Liquori

Liquore all’anice e finocchio

 Liquore all'anice

L’anice è una pianta che viene dall’Oriente, è una spezia molto antica ed è conosciuta nel bacino del Mediterraneo fin dai tempi degli Egizi. I Romani la usavano per cucinare pietanze a base di pollo e maiale. In Italia è usata principalmente per le preparazioni dolci e per i liquori.

Esistono molte varietà di anice. Quella che utilizzeremo per preparare il liquore casalingo è l’anice stellato, che prende il nome dalla particolare forma dei frutti.
Il sapore dell’anice è deciso e forte, ricorda il finocchio (che aggiungiamo alla ricetta) e ha un leggero retrogusto fresco che mi ricorda la menta.

Questo liquore va preparato per tempo perché il procedimento richiede una lunga maturazione.

E’ ottimo freddo oppure dopo il caffè in quanto ha proprietà digestive! Il gusto ricorda molto la sambuca e vi consiglio di provarlo con la mosca, ovvero mettendo un chicco di caffè nel bicchiere.

 

Ingredienti per 3 litri circa di liquore

100 gr anice stellato 
5 gr di semi di finocchio
5 gr di semi di coriandolo
poca cannella
1 baccello di vaniglia
buccia di mezzo limone 
2 lt acqua
1 lt alcol alimentare
1 kg zucchero

 

Preparazione

1. In una capiente caraffa a chiusura ermetica mettete l’alcol, l’anice stellato e i semi di finocchio pestati in un mortaio, il baccello di vaniglia, il coriandolo e la cannella.

2. Lavate la buccia del limone e togliete la parte bianca. Aggiungetela all’alcol. 

3. Chiudete ermeticamente e lasciate riposare al buio per 15 giorni. Agitate la caraffa di tanto in tanto.

4. Trascorsi 15 giorni, portate a ebollizione 1 lt di acqua, aggiungete lo zucchero e mescolate continuamente fin quando non sarà completamente sciolto.

6. Fate raffreddare mescolando di tanto in tanto. Aggiungete alla caraffa l’alcol e i semi. Il liquore a questo punto potrebbe diventare molto torbido, non spaventatevi, non avete ancora rovinato tutto!!

7. Lasciate riposare per altri 15 giorni.

8. Trascorso il tempo, filtrate e aggiungete il litro di acqua rimanente.

9. Imbottigliate e lasciate riposare al buio per altri 30 gg. 

10. Filtrate nuovamente il liquore se necessario. Tenete presente che il colore rimarrà comunque tendente al giallo e non sarà mai completamente limpido. 

 

 

Potrebbe interessarti

24 Commenti

  • RIspondi
    10 piante da coltivare nell’orto per preparare cocktail e liquori in casa | OPENRADIO YogaNet peace&cruelty-freeradio India&Europe
    05/09/2013 at 19:40

    […] denominato sambuca. Una bevanda simile alla sambuca, sempre rientrante nella tipologia dei liquori, può essere preparata utilizzando anice stellato, semi di finocchio e semi di […]

  • RIspondi
    terry
    09/07/2011 at 18:56

    Digestivo e profumato!!! mi piace!!!

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    09/07/2011 at 08:06

    grazie 🙂 buona giornata un bacione

  • RIspondi
    Laura
    09/07/2011 at 06:50

    Io uso l’anice per correggere il caffè, buonissimo! Bacioni, Laura

    • RIspondi
      Tommy
      09/07/2011 at 09:41

      Ma i semi di anice nel caffè? Mi piace l’idea …

  • RIspondi
    ladyboheme
    09/06/2011 at 23:16

    Meraviglioso!!! Prendo nota, grazie carissima e complimenti!!! Un abbraccio

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 23:38

      Grazie per la visita.
      E’ un piacere condividere con tutte voi alcune piccole scoperte a base alcolica…

  • RIspondi
    Le Ricette di tina
    09/06/2011 at 22:43

    questa la faccio..adoro l’anice da piccola mia nonna lo metteva nel caffè..hihihihi..nel mio!!!anche se nn mi piaceva il caffè..cmq adoro fare i liquori e questo mi mancava..

    tesoro oggi ho avuto problemi al pc..guarda che fortuna!!!ti aspetto al mio contest mi raccomando non puoi mancare!!!un bacionee

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 23:07

      Non potrei proprio mancare… son già qui che medito su cosa proporre.
      Un abbraccio.

  • RIspondi
    sulemaniche
    09/06/2011 at 17:24

    proprio nelle nostre corde, anice e finocchio, chissà che buono nel caffè!

    • RIspondi
      Tommy
      09/06/2011 at 20:53

      Appena cenato e appena provato nel caffè … davvero buono anche se a gusto mio aggiungerei ancora anice.

  • RIspondi
    Enza
    09/06/2011 at 16:49

    che buono…sai che è tanto vorrei farlo..ora non ho piu’ scuse
    con la tua ottima ricetta sadda’ ffa’!!Grazie e Complimenti
    Ciao cara

    • RIspondi
      Tommy
      09/06/2011 at 20:57

      Anche io volevo farlo da tanto tempo, dall’inverno scorso per la precisione. E adesso finirà in un batter d’occhio, mi basta una cena in famiglia!

  • RIspondi
    Elena
    09/06/2011 at 14:09

    non l’ho mai provato, deve essere buonissimo

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 16:05

      Direi che per essere stato il primo tentativo è stato un successo…

  • RIspondi
    simo
    09/06/2011 at 14:05

    Me lo segno….mi piace preparare liquorini e questo mi ispira assai!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 15:32

      Sono piccole soddisfazioni quelle di offrire sempre e comunque qualcosa fatto in casa… anche per i liquorini…

  • RIspondi
    nel cuore dei sapori
    09/06/2011 at 11:17

    questo liquore all’anice deve avere un profumo davvero gradevole!fatto in casa poi è una bella soddisfazione! complimenti!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 15:31

      Effettivamente ogni volta che viene stappata la bottiglia si diffonde quell’inconfondibile profumo di anice per tutta la stanza.
      Vuoi mettere offrire agli amici un goccetto fatto con le tue “manine”?!!

  • RIspondi
    Elisa
    09/06/2011 at 10:17

    Davvero ottimo! Complimenti

    • RIspondi
      Ilaria
      09/06/2011 at 10:57

      Grazie per la visita. A presto.

  • RIspondi
    Ilaria
    09/06/2011 at 09:57

    Non spaventarti per il colore… a noi la prima volta, prima dei filtraggi, è venuto un colpo da quanto era giallo…
    Poi però, come vedi dalle foto, ha assunto una bella limpidezza.

  • RIspondi
    stefania
    09/06/2011 at 08:32

    Cercavo la ricetta da secoli credo, in casa piace molto specialmente per profumare biscottini e ciambelloni e volevo iniziare a prepararlo da sola, per cui grazie mille per la ricetta. un abbraccio

    • RIspondi
      Tommy
      09/06/2011 at 20:55

      E’ la prima volta che lo facciamo. Effettivamente mi sono un po’ preoccupato quando è diventato torbido dopo l’aggiunta dell’acqua zuccherata. Comunque, con pazienza e qualche filtrata in più il risultato è stato buono.

    Lascia un commento