Cucina regionale/ Primi piatti/ Toscana/ Vegetariano

Pici all’aglione

Pici all'aglione

Pici all’aglione

I pici all’aglione sono la nostra proposta per L’Italia nel Piatto di settembre. Riprende infatti quest’oggi l’appuntamento mensile con la cucina regionale dopo una piccola pausa per il mese di agosto. Il tema di questo mese vi conquisterà sicuramente: la pasta fresca! Indubbiamente c’è l’imbarazzo della scelta e ogni regione è ricca di tradizioni.

I pici all’aglione sono un piatto semplice della tradizione contadina veramente molto gustoso adatto a qualsiasi periodo dell’anno.

Forse non tutti conoscono questo tipo di pasta, diffuso soprattutto nell’Italia centrale. I pici sono infatti una pasta tipica delle zone di Arezzo e Siena. Dalla forma ricordano gli spaghetti, ma sono più lunghi e più corposi. La ricetta più famosa per questo formato di pasta è senza ombra di dubbio i pici all’aglione. Pochi ingredienti, che avete tutti in cucina e il gioco è fatto. Ovviamente, se non volete preparare la pasta in casa, potete trovare anche in commercio una bella confezione di pici.

La ricetta che vi proponiamo oggi la potete trovare anche sul nostro libro di ricette toscane “In principio era il crostino“.

Pici-all-aglione-1

“A rubar poco si va in galera.”

(I nostri nonni l’avevan capito da tempo come gira il mondo…)

“Ci un’ha cervello abbi gambe!”

(“Chi non ha cervello abbia gambe!” )

5 da 29 voti
Pici-all-aglione-small
Pici all'aglione
Preparazione
2 h
Cottura
20 min
Tempo totale
2 h 20 min
 
I pici all'aglione sono una tipica ricetta toscana preparata con pochi ingredienti genuini.
Piatto: Primo piatto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Autore: Ilaria
Ingredienti
Per i pici
  • 150 gr di farina 00
  • 100 gr di semola rimacinata
  • 125 ml circa di acqua
  • sale
Per il condimento
  • 500 ml di pomodori maturi in alternativa 400 ml di passata di pomodoro
  • 6 spicchi d'aglio
  • peperoncino
  • olio evo
  • sale
Istruzioni
  1. Setacciare le due farine su una spianatoia e formare il tipico cratere. Aggiungere il sale e versare una parte dell'acqua al centro. Lavorare l'impasto aggiungendo gradualmente tutta l'acqua (regolatevi con le quantità a seconda del potere di assorbimento della farina). Il risultato finale dovrà essere un impasto abbastanza duro e compatto. Formare una palla, avvolgerla in un canovaccio e far riposare per 45 minuti.
  2. Stendere l'impasto a un'altezza di 1 cm e tagliare delle strisce strette nel senso della lunghezza. Arrotolare ciascuna striscia sulla spianatoia formando dei grossi spaghettoni del diametro di circa 3 o 4 cm. Lasciare i pici distesi sulla spianatoia per farli prosciugare.
  3. Nel frattempo spellare i pomodori immergendoli in acqua bollente per 30 secondi. Eliminare i semi e tagliarli a pezzetti.
    Pomodori pelati
  4. In una padella scaldare un fondo d'olio assieme agli spicchi d'aglio tagliati a fette. Quando l'aglio inizia a colorirsi aggiungere i pomodori (o, in alternativa, la passata di pomodoro) e cuocere a fuoco vivo per 10 minuti aggiustando di sale e peperoncino.
  5. Cuocere i pici in abbondante acqua salata, scolarli e farli saltare in padella assieme al sugo di pomodori.
    Pici-all-aglione-dettaglio

.

Da questo mese abbiamo con noi un nuovo rappresentante per la cucina campana che prende il posto di Tina che era con noi fin dal principio. Abbracciamo quindi Tina e diamo un grandissimo benvenuto a Pasquale (adesso Tommy non si sentirà più l’unico gallo del pollaio… 🙂 )…

VALLE D’AOSTA: Ravioli di borragine di Cinzia ai fornelli

PIEMONTE: Tajarin con sugo di fegatini di La Casa di Artù

LOMBARDIA: Cappellacci Lodigiani di Le Delizie della mia Cucina

TRENTINO ALTO ADIGE: Spaetzle con spinaci di A Fiamma Dolce

FRIULI VENEZIA GIULIA: Fusi istriani di Nuvole di Farina

EMILIA ROMAGNA: La spugnolata di Zibaldone Culinario

LIGURIA: Taggiaen a-o pesto corto di Un’Arbanella di Basilico

TOSCANA: Pici all’aglione di Non Solo Piccante

UMBRIA: Umbricelli al rancetto di 2 Amiche in Cucina

MARCHE: Cappelletti in brodo di La Creatività e i suoi Colori

ABRUZZO: Fregnacce abruzzesi di In Cucina da Eva

MOLISE: I ravioli alla Scapolese di La Cucina di mamma Loredana

LAZIO: Tonnarelli alla cuccagna della Sora Lella di Chez Entity

CAMPANIA: Gli scialatielli di I Sapori del Mediterraneo

BASILICATA: Calzoni di ricotta di Pasticciando con Magica Nanà

SICILIA: Busiate di Cucina che ti Passa

SARDEGNA: Culurgiones alla ricotta di Vickyart Arte in Cucina

Per questo appuntamento con la pasta fresca si aggiunge il blog Il giardino sei sapori e dei colori (rappresentante del Veneto), che ha vinto riproponendo la ricetta di Rumi del Gelo al caffè. La sua proposta per la rubrica di questo mese è Bigoli con sugo di pasta di salame.

Se volete partecipare anche voi al nostro contest riproponendo una delle ricette di questa uscita venite a visitare la nostra pagina facebook per il regolamento! Avete tempo fino al prossimo 7 ottobre…

Italia nel piatto

Potrebbe interessarti

68 Commenti

  • RIspondi
    stefania
    09/30/2013 at 19:29

    pian piano arrivo anche io, ed è bellissimo vedere questo piatto che mi ricorda la mia infanzia, i pici li faceva mia nonna…che ricordi

    • RIspondi
      Ilaria
      09/30/2013 at 20:28

      Non ti preoccupare tesoro, prenditi tutto il tempo. Non c’è nessuno che ci corre dietro e commentare deve essere un piacere non un obbligo.
      Un bacio.

  • RIspondi
    Federica
    09/23/2013 at 16:04

    Non saranno leggerissimi con tanto aglio ma per i pici è uno dei condimenti che preferisco in assoluto 🙂 Un bacione, buona settimana

    • RIspondi
      Ilaria
      09/23/2013 at 20:25

      Chissà perché, ma non credo che riuscirei a mangiare così tanto aglio con nessun altro tipo di pasta. Sarà la tradizione che conquista e tenta… 😉

  • RIspondi
    paola
    09/23/2013 at 02:02

    Nonostante ci sia tutto quell’aglio, l’aspetto è davvero invitante e poi io non ho mai preparato i pici e quindi mi sa che devo assolutamente provarli. Un abbraccio
    Paola

    • RIspondi
      Ilaria
      09/23/2013 at 20:23

      Sono riuscita a fare il bis persino io che non sono una grande fan dell’aglio. Ovviamente ho evitato i pezzi più grossi, ma per il resto mi sono fatta anche la scarpetta… 🙂

  • RIspondi
    Zia Consu
    09/22/2013 at 23:41

    Non li ho mai assaggiati ma devono essere irresistibili…anche a prova di bacio direi :-P!
    Un bacio tesoro <3
    la zia Consu

    • RIspondi
      Ilaria
      09/23/2013 at 20:21

      Un bel bacio all’aglio e li stendiamo tutti!! 😀

  • RIspondi
    ada
    09/22/2013 at 21:15

    Lo sai che non li ho mai mangiati? Sembrano davvero appetitosi! Devo rimediare, anche se i pici non li potrei mai fare. Non mi sono mai cimentata con la pasta fresca. Un abbraccio 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      09/22/2013 at 21:20

      Bisogna rimediare allora… 🙂
      Se non vuoi farli in casa puoi sempre cercarli nei supermercati. Se proprio non li trovi puoi sempre ricorrere a degli spaghettoni, sono davvero molto simili.
      Un bacio e buona serata.

  • RIspondi
    la cucina di Molly
    09/22/2013 at 20:52

    Non ho mai provato questo tipo di pasta, mi piace molto, semplice ma tanto appetitoso! Un bacione!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/22/2013 at 21:16

      E’ davvero un piatto molto semplice, ma anche molto gustoso.
      Un abbraccio.

  • RIspondi
    Chiara
    09/22/2013 at 20:46

    sono questi i piatti che tengono alto il nome dell’Italia gastronomica nel mondo, splendida proposta!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/22/2013 at 21:16

      E’ un piatto molto semplice, ma come sempre in questi casi la tradizione non tradisce mai.
      Buona serata tesoro.

  • RIspondi
    CuorediSedano
    09/22/2013 at 20:02

    Ciao Ilaria, è davvero un bel piatto! Il tipo di pasta fresca che piace con qualunque condimento, oltre che magnificamente proposta. Complimenti, la vista è un invito a provarla.
    Un abbraccio!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/22/2013 at 21:14

      Effettivamente sono molto simili agli spaghetti, quindi si possono usare con qualsiasi condimento. Ma ti assicuro che sono usati quasi esclusivamente con questo sugo a base di aglio.
      Un bacio.

  • RIspondi
    Carla
    09/22/2013 at 17:26

    Favolosi!!!
    Complimenti per il lavoro, magari prima o poi ci provo…
    Un bacio

    • RIspondi
      Ilaria
      09/22/2013 at 21:13

      Grazie mille!!!
      Buon inizio settimana.

  • RIspondi
    Maurizia Le Ricette del Pozzo Bianco
    09/21/2013 at 23:29

    Semplicemente fantastici!
    Bye
    Màurizia

  • RIspondi
    Zenzero Blu
    09/21/2013 at 10:28

    Un piatto semplice e veramente squisito!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/21/2013 at 16:37

      E’ veramente un piatto semplice… e con le quantità di aglio ognuno si può regolare secondo i suoi gusti. Ma ovviamente bisogna un po’ abbondare, altrimenti che aglione è!! 🙂

  • RIspondi
    sabina
    09/21/2013 at 08:33

    buongiorno Ilaria, praticamente questi pici somigliano ai bucatini?? scusa la mia ignoranza, ma qui in mezzo ai canederli mi rendo conto di saperne veramente poco della cucina italiana e qui da voi mi sto facendo una cultura
    all’aglione poi perchè ci va tutto quell’aglio…..:)))
    bacioni e buon fine settimana
    p.s. dimenticavo di dirti che ti sono venuti perfetti……quello l’ho capito 😉

    • RIspondi
      Ilaria
      09/21/2013 at 16:36

      Come dimensioni direi che sono simili ai bucatini, però non sono bucati nel mezzo… in questo assomigliano a degli spaghettoni.
      Anch’io sto imparando tante cose grazie a tutte le amiche che partecipano a questa rubrica. E mi accorgo che ci sono regioni i cui piatti sono per me quasi sconosciuti.
      Un buonissimo weekend anche a te. Spero che il tempo dalle tue parti sia meraviglioso come qui da noi.

  • RIspondi
    loredana
    09/21/2013 at 06:59

    Ricetta perfettamente in tema e , soprattutto, perfettamente riuscita, tanto che anche a quest’ora ci farei un pensierino!
    Grazie per questo piatto che riappacifica con il mondo! 🙂

    • RIspondi
      Ilaria
      09/21/2013 at 16:33

      Una bella colazione all’aglio… proprio niente male… 😉
      Un bacio.

  • RIspondi
    carla emilia
    09/20/2013 at 23:47

    Meravigliosi pici! Per fortuna che li so fare e me li preparo molto volentieri. Bacione a presto

    • RIspondi
      Ilaria
      09/21/2013 at 16:32

      Una vera fortuna!! 🙂
      Buon fine settimana.

  • RIspondi
    daniela64
    09/20/2013 at 22:25

    Conosco questa ricetta è ottima nella sua semplicità . Sembrava una missione impossibile fare i pici, incece ora ho acquisito una buona manualità. Buon fine settimana Daniela.

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:44

      Io pensavo che non ci sarei mai riuscita… credevo che sarebbero venuti tutti bitorsoluti, invece poi è stato più facile del previsto. Ma i primi che ho fatto non si guardavano… gggrrrr, orrore!!!

  • RIspondi
    elena
    09/20/2013 at 22:11

    questi li conosco e sono buonissimi! avete scelto molto bene…ho partecipato ad un contest sui pici qualche mese fa e li ho proprio presentati con questo sugo… azzeccatissimo! un bacione!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:42

      C’era rimasto poco da presentare di pasta fresca che già non avessimo pubblicato e così pensando a questa famosissima ricetta ci siamo convinti a provare a fare i pici in casa. Questo è senza ombra di dubbio il condimento più famoso per i pici.
      Un bacio.

  • RIspondi
    tina
    09/20/2013 at 22:09

    Ti sono venuti perfetti!!(e ovviamente buonissimi… ma purtroppo la foto non si può assaggiare 😉 )

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:40

      Mannaggia, no… sai quante volte viene anche a me la voglia di entrare nel pc per assaggiare!

  • RIspondi
    Elly
    09/20/2013 at 20:16

    Ragazzi… avevo già avuto il piacere di conoscerli e adesso ho il piacere di riapprezzarli. Sono un formato di pasta che come gli umbricelli di Mimì ogni tanto trovo al super. E ammetto di averne un debole. Ottimo il condimento con l’aglione. Assolutamente da mangiare prima di uscire con qualcuno che ti sta veramente sullo stomaco… e rovinargli la giornata!

    Da noi si dice: chi non c’ha testa c’ha bone gambe… E’ quello che mi ripeto io spesso… Bacio

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:39

      Noi li abbiamo mangiati per cena e non ti dico che arietta c’era in camera durante la notte… secondo me ci sono state alla larga anche le zanzare!!! 😀
      Tesoro, tu hai sia la testa che le gambe buone! Un bacione.

  • RIspondi
    i pasticci di caty
    09/20/2013 at 18:13

    Che aspetto mamma mia !!! Complimentiii 🙂 Ti invito a cena me li prepari!!!??

  • RIspondi
    Cucina che ti passa - Rumi-
    09/20/2013 at 18:03

    Boni boni boni!!! Eh ragazzi un piatto semplice lo rendete sempre speciale!!
    bravissimi!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:36

      Stavolta la semplicità l’ha fatta veramente da padrona! 🙂

  • RIspondi
    2 amiche in cucina
    09/20/2013 at 17:51

    e si vede che siamo vicini di regione, i nostri piatti sono spesso simili, questo giro ci siamo divertiti ad arrotolare la pasta, ma ne vale la pena, un bacione

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:35

      E’ troppo divertente arrotolare la pasta…
      E’ vero ci capita spesso di trovare piatti davvero molto simili con Umbria, Lazio e Liguria… da buoni vicini ci siamo contagiati vicendevolmente.
      Buon weekend!

  • RIspondi
    lory b
    09/20/2013 at 17:22

    Diciamo che… mi ci tufferei ^_^
    Un abbraccio e felice fine settimana!!!!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:34

      Allora ti prepariamo un bel lettino d’agli per attutire la caduta… 🙂
      Un bacio e un buonissimo fine settimana anche a te!

  • RIspondi
    Raffy
    09/20/2013 at 15:11

    che primo piatto squisito.. che non tramonta mai…

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:33

      In effetti si mantiene inalterato nella sua semplicità da decenni.

  • RIspondi
    Pasquale Alberico
    09/20/2013 at 15:10

    Riusciranno due galli nel pollaio a far rumore contro di voi?????
    A parte gli scherzi grazie per il benvenuto e ti dico che questa ricetta a me piace tantissimo ed e’ giunta l’ora di farla.I Love you Aglio maitant……
    A presto

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:31

      Ciao Pasquale, benvenuto nella nostra cucina… e ti accogliamo con una bella sviolinata all’aglio. Non ti puoi mica lamentare, giusto??? 😀
      Tommy aveva proprio bisogno che un altro maschietto lo spalleggiasse.
      Buona serata.

  • RIspondi
    In cucina da Eva
    09/20/2013 at 15:08

    ma sapete che non conoscevo questa ricetta? i pici, che cariniii!!

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:29

      E’ strano come i pici siano un tipo di pasta che la si usa solo per particolari condimenti. Non ci sogneremmo mai infatti di preparare le penne all’aglione! Chissà perché poi… 🙂

  • RIspondi
    artù
    09/20/2013 at 14:14

    I pici in effetti sono un must della vostra splendida regione … ci credete che persino io ho pubblicato una ricetta di pici all’aglione…ma naturalmente non mi sono sognata di fare la pasta. L’ho acquistata durante un week end nella bella toscana!!! ihhih

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:26

      Da noi si trovano in tutti i supermercati. Solo poche aziende li fanno, ma non ci sono difficoltà a reperirli.
      Abbiamo provato anche con l’attrezzo per fare gli spaghetti, ma erano troppo sottili… e allora giù di gomito ad arrotolare!!! 😀

  • RIspondi
    Cinzia
    09/20/2013 at 13:47

    Complimentissimi!! Una presentazione spettacolare per un piatto super invitante e che… se non avessi già pranzato, farei il bis 🙂 un bacione grande

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:25

      Il piatto è davvero molto semplice… e nonostante la sua semplicità è davvero molto famoso dalle nostre parti.

  • RIspondi
    Monica - Un biscotto al giorno
    09/20/2013 at 13:27

    a prova di vampiri! 😀

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:24

      Altro che!!! Noi li abbiamo mangiati per cena e non ti dico che arietta tirava in camera… 😉

  • RIspondi
    Yrma
    09/20/2013 at 13:13

    I pici….mai sentiti!!!! (ma a palato…mi sa che mi piacerebbero mooooltissimo!!!! Poi con quei pelati (i miei preferiti) è un matrimonio d’amore!!! Bravissimi!! Un bacio

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:23

      Sei troppo “nordica” per conoscere i pici… 🙂 Ma dai, alla fin fine ce la tiriamo solo un po’ qui in Toscana, sono più o meno degli spaghettoni.
      Un bacio anche a te!

  • RIspondi
    vickyart
    09/20/2013 at 13:06

    tipici, semplici e buoni! ..avevano ragione si i nonni 😉 ciaooo

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:22

      Eh già, a guardarsi intorno quelli che rubano bene bene sono fuori a godersi i soldi rubati mentre chi ruba un pacco di pasta perché non ha i soldi per sfamare la famiglia viene trattato come se fosse il peggior criminale.

  • RIspondi
    Claudia
    09/20/2013 at 11:54

    Io li ho fatti una volta.. i pici dico.. ma non mi son venuti come i vostri che sono perfetti!!!!! sono senza parole… Buonssimi con quel condimento…smack

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 22:20

      Pensavo che fosse più difficile tirarli lunghi… ma visto che se sono belli corposi meglio è non c’è stato bisogno di farli troppo sottili. Certo, con la lunghezza si può ancora migliorare…

  • RIspondi
    Ely
    09/20/2013 at 11:02

    Davanti a questo piatto mi inchino e sospiro. Come non venerare i pici all’aglione? Che scorpacciate a Siena, mamma mia… i vostri sono fenomenali!! <3 Mitici… e un abbraccio gigantesco con tutto il cuore!! <3

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 21:03

      I pici sono immancabili a Siena e ad Arezzo, già a Firenze diventa più difficile trovarli. Immagino che belle scorpacciate ti sei fatta…
      Buon weekend tesoro.

  • RIspondi
    Mary
    09/20/2013 at 10:51

    Ragazzi….io questi non li ho mai assaggiati…eppure questa ricetta mi ha sempre intrigata…finiscono direttamente nell’elenco delle cose da provare !
    Vi auguro un buon week end !

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 20:04

      Io mi dono convinta a provarla dopo tanto tempo che desistevo sempre perché temevo per il troppo aglio. Invece devo ammettere che mi sono piaciuti… e poi avendo mangiato tutti e due l’aglio ci scacciavamo a vicenda… 🙂
      Buon fine settimana anche a te!

  • RIspondi
    Le Ricette di Tina
    09/20/2013 at 10:33

    E’mai possibile desiderare di mangiarli a quest’ora???Che visione ragazzi bravissimi!!Un abbraccio anche a voi 🙁

    • RIspondi
      Ilaria
      09/20/2013 at 20:02

      Certo che tutto wuell’aglio alle 10 e 30 di mattina è da vere temerarie. Anche se molti dicono che l’aglio fa benissimo.
      È stato bello il viaggio tra i sapori che abbiamo fatto assieme in questi anni. Ci mancherai, ma per fortuna so dove trovarti… 🙂

    Lascia un commento