Pizza in teglia

Pizza in teglia

Pizza-in-teglia

Se c’è una ricetta che mette tutti, ma proprio tutti, d’accordo è la pizza. La si può preferire più o meno alta, più o meno condita, più o meno cotta… ma al di là di questo quando la pizza fa la sua comparsa sul tavolo non si può dire di no. Io personalmente preferisco la pizza sottile (non come un velo di cipolla però) e poco condita, a differenza di Tommy che invece la preferisce alta e ben condita. Che dire… gli opposti si attraggono anche a tavola?!

Pizza-in-teglia

Ho sempre fatto la pizza in casa, sia cotta nel forno elettrico che in quello a legna, in singole porzioni imparando pian piano a dare la classica forma rotonda senza ricorrere all’uso del matterello (questa sì che è stata una gran bella soddisfazione!). Qualche settimana fa a causa della fretta ho optato per la pizza in teglia e devo dire che mi sono dovuta ricredere: soffice e croccante, davvero buona.

Pizza-in-teglia

Il vantaggio principale della pizza in teglia è quello di potersi mangiare un pezzo di pizza assieme a tutti gli altri membri della famiglia, cosa che non accadeva mai con la pizza in singole porzioni perché mi ritrovavo a essere sempre l’ultima a sedersi a tavola per mangiare. E così spesso mentre tutti gli altri si mettevano comodi io avevo appena iniziato a mangiare…

5.0 from 26 reviews
Pizza in teglia
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
La pizza è un classico della cucina italiana. Facilissima da preparare, la si può farcire come più si preferisce. Ottima in singole porzioni o in teglia, sempre soffice e croccante.
Autore:
Tipo: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
Per l'impasto
  • 370 g di farina 00
  • 125 g di farina Manitoba
  • 275 g di acqua
  • 10 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale
Per la farcitura
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • sale
  • origano
  • 250 g di mozzarella fiordilatte
Istruzioni
  1. Mettere un po' d'acqua in un bicchiere e sbriciolare dentro il lievito di birra aggiungendo lo zucchero. Far sciogliere il lievito e aspettare una decina di minuti in modo da far attivare il lievito.
  2. Mettere le due farine e l'olio nella ciotola della planetaria. Aggiungere il lievito sciolto e azionare alla minima velocità. Unire gradualmente la rimanente acqua. Se dovesse essere necessario, aumentare la quantità dell'acqua o della farina.
  3. Impastare per qualche minuto, poi aggiungere il sale e continuare a impastare per altri 5 minuti.
  4. Rovesciare l'impasto su una spianatoia infarinata, dare delle pieghe a tre e trasferire in una ciotola con le pareti oliate. Coprire con la pellicola (fare dei fori sulla superficie) e far lievitare in luogo caldo per un paio d'ore.
  5. Ungere due teglie (in alternativa potete foderarle con della carta forno). Dividere l'impasto in due parti. Cominciare ad allargare la pasta con le mani e trasferirla nella teglia continuando a tirarla in modo da coprire tutta la superficie disponibile. Coprire con della pellicola tirandola bene in modo da evitare che tocchi la pasta. Far lievitare in luogo caldo per altre due ore.
  6. Coprire la superficie con la passata di pomodoro, salare e dare una spolverata di origano.
  7. Cuocere in forno caldo alla massima temperatura (ci vorranno circa 20 minuti). A metà cottura cospargere con la mozzarella tritata.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...