuperate la biga e impastate assieme a tutti gli ingredienti rimanenti lasciando da parte il sale e il 20% dell’acqua. Impastate alla minima velocità per 5 minuti. Unite il sale eversate lentamente la rimanente acqua. Continuate a impastare per altri 10 minuti aumentando la velocità (vel.2).
  3. Fate riposare l’impasto in una ciotola di vetro unta per 40 minuti.[img src=”https://www.nonsolopiccante.it/wp-content/uploads/2013/10/Ciabatta-6.jpg” alt=”Ciabatta” width=”576″ height=”576″ class=”aligncenter size-full wp-image-15198″]
  4. Trasferite l’impasto su una spianatoia ben infarinata e dividete in base alla pezzatura desiderata. Mettete i pezzi di pasta a lievitare sulla spianatoia (la parte con il taglio dovrà essere rivolta verso l’alto) per altri 40 minuti.
  5. Girate la pasta e allungatela delicatamente con le mani. Trasferite le ciabatte così create su una teglia con carta forno.[img src=”https://www.nonsolopiccante.it/wp-content/uploads/2013/10/Ciabatta-7.jpg” alt=”Ciabatta” width=”576″ height=”576″ class=”aligncenter size-full wp-image-15199″]
  6. Cuocete in forno statico preriscaldato a 230°C per 20 minuti (mettendo nella parte bassa del forno una ciotolina piena d’acqua). Se non riuscite a infornare tutte le ciabatte assieme vi consiglio di tirare la pasta solo immediatamente prima di cuocere le ciabatte.[img src=”https://www.nonsolopiccante.it/wp-content/uploads/2013/10/Ciabatta-1.jpg” alt=”Ciabatta” width=”576″ height=”384″ class=”aligncenter size-full wp-image-15193″]

 

You Might Also Like

37 Comments

  • Reply
    Claudia
    10/17/2013 at 12:42

    Bè.. vi son venute spettacolari.. che bell’alveolatura.. e ho idea che lacrosticina sia bella croccante!!!! Io devo provare a farlecon il lievito madre.. smackkkk

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:20

      A me piace in particolare il pane con poca mollica e quindi la ciabatta fa proprio al caso mio.
      La prossima volta proverò anch’io con il lievito madre… occorre qualche esperimento nuovo per i prossimi mesi invernali…

  • Reply
    Babe
    10/17/2013 at 14:22

    No vabbé sembra comprata porca miseria!
    Una meraviglia!

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:22

      La prossima volta devo aumentare la larghezza… non avevo idea che l’impasto si allungasse così tanto tirandolo con le mani.
      Un bacio e buona domenica.

  • Reply
    Mary
    10/17/2013 at 14:29

    Preparare il pane in casa è sempre una bellissima soddisfazione, poi, quando i risultati sono questi..la soddisfazione vale il doppio 🙂
    Un abbraccio !

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:24

      Il pane è, almeno per me, anche causa di grandi insuccessi… ma mai arrendersi!
      Un bacio.

  • Reply
    Erica Di Paolo
    10/17/2013 at 15:49

    Mi piaceeeeeeeeeeeeeee…… la voglio provare!!!!! Segnata e archiviata!! ; )

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:25

      Te la consiglio davvero… 🙂

  • Reply
    2 amiche in cucina
    10/17/2013 at 16:42

    queste le devo provare assolutamente, a Milano Golosa ho comprato il salame di chianina e dentro a queste ciabatte deve starci benissimo. Prelevo il banner del contest per non dimenticare

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:27

      Con l’affettato la ciabatta sta benissimo… con la poca mollica che ha è ideale!
      Ti aspettiamo… 🙂
      Un bacio e buona domenica.

  • Reply
    Nadia
    10/17/2013 at 20:40

    Bellissima complimenti !!!!!!
    Un abbraccio :-)))

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:28

      Grazie mille!!
      Un bacio e buona domenica.

  • Reply
    Le Ricette di Tina
    10/17/2013 at 23:00

    Ciao ragazzi ma quant’è bella sta ciabatta??????Fantastica bravissimi!!

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:29

      Ciao cara, grazie per essere passata.
      Buona domenica!

  • Reply
    Chiara
    10/17/2013 at 23:05

    è riuscita più bella di quelle della panetteria! Un abbraccio…

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:31

      Il grande vantaggio è che hai il profumo di pane in casa e che puoi smangiucchiartene un pochina quando è ancora calda… 🙂
      Buona domenica.

  • Reply
    vickyart
    10/18/2013 at 00:22

    sono perfette! adoro questo pane lo faccio spesso anche io è bello facile soffice e leggero! p.s. ripasso ho un periodo proprio pieno pieno pieno di cose 🙁

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:32

      A me è già venuta voglia di rifarle!! 🙂
      Non me lo dire, io non riesco a trovare tempo per niente ultimamente.
      Buona domenica.

  • Reply
    Roz
    10/18/2013 at 03:48

    How beautiful (che bella!) Ilaria! The bread in Italy is to die for! I would love to be able to bake bread (pane) as you have done here with your Ciabatta! I look forward to my return to Italia in May (to Rome, Italy, and Modena), for all of it’s beauty and culinary delights such as the breads!!! Mmmmmm! You are so fortunate and I thank you for sharing your recipe!

    xo
    Roz

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:35

      I couldn’t leave without bread. It is a real problem when I stay abroad for some days… I love it too much!
      Italy is very famous for bread and every region has its typical types of bread… even if some of them can be found everywhere, as for ciabatta.
      Have a nice Sunday.

  • Reply
    Silvia
    10/18/2013 at 16:26

    bellissima… chissà se riuscirò mai ad ottere un’alveolatura così……. se la volessi provare a fare con il mio licoli quanto ne servirebbe? circa 20 g?

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:38

      Non sono bravissima con le conversioni da lievito di birra a licoli o pasta madre… ma secondo me ne occorre di più.
      Ho in mente di provarci anch’io… mi sa che devo mettermi a fare due conti… :-/
      Buona domenica!

  • Reply
    ada.p
    10/18/2013 at 21:24

    Che bella! Certo che riuscire a fare una ciabatta così a casa è straordinario. Complimentissimi! Nel forno di casa si possono cuocere queste meraviglie? Non ci posso credere. 🙂

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:42

      Anche dai forni di casa possono venir fuori meraviglie… hai proprio ragione.
      È stato davvero divertente preparare queste ciabatte, anche perché non serve alcuna tecnica particolare per formare la ciabatta.

  • Reply
    patrizia
    10/19/2013 at 08:17

    Ma fai concorrenza ad un panificio!!!!sono bellissime. Non sapevo che la ciabatta fosse stata inventata ad Andria: grazie per la notizia ma soprattutto per la ricetta!
    Buon fine settimana
    Patrizia di Cucina con Dede

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:44

      Ciao Patrizia, benvenuta nel nostro blog.
      Forse per la farina che sono in grado di sparpagliare ovunque la nostra cucina sembrava proprio un panificio… 😉
      Buona domenica.

  • Reply
    sabina
    10/19/2013 at 12:55

    ma Ilaria l’hai davvero fatta tu??? è bellissima, perfetta direi, lievitata bene bene, complimenti sei stata troppo brava
    un bacione
    sabina

    • Reply
      Ilaria
      10/19/2013 at 19:47

      Non è stato difficile, pensavo che lo sarebbe stato di più leggendo le spiegazioni sul libro… ma poi è stato abbastanza facile stirare quei filoncini.
      La consistenza dell’impasto è davvero molto strana, molto bagnato… ma dice che sia proprio questa percentuale alta di acqua a creare degli alveoli così grandi.
      Un bacio e buona domenica.

  • Reply
    Miria Dueamicheincucina
    10/20/2013 at 11:11

    il profumo di questa ciabatta sta invadendo la mia cucina

  • Reply
    2 amiche in cucina
    10/20/2013 at 15:17

    sono meravigliose, mangiate a pranzo, da rifare sicuramente

    • Reply
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:50

      Sono davvero felice che ti siano piaciute. Mi fai venire una voglia di rifarle…… 🙂
      Buona notte!

  • Reply
    Terry
    10/21/2013 at 15:38

    Mamma mia cosa sono queste ciabatte!!!! Perfette direi

    • Reply
      Ilaria
      10/22/2013 at 23:51

      Grazie tesoro! Sono state anche molto divertenti e facili da preparare.
      Buona notte!

    Leave a Reply