Chiocciole alla nepitella

chiocciole alla nepitella

Chiocciole alla nepitella

Oggi è il 20 del mese… e sapete bene cosa significa, vero? E’ il giorno dedicato al nostro appuntamento con la cucina regionale. Il tema per il mese di novembre sono i piatti a lunga cottura, tutte quelle preparazioni che richiedono ore e ore per cuocere, ma che garantiscono un risultato sicuro.
Noi vi proponiamo le chiocciole alla nepitella, piatto tipico toscano che ha le sue origini lontane nel tempo.
Abbiamo pensato molto a quale piatto preparare. In Toscana ci sono infatti molte preparazioni dalla lunga cottura, ma la maggior parte di queste le avevamo già presentate. Tra le più famose vi ricordo lo stufato alla sangiovannese, lo spezzatino con patate e la ribollita.

Sabato scorso avevamo i parenti di Tommy a cena. In casa loro è una vera tradizione mangiare chiocciole, a differenza di quanto accade a casa mia dove, prima di conoscere Tommy, le chiocciole non avevano mai fatto il loro ingresso. 
Ne abbiamo fatte due versioni, entrambe toscane, ma per questo appuntamento con la cucina regionale abbiamo optato per le chiocciole alla nepitella. Nel caso in cui non doveste trovare la nepitella potete usare del pepolino o del timo. Se amate le chiocciole provate anche le nostre chiocciole al chianti e le lumache al sugo.

Italia nel piatto

“Senza lilleri un si lallera!”
(“Senza soldi non si fa niente!”)

“Icche’ ci ha, ci hole”
(“Quel che ci va, ci vuole” lo si usa per dire che quello che deve essere fatto va fatto senza discutere troppo)

5.0 from 22 reviews
Chiocciole alla nepitella
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
Le chiocciole alla nepitella sono un tipico piatto toscano.
Autore:
Tipo: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 500 gr di chiocciole rigatelle spurgate
  • 1 mazzetto di nepitella
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • sedano
  • 500 gr di pomodoro
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 4 foglie di alloro
  • ½ litro di brodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • olio evo
Istruzioni
  1. Lavate le chiocciole strofinandole fin quando l'acqua non sarà pulita. Mettetele in una pentola grande con due dita di acqua tiepida e copritele. Dopo un paio d'ore gettale le chiocciole vuote e lavatele nuovamente. Cuocete le chiocciole per 30 minuti in abbondante acqua salata assieme alle foglie di alloro.
  2. In un tegame soffriggete un battuto di carota, sedano, cipolla e metà nepitella. Quando la cipolla sarà imbiondita aggiungete le chiocciole e fate insaporire per 15 minuti girando spesso.
  3. Aggiungete adesso il pomodoro e il concentrato, un bicchiere di brodo, aggiustate di sale e pepe e cuocete a fiamma bassa per almeno 2 ore aggiungendo del brodo quando necessario. A cottura ultimata aggiungete la nepitella rimanente.
  4. Servite con fette di pane toscano arrostito.

.

Adesso mettetevi comodi… e assaporate con gli occhi i piatti a lunga cottura delle nostre bellissime regioni…

VALLE D’AOSTA: Fessilsuppu, zuppa di Issime di Cinzia ai fornelli
PIEMONTE: Tonno di coniglio di La Casa di Artù
LOMBARDIA: Salàmin e custine cun le verse di Le Delizie della mia Cucina
TRENTINO ALTO ADIGE: Gulash di manzo alla trentina di A Fiamma Dolce
FRIULI VENEZIA GIULIA: Minestron de risi e patate di Nuvole di Farina
EMILIA ROMAGNA: Ragù alla bolognese di Zibaldone Culinario
LIGURIA: Menestron co-o pesto di Un’Arbanella di Basilico
TOSCANA: Chiocciole alla nepitella di Non Solo Piccante
UMBRIA: Porchetta di 2 Amiche in Cucina
MARCHE: Vincisgrassi alla marchigiana di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Trippa alla pennese di In Cucina da Eva
MOLISE: Ragù misto di maiale di La Cucina di mamma Loredana
LAZIO: Stufatino alla romana con il “sellero” di Chez Entity
CAMPANIA: Braciola ripiena con l’uovo di I Sapori del Mediterraneo
PUGLIA: Brasciole alla barese di Breakfast da Donaflor
BASILICATA: Pane di Matera di Pasticciando con Magica Nanà
SICILIA: Stracotto alla palermitana di Cucina che ti Passa
SARDEGNA: Zuppa di fave e spinaci di Vickyart Arte in Cucina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...