Tonno del Chianti

Tonno dell'Arno

Oggi in tavola… il tonno del Chianti o tonno dell’Arno come lo abbiamo ribattezzato noi. Sì, avete letto bene, ma non siamo impazziti. È un nome burlesco dato dai toscani alla carne di maiale che lavorata in un certo modo diventa così morbida da sembrare tonno (proprio come il famoso tonno che si taglia con un grissino). Bisogna partire per tempo con questa preparazione perché occorre un mese di riposo sott’olio, ma quando l’assaggerete capirete che ne valeva la pena di aspettare tanto. La ricetta del tonno del Chianti si ispira al famoso coniglio sott’olio tipico della zona del Monferrato.

Tonno del Chianti
 
Prep.
Cott.
Tot.
 
Il tonno del Chianti è una ricetta particolare che prende spunto da un'antica ricetta piemontese: il tonno di coniglio. La lunga cottura rende la consistenza della carne molto simile a quella del tonno. Si serve con cipollotti freschi oppure pomodori maturi e insalata di stagione.
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Italiana
Porzioni: 12
Ingredienti
  • 1 kg di arista di maiale
  • ½ kg di sale marino naturale
  • 10 foglie di alloro
  • 20 bacche di ginepro
  • 2 cucchiai di pepe in grani
  • 750 ml di vino bianco
  • 1 litro di acqua
  • rosmarino
  • 2 chiodi di garofano
  • olio evo
Istruzioni
  1. Sgrassate la carne di maiale e tagliatela a pezzetti abbastanza grandi.
  2. Pestate 15 bacche di ginepro e mescolate al sale e al rosmarino. Massaggiate la carne con il sale aromatizzato, poi copritela con il sale restante e mettetela a scolare in un colino per 3 o 4 ore girando di tanto in tanto.
  3. Portate a ebollizione l'acqua con il vino e i chiodi di garofano e aggiungete la carne che avrete lavato sotto l'acqua corrente. Cuocete a fiamma bassa per 4 ore.
  4. Terminata la cottura, lasciate raffreddare la carne nella sua acqua, poi scolate e lasciate asciugare sopra a un canovaccio per un paio d'ore.
  5. In un barattolo a chiusura ermetica mettete le bacche di ginepro sul fondo, la carne alternata a qualche grano di pepe e qualche foglia di alloro. Coprite con l'olio e lasciate riposare per un mese in un luogo fresco e al riparo dalla luce.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...