Dolci

Torta di farina gialla

Torta di farina gialla

Torta di farina gialla

La torta di farina gialla è un dolce che prepariamo in casa nel periodo di Pasqua. Non è un dolce della tradizione toscana anche se mia nonna la prepara da tantissimi anni. La storia di questa torta di farina gialla è abbastanza curiosa e nasce da un’amicizia nata durante un viaggio in treno… Mia nonna racconta: “Tanti anni fa stavo andando a trovare la Paola (sua figlia, nonché mia zia) a Terrarossa (in provincia di Massa Carrara, mentre noi abitiamo in provincia di Arezzo). Durante il lungo viaggio in treno feci amicizia con una donna che stava viaggiando addirittura dalla Sicilia, diretta a La Spezia a trovare i figli. Per ingannare il tempo  iniziammo a parlare di cucina e di dolci (mia zia all’epoca aveva un forno) e fu così che questa gentilissima signora mi scrisse una ricetta sul biglietto del treno…”.

Questa ricetta era appunto quella della torta di farina gialla, un dolce molto profumato che tende a sbriciolarsi, perfetta accompagnata da un bicchierino di buon vinsanto 🙂

5 da 3 voti
Torta di farina gialla
Torta di farina gialla
Preparazione
50 min
Cottura
40 min
Tempo totale
1 h 30 min
 
La torta di farina gialla è un dolce dal gusto di anice e di uvetta che in casa prepariamo di solito per Pasqua.
Piatto: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 8
Autore: Tommy
Ingredienti
  • 250 gr di farina gialla
  • 150 gr di farina 0
  • 100 gr di uvetta
  • 1 bustina di lievito
  • 150 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 150 ml di latte
  • rosmarino
  • 15 gr di anice
  • olio evo
Istruzioni
  1. Mettete a mollo in acqua tiepida l'uvetta sultanina per 40 minuti.
  2. Nel frattempo soffriggete il rosmarino in tre cucchiai di olio evo.
  3. Setacciate assieme le due farine e aggiungete l'uovo appena sbattuto. Unite il latte a temperatura ambiente, lo zucchero, il lievito e l'olio. Lavorate il composto e aggiungete l'anice, il soffritto e l'uvetta strizzata.
  4. Imburrate e infarinate una tortiera. Versateci l'impasto e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti.
    Torta di farina gialla

Con questa ricetta partecipiamo al contest Storie intorno a un tavolo… organizzato dal blog Research and Kitchen

Contest

Potrebbe interessarti

22 Commenti

  • RIspondi
    lory b
    03/29/2013 at 10:28

    Adoro i dolci rustici e questa torta sembra pensata per me 🙂
    Ancor più buona se penso alla simpatica storia della ricetta scritta su un biglietto del treno!!!
    Buona Pasqua, con tutto il cuore!!!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/30/2013 at 11:09

      Se l’avessi scritta io su un biglietto del treno non l’avrei mai ritrovata perché sono la prima cosa che butto via quando arrivo a casa… 🙂
      Buona Pasqua anche da parte nostra.

  • RIspondi
    Emanuela
    03/29/2013 at 09:47

    Ogni occasione è buona per scovare qualche bella ricetta che poi non abbandoniamo più! 🙂
    L’aspetto di questa torta è davvero ottimo!
    Un bacione cara Ilaria, trascorrete una buona Pasqua!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/30/2013 at 11:08

      Questa torta è oramai diventata una tradizione in casa di Tommy. La preparano tutti gli anni nel periodo pasquale.
      Tantissimi Auguri anche a te!

  • RIspondi
    vickyart
    03/29/2013 at 00:41

    chissà quanto è buona!! prima ho visto una ricetta simile, mi piace molto! bella la storia 🙂 se pensi che la nonna è venuta a conoscenza di questa ricetta in treno e che è arrivata a noi come un treno.. curioso no? 🙂 tantissimi auguri!!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/30/2013 at 11:07

      In treno se ne vedono e sentono un po’ di tutte. Se capiti soprattutto vicino a qualche signora sui sessanta parlano solo di cibo e ricette… 🙂
      E lì sì che puoi carpire qualche ricetta interessante…

  • RIspondi
    Giovanna
    03/28/2013 at 18:59

    Che bella la storia della ricetta. E che buona la torta, mi alletta moltissimo!
    Un bacio e tanti cari auguri di Buona Pasqua!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/28/2013 at 21:55

      Tanti cari Auguri di Buona Pasqua anche a te!

  • RIspondi
    Enza
    03/28/2013 at 07:48

    complimenti alla nonna per questa golosa bonta’!!
    Buona Pasqua a voi!!
    un abbraccio

    • RIspondi
      Ilaria
      03/28/2013 at 13:22

      Sempre complimenti alla nonna… anche se Tommy ieri ha voluto rimarcare mentre parlavamo che quest’anno la torta l’ha preparata lui… 😛
      Buona Pasqua anche a te e alla tua famiglia.

  • RIspondi
    la cucina di Molly
    03/28/2013 at 01:39

    Bella la storia della nonna, questo torta deve essere deliziosa e tanto golosa,mi piace troppo! Un abbraccio, ciao!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/28/2013 at 13:21

      E’ curioso come si “raccattino” ricette nei posti più impensabili… 🙂

  • RIspondi
    celeste
    03/27/2013 at 23:16

    Quanto mi piace la torta di farina gialla! L’ho postata l’anno scorso, http://lacucinaceleste.blogspot.it/2012/03/torta-di-farina-gialla-per-elisa.html, ricetta simile ma la mia ha il burro e meno farina di mais rispetto a quella bianca. Comunque deliziosa! E sì, io che il treno lo prendo spesso so che può capitare di tutto! Una volta un vecchietto sull’autobus strapieno mi ha dato la ricetta di una salsa alla salvia, peccato che l’ho dimenticata

    • RIspondi
      Ilaria
      03/28/2013 at 13:20

      La ricetta che abbiamo noi arriva dalla Sicilia. Non sapevo che avesse anche origini toscane. Sai che non ci ho fatto caso nel libro del Petroni che c’era la ricetta di una torta simile a questa? Stasera ci guardo! 🙂
      Nel treno se ne sentono un po’ di tutti i colori… anche senza voler ascoltare, vista la vicinanza dei seggiolini e il tono alto della voce dei passeggeri se ne sente raccontare di belle!! Nonostante io mi metta a leggere il mio librino cercando sempre carrozze tranquille, immancabilmente si siedono accanto a me persone che non fanno altro che chiacchierare… e non si chetano proprio mai!!!

  • RIspondi
    Marta
    03/27/2013 at 17:15

    Grazie mille di aver partecipato al nostro contest!
    Complimenti per il post e anche per il vostro bel blog!

    Ricetta inserita 🙂
    a presto

    Ma.

    • RIspondi
      Tommy
      03/27/2013 at 17:51

      Prego, è stato un piacere raccontare la storia della nonna 🙂

      A presto!

  • RIspondi
    Mary
    03/27/2013 at 14:48

    Eh il treno., è sempre una avventura ;)..che bella questa torta !
    Bacio grande :))

    • RIspondi
      Tommy
      03/27/2013 at 17:51

      Ah sì, poi mia nonna è una di quelle che attacca bottone a tutti 🙂
      Un abbraccio!

  • RIspondi
    Raffy
    03/27/2013 at 13:53

    super buonissimaaaaaaaaaaa!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      03/27/2013 at 14:09

      I dolci delle nonne sono imbattibili… senza tanti fronzoli, dritti all’essenziale.

  • RIspondi
    Federica
    03/27/2013 at 12:53

    Belle le ricette legate ai ricordi e alle nonne. Questa torta è proprio di quelle rustiche e casarecce che piacciono a me. Mi piace un sacco la consistenza sbriciolosa che regala la farina di mais. Un bacio, buona giornata

    • RIspondi
      Ilaria
      03/27/2013 at 14:09

      Io conosco Tommy da sei anni ma ancora questa torta non sono riuscita ad assaggiarla. Mannaggia!!! Anche per quest’anno mi sa che mi tocca fare passo perché sua nonna l’ha preparata la scosa domenica… e io non c’ero! 🙁

    Lascia un commento