Cucina regionale/ Dolci/ Toscana

Cenci di Carnevale

cenci

I cenci di Carnevale sono una versione toscana delle classiche frappe. Si preparano in questo periodo dell’anno, sono semplici e veloci. La ricetta che vi proponiamo proviene dalla Lunigiana, dove i miei zii un tempo avevano un forno.  Qui troverete invece un’altra versione, che abbiamo pubblicato lo scorso anno, che proviene direttamente dalla nonna di Ilaria.

La preparazione dei cenci di Carnevale prevede, almeno in questa ricetta, l’utilizzo di un buon vinsanto toscano, che può tranquillamente essere sostituito con altrettanto vino bianco. Se gradite potete aumentare la quantità di zucchero nell’impasto, ma personalmente li preferisco così, anche perché aggiungendo lo zucchero a velo sulla superficie si rischia poi di avere dei cenci troppo dolci.

5 da 4 voti
cenci
Cenci di Carnevale
Preparazione
30 min
Cottura
30 min
Tempo totale
1 h
 
Piatto: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 8
Autore: Tommy
Ingredienti
  • 500 gr di farina 00
  • 50 gr di burro
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 1 bustina di lievito
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 bicchiere di vinsanto
  • 1 pizzico di sale
  • 50 gr di zucchero
  • la scorza di un limone
  • zucchero a velo
Istruzioni
  1. Disponete su una spianatoia la farina a fontana assieme al lievito setacciato.
  2. Incorporate le uova, il burro fuso intiepidito, il vinsanto, lo zucchero, il sale e la scorza di limone grattugiata.
    cenci
  3. Con un coltello aprite il baccello di vaniglia, raschiate l'interno e aggiungete all'impasto, che dovrà risultare, liscio, morbido ma non appiccicoso.
  4. Stendete l'impasto con un matterello allo spessore desiderato, tagliate a strisce di 10 cm per 3 cm e friggete in abbondante olio caldo. Scolate e cospargete di zucchero a velo.
    cenci

 

Potrebbe interessarti

58 Commenti

  • RIspondi
    marisa
    02/05/2013 at 23:58

    Proprio come piacciono a me….piene di bollicine! Un bacione carissima

    • RIspondi
      Tommy
      02/06/2013 at 13:22

      Anche io li preferisco sottili, croccanti e pieni di bollicine!

      Un abbraccio!

  • RIspondi
    Caro
    02/03/2013 at 16:59

    Hanno un aspetto golosissimo! 🙂 dai mi hai convinto, il prossimo Carnevale metto un fornelletto in giardino e le friggo anch’io! 😀 buona serata Ila! 😉

    • RIspondi
      Ilaria
      02/03/2013 at 23:07

      Sai già che il fritto è troppo buono, che te lo dico a fare… 🙂 Io invece proverò la versione al forno.
      Buona notte.

  • RIspondi
    Beatrice
    02/02/2013 at 12:47

    Adoro i cenci! In settimana vorrei proprio farli!

  • RIspondi
    delizia divina
    02/01/2013 at 21:05

    che buoni…troppo golosi!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:43

      Peccato che finiscano sempre troppo in fretta… 🙂

  • RIspondi
    cinzia
    02/01/2013 at 17:28

    eh già a vederle sono friabilissime.. e tanto appetitose:)
    proprio poco fa ho fatto il mio primo impasto per chiacchiere, che devo ancora cuocere. ho seguito una ricetta bimby, dosi leggermente differenti e soprattutto la grappa, una cosa da noi moooolto “aborigena” 🙂

    Un abbraccio!

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:43

      I cenci (ma immagino che dalle tue parti abbiano un altro nome) sono buonissimi appena fritti… immagino quindi che scorpacciata ne avrete fatto questa sera. Sono curiosa di vederli nei prossimi giorni nel tuo blog.
      Ciao carissima, ti auguro un buonissimo fine settimana.

  • RIspondi
    carla emilia
    01/31/2013 at 22:09

    Ciao ragazzi, questi cenci sono da divorare sull’istante, sono leggerissimi, siete davvero bravi! Buon we, bacioni

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:41

      Sarà per questo che sono volati via dal vassoio in un battito di ciglia?!

  • RIspondi
    ficoeuva
    01/31/2013 at 21:49

    prossimi anche noi a prepararli, i tuoi hanno un aspetto delizioso!
    ciao ficoeuva

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:38

      Sono curiosa di scoprire anche la vostra ricetta.

  • RIspondi
    Elly
    01/31/2013 at 20:51

    Quante belle ricette di frappe… di cenci, come dite voi! Sono talmente tanti anni che non le preparo e ogni volta mi imbatto in una ricetta e mi dico… questa è buonissima… no è meglio quest’altra… e vorrei provarle tutte! Certo che voi però mettete delle foto che si fanno mangiare già dal video!!! Quella è una dolcissima montagna di cenci!!!

    • RIspondi
      Inco ♥
      01/31/2013 at 21:26

      Sono bellissimi, allegri e fotografati alla grande.
      Ne prendo un po’ ne vado matta.
      Viva il carnevale e complimenti Ilaria sei carinissima.
      Un bacio e grazie di essere passata da me.
      Incoronata

      • RIspondi
        Ilaria
        02/01/2013 at 22:40

        Hai ragione… questi dolcetti mettono sempre allegria.
        Anche a me piacciono tantissimo, ogni anno li devo fare altrimenti non mi sembra neanche Carnevale.
        E’ un vero piacere passare da te e scoprire tutte le tue delizie!
        Un bacio.

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:38

      E come non buttarsi a capofitto in una montagna di cenci… o frappe?!
      Sai che ti consiglio cara Elly? Potresti cominciare da una parte e testare le varie ricette… noi veniamo volentieri a fare da cavie e magari ci portiamo anche la paletta per votare la ricetta che ci piace di più! 🙂
      Un abbraccio e buon fine settimana.

  • RIspondi
    silvia
    01/31/2013 at 20:06

    grazie per esserci venuta a trovare nel blog! ricambiamo volentieri e ti commento subito questi buonissimi cenci di carnevale!!! 🙂 bravaaaaaaaa

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:35

      Ciao Silvia e benvenuta! E’ un vero piacere accoglierti nella nostra cucina.
      A presto.

  • RIspondi
    carla
    01/31/2013 at 18:09

    Anch’io non li faccio mai i dolci fritti, ma se li trovo fatti belli e buoni come i vostri non so resistere!!!
    Bravissimi
    Buona serata

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:34

      Brava… così si fa, non bisogna farsi pregare troppo per affondare la mano nel mucchietto… 🙂

  • RIspondi
    Zenzero Blu
    01/31/2013 at 17:49

    Questi cenci sono veramente fantastici, complimenti anche per la bella presentazione!!

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:34

      Grazie… un bel mucchietto di dolci fritti diventa una tentazione alla quale essuno in famiglia riesce a resistere.

  • RIspondi
    La cucina di Molly
    01/31/2013 at 15:46

    Belli e golosi questi cenci, da me si chiamano chiacchiere! Ottima ricetta la tua, io le posterò domani! Ciao

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:33

      Domani… quindi oggi… allora corro subito da te per prendermi una chiacchiera!

  • RIspondi
    paola
    01/31/2013 at 14:40

    Ciao piacere di conoscerti e grazie per essere passata nel mio blog ! Complimenti per i tuoi cenci sono davvero splendidi! Mi hanno fatto venire una voglia incredibile di afferrarne uno e mangiarlo. Un bacio e a presto paola

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:32

      Ciao Paola e benvenuta nel nostro blog. E’ un vero piacere accoglierti nella nostra cucina e offrirti un po’ di cenci!
      A presto.

  • RIspondi
    speedy70
    01/31/2013 at 14:01

    di questi ne mangerei a quintalate, li adoro!!!!

  • RIspondi
    ombretta
    01/31/2013 at 13:30

    Noi facciamo i crostoli qui nel veneto, però non mettiamo il vino. Questi mi piacciono molto e credo siano molto buoni 🙂 vorrei prenderne uno dallo schermo;)
    Baci

    • RIspondi
      Ilaria
      02/01/2013 at 22:30

      Ogni regione ha i suoi dolci fritti per il Carnevale. Sono tutti molto simili tra loro… e io li assaggerei tutti. Bisogna pur confrontare le ricette, no?! 🙂

  • RIspondi
    Claudia
    01/31/2013 at 11:18

    Mi piace leggere in quanti modi diversi vengono chiamate… frappe.. bugie.. ed oggi leggo cenci! Ottime davevro.. buona giornata 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:17

      Eh sì… si chiamano in mille modi diversi ma alla fine son sempre loro… 🙂

  • RIspondi
    elena
    01/31/2013 at 10:11

    eccoliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii i miei cenciiiiiiiiiiiiiiiii via tuffo doppio carpiato sul tuo piatto!!

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:16

      Andiamo per il tuffo combinato allora… 🙂

  • RIspondi
    Yrma
    01/31/2013 at 10:05

    Uhmmmmm, anche se non mangio mai dolci fritti….su questi mi ci fionderei!!!! Almeno una volta l’anno poi….i può!!!!:-) Un bacione!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:16

      Come fai a resistere i dolci fritti… ciambelle, krapfen, cenci, frittelle… Io non ce la potrei fare!

  • RIspondi
    Emanuela
    01/31/2013 at 09:27

    Che belli! Una piccola montagna golosa! 🙂
    Baci ragazzi!

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:15

      Che io disfo sempre andando alla ricerca di quelli più sottili… 🙂

  • RIspondi
    Cinzia
    01/31/2013 at 08:19

    Che bontà!! Ricetta da provare 🙂 con l’aggiunta di questo buon vinello devo essere proprio deliziose 🙂 proverò prossimamente questa golosa e veloce ricetta, un abbraccio

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:14

      Li abbiamo fatti nel fine settimana… sono velocissimi da fare.

  • RIspondi
    Silvana Albamonte
    01/31/2013 at 07:57

    Adoro questo periodo! Perchè si frigge molto. Questa ricetta è da provare. Grazie! Buona giornata, silvana.

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:12

      Peccato che il fritto non sia il massimo per nostro fegato perché è troppo buono!
      Buona giornata anche a te.

  • RIspondi
    vickyart
    01/31/2013 at 00:30

    ecco come mary vien voglia di allungare la mano! io le faccio anche il vino bianco, comunque queste son buone anche se ci mettessi solo acqua 😀 è il fritto che tira, cioè una tira l’altra poi un impasto buono e aromi giusti una leccornia proprio 🙂 ciao cari

    • RIspondi
      Ilaria
      01/31/2013 at 13:06

      Da noi il vino aromatico per eccellenza usato nei dolci è il vinsanto… e anche i cenci seguono la tradizione (anche se io uso invece la Marsala…).
      Però hai ragione, al fritto non si resiste. E’ praticamente impossibile!

  • RIspondi
    Mary
    01/30/2013 at 22:26

    Queste foto mi danno la sensazione di poter allungare le mani e afferrare questi meravigliosi cenci…che voglia !

    • RIspondi
      Ilaria
      01/30/2013 at 23:06

      Il problema è che quando cominci a mangiarli non riesci più a smettere…!

  • RIspondi
    nelcuoredeisapori
    01/30/2013 at 21:33

    Mhh,che meraviglia!! è tanto che non le mangio!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      01/30/2013 at 23:05

      Questo è il periodo giusto per prepararli… non può essere Carnevale senza questi deliziosi dolcetti… 😉

  • RIspondi
    tina
    01/30/2013 at 20:35

    ottime….io li mangio bagnate nel vin o…slurppp ^_^

    • RIspondi
      Tommy
      01/30/2013 at 21:08

      uh, mai assaggiati bagnati nel vino… li proverò!

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    01/30/2013 at 18:56

    Ciao ragazzi ,cavolo e che cenci devono essere proprio buoni fatti così..se trovassi quel vino li preparerei..fantastici!Buona serata ciao

    • RIspondi
      Tommy
      01/30/2013 at 21:07

      Ciao carissima Tina … non dirmi che dalle tue parti non si trova il vinsanto toscano … devo porre rimedio!

  • RIspondi
    Ely
    01/30/2013 at 18:48

    Che spettacolo.. ne vorrei un vagone di questi cenciiii! Sono bellissimi.. complimenti di cuore. Un abbraccio a te e alla dolcissima Ila. Con affetto 😀

    • RIspondi
      Tommy
      01/30/2013 at 21:06

      Grazie! Anche io ne mangerei un vagone… ma devo trattenermi 🙂
      Un abbraccio e una buona serata!

  • RIspondi
    Raffy
    01/30/2013 at 18:38

    davvero complimenti..sono perfetti tesoro! bravissimaaaaaa!!

    • RIspondi
      Ilaria
      01/30/2013 at 23:04

      Grazie carissima. Come non buttarsi sui cenci in questo periodo di Carnevale?! 🙂

    Lascia un commento