Antipasti/ Condimenti/ Contorni

Salsa atomica… una passione piccante da gustare e qualche lacrima da versare

salsa atomica

Anche se con un ritardo biblico (30 giorni sul ruolino di marcia) complice il clima non certo stabile e alcuni problemi con il terriccio, cominciano finalmente a maturare i primi peperoncini. Non ce la facevo più ad aspettare…

Fatalii, habanero chocolate e Bhut Joloka sono i primi a essere arrivati sulla mia tavola e, come ogni anno, ho preparato qualcosa di veramente piccante! 

E’ sempre emozionante raccogliere i primi frutti di queste piante meravigliose. Quei peperoncini sembrano plastificati tanto sono lucidi e splendenti.

E’ invece “commovente” assaggiare questa salsa perché si piange come neonati.

Persone abituate al piccante (a detta loro) hanno deposto le armi e sono caduti nel tentativo di sconfiggerla.
Il cane, fedele per natura all’uomo, è scappato in terrazza mentre preparavo la salsa.
Si può rimanere folgorati da questa roba, ma per me è una tentazione irresistibile.
Attenzione perché è veramente piccante, non ditemi che non vi avevo avvertiti 🙂 😮 🙂

La salsa può essere conservata in frigo in un barattolo coperto di olio per qualche giorno oppure congelata in piccoli cubetti.

 

Ingredienti un esercito ben corazzato

5 Habanero chocolate
5 Fatalii
5 Bhut joloka
5 Kung Pao

5 Scotch bonnet red
5 Pomodori maturi
2 carote
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaio di origano
Sale
Olio evo
Acqua

 

Preparazione

panic

Una doverosa precisazione: attenzione a non toccare con le mani nude queste belve di natura. Usate SEMPRE i guanti e non toccatevi MAI il volto. Aprite la finestra e accendete l’areatore in cucina durante la preparazione. Capirete perché se non lo fate 🙂

1. Lavate i peperoni e i pomodori e pelate le carote. Tagliate a pezzetti grossolani.

2. Fate soffriggere un battuto di aglio, cipolla e prezzemolo.

3. Aggiungete le verdure tritate al soffritto e fate rosolare. Dopo qualche minuto aggiungete il concentrato di pomodoro e l’origano. Portate a cottura aggiungendo acqua se necessario. Salate a vostro piacimento.

4. Passate dal passaverdure e rimettete sul fuoco per altri 15 minuti. La salsa deve essere abbastanza densa.

5. Servite con il contagocce.

Potrebbe interessarti

18 Commenti

  • RIspondi
    takko
    08/22/2012 at 13:26

    la verita è che un calabrese morirebbe assaggiando questi tipi di peperoncini, perch la realta dei fatti è che sono abituati a mangiare peperoncini 5-7 volte meno piccanti, e per spavalderia nell assaggio farebbero una bella figuraccia…
    Ho comprato ieri una piantina di habanero red ( ma non red savina) e devo dire che si passa dalle droghe leggere all’ ecstasy della piccantezza , spero di trovare altre varieta tipo naga, o scorpion, voglio testare, comunque questi peperoncini non potrai mai mangiarne meta in un colpo, sono assurdi, consiglio vivamente di fare il pramo assaggio infilando la punta di un coltello nel frutto, e poi leccarla per capire la piccantezza…

    p.s. l habanero red ha un odore troppo buono, ogni 1-2 ore passo in cucina , lo annuso , e gli do un morsetto

    • RIspondi
      Tommy
      08/22/2012 at 14:04

      Ah ah ah vero, verissimo! Un mio amico calabrese è caduto miseramente! Sono peperoncini veramente piccanti! Adoro l’habanero chocolate, è il mio preferito. Il naga è troppo piccante e l’odore un po’ troppo pungente ma lo devi assolutamente da provare. Purtroppo non sono mai riuscito a ottenere grandi risultati con le varietà indiane, la produzione è sempre scarsa e le piante non mi crescono come vorrei. Forse il terreno o forse il clima… però quei pochi che sono venuti sono devastanti 🙂
      Se ti va puoi mandarci una ricetta per il nostro contest Brucione 2012 (https://www.nonsolopiccante.it/2012/08/09/contest-bruciore-2012/) , in palio c’è un weekend a Firenze.

      A presto

  • RIspondi
    Federica
    09/02/2011 at 07:06

    Mi sentirei pronta ad affrontare la sfida ma devo trovare assolutamente quella meraviglia di peperoncini! Non è che amo il piccante…DI PIU’! Ti dico solo che metto il peperoncino anche nello yogurt bianco e nella camomilla! Un bacio, buon week end

    • RIspondi
      Tommy
      09/02/2011 at 08:34

      Ciao Fede, se ami il piccante questa roba fa per te.
      Purtroppo, come leggerai negli altri commenti, il raccolto quest’anno è veramente magro. Ieri ho raccolto 10 peperoncini (da 150 piante), lo scorso anno di questi tempi avevamo già raccolto più di 20 KG di frutti. Però … se vuoi assaggiare la polvere non devi fare altro che dirmelo, ti facciamo arrivare a casa una bustina sottovuoto (ne abbiamo 5 o 6 di riserva che condividiamo volentieri).
      Se scrivi da qui oppure mandi una mail privata a postmaster@nonsolopiccante.it con il tuo indirizzo il gioco è fatto.

      Saluti

  • RIspondi
    stefania
    09/01/2011 at 17:18

    sono molto tentata, ma non so dove trovare gli ingredienti….bacione

    • RIspondi
      Ilaria
      09/01/2011 at 23:29

      Noi abbiamo cominciato con una piccola coltivazione di peperoncini piccanti che adesso si è trasformata in una piantagione. Peccato che quest’anno le piantine non siano produttive (la stagione non è stata delle migliori, è stato freddo fino quasi a luglio) altrimenti avremmo potuto mandarti qualche frutto.

  • RIspondi
    Mirty Quibibes
    09/01/2011 at 15:53

    Adoro il piccante!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/01/2011 at 23:27

      Vorrà dire che dovrai dividere i piatti con Tommy…

  • RIspondi
    nel cuore dei sapori
    09/01/2011 at 14:08

    A me non piace il piccante ma conosco iìchi per questa salsa farebbe follie,complimenti!

    • RIspondi
      Tommy
      09/01/2011 at 14:26

      Grazie! Io vivrei di solo peperoncino… peccato che abbia qualche controindicazione 🙂

  • RIspondi
    angela
    09/01/2011 at 09:55

    Ma dove le hai trovate tutte queste varietà di peperoncino, dal nome sembrano talmente innoqui ed invece c’è la sorpresa!!!!!
    Devo dire che anche io adoro il piccante, ma non avrei mai il coraggio di prepararla, sai sono un po’ maldestra.
    ciao e complimenti per la foto i teschi mi hanno proprio fatto fare due risate.

    • RIspondi
      Tommy
      09/01/2011 at 10:38

      Ho comprato i semi da un sito inglese (www.nickys-nursery.co.uk) . Sono tanti anni che mi forniscono questi veleni naturali:-) Effettivamente la salsa è piccante da piangere! Comunque puoi privare anche con i classici cayenna…

      • RIspondi
        Matteo
        06/23/2013 at 19:54

        Basta andare dove commercializzano ORTO MIO, tutti i peperoncini sono in vasetti rossi al posto di verdi o neri

        • RIspondi
          Ilaria
          06/24/2013 at 21:00

          Ciao Matteo, grazie per la preziosa informazione.
          Buona serata.

  • RIspondi
    Mascia
    09/01/2011 at 09:40

    Io non mangio piccante …. sono una terrona anomala, ma mio marito impazzirebbe per questa salsa, mette il peperoncino in qualsiasi piatto !!!

    • RIspondi
      Tommy
      09/01/2011 at 10:29

      Ahahah! Quest’anno la produzione è veramente scarsa! Abbiamo 150 piante vigorose ma con pochissimi frutti! Infatti ancora non ho pubblicato altre news sui peperoncini… Comunque, se vuoi far assaggiare questi peperoncini a tuo marito (se divorziate non è colpa mia, però!) fammi sapere che ti spedisco una bustina di macinato.

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    09/01/2011 at 08:42

    a me piace mooolto il piccante..lo adoro!!!la lacrima x i peperoncini hihihihi ..bella ricetta!!!buona giornata

    • RIspondi
      Ilaria
      09/01/2011 at 08:52

      Ti giuro che siamo dovuti fuggire dalla cucina mentre la salsa ultimava la cottura… 🙂

    Lascia un commento