Babà al rum

babà

Dopo l’invito che abbiamo ricevuto da parte di Barbara per partecipare al suo contest, abbiamo cominciato a pensare a quale ricetta poter proporre che prevedesse varie fasi: impastare, montare, mescolare. Il tema del contest è infatti legato al mondo dei robot da cucina che con le loro potenti “mani” di danno un grande aiuto. Il premio in palio, infatti, è un meraviglio Kitchen Aid.
Pensa e ripensa siamo giunti alla conclusione che un babà avrebbe potuto fare proprio al caso nostro. Ovviamente tutte le fasi della lavorazione possono essere effettuate anche a mano (proprio così come facevano le nostre nonne), ma con l’aiuto di un’impastatrice diventa tutto più facile!

Arriviamo giusto in extremis (il contest infatti terminerà domani), perché il tempo ci è stato “nemico” in questo mese di luglio ma non volevamo proprio mancare.

E adesso tutti con le mani in pasta che si comincia a lavorare… e ne vale davvero la pena visto che alla fine della giornata sarete ricompensati da una fetta come questa!!

babà fetta


Tempo: 3h + tempo di lievitazione Persone: 12 Calorie a persona: 450 Difficoltà: diffic


Ingredienti per il babà

  • 100 gr di burro 
  • 360 gr di Farina di forza
  • 20 ml di acqua
  • 15 gr di Lievito di birra
  • 5 uova
  • 50 gr di zucchero
  • Sale


Ingredienti per la bagna

  • 1 bicchiere di rum
  • 1 l di acqua
  • 350 gr di zucchero
  • scorza di limone


Ingredienti per crema chantilly al rum

  • 2 uova
  • 250 ml di latte
  • 40 gr di zucchero
  • 30 gr di farina
  • 180 ml di panna montata
  • 1 cucchiaio di rum


Ingredienti per la decorazione

  • 50 gr di cioccolato fondente
  • 10 fragole
  • 5 more
  • qualche rametto di ribes

Preparazione babà al rum

1. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida assieme a un cucchiaino di zucchero. Aggiungete 45 gr di farina amalgamando accuratamente, lavorate brevemente fino a formare una pallina morbida ma non appiccicosa.

2. Immergete l’impasto in una ciotola d’acqua a temperatura ambiente e aspettate che salga in superficie. Ci vorranno dai 10 ai 15 minuti. A questo punto il lievito è attivo e si può procedere con la preparazione del babà.

3. Separate i tuorli dagli albumi; in un piatto rompete gli albumi con un pizzico di sale (senza montare eccessivamente).

4. In una ciotola capiente mettete il lievito che avrete tolto dall’acqua dopo averlo leggermente strizzato e, servendovi di una frusta, lavorate energicamente aggiungendo una parte delle chiare alternata a un cucchiaio di farina. Continuate fin quando non avrete terminato le chiare. Lavorate a lungo (10/15 minuti se lo fate a mano, 7/8 se vi servite di un’impastatrice) fino a ottenere un impasto liscio e abbastanza appiccicoso. Mettete a lievitare in un luogo tiepido fin quando non sarà raddoppiato di volume.

5. Iniziate a incorporare i tuorli alternando un tuorlo a una cucchiaiata di farina: non aggiungete il tuorlo successivo fino a quando il precedente non è incorporato completamente. Prima dell’ultimo uovo aggiungete lo zucchero rimasto e al termine, dopo che sarà incorporato, aggiungete il sale. Lavorate a lungo (almeno 10 minuti) eventualmente spostando in composto su una spianatoia infarinata.

6. Iniziate ad aggiungere il burro ammorbidito (non in pomata) aggiungendo pochi pezzetti alla volta, facendo incorporate prima di aggiungere altro burro. Quando il burro sarà terminato aggiungete la farina rimasta e lavorate ancora un po’. Man mano che lavorerete l’impasto vi accorgerete che la sua elasticità aumenta fino a staccarsi facilmente dalle mani (o dalla frusta).

7. Trasferite l’impasto in una ciotola abbastanza grande, coprite con la pellicola (bucherellata) e lasciate lievitare fin quando non sarà triplicato di volume.

8. Delicatamente, con le dita infarinate, rovesciate l’impasto su una spianatoia e fate un giro di pieghe: prendete un lembo d’impasto, allungatelo e portatelo verso il centro. Quando avrete terminato, rovesciate l’impasto e date una forma rotondeggiante.

9. Mettete l’impasto dentro l’apposito stampo ben imburrato e lasciate lievitare a riparo da correnti d’aria e sbalzi termici fin quando non avrà raggiunto (e superato…) il bordo.

lievitazione

10. Fate cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C nella parte più bassa. Dopo 10 minuti abbassate la temperatura a 180°C e coprite la superficie con un foglio di alluminio per evitare che la parte che fuoriesce dallo stampo si bruci troppo in fretta. Continuate la cottura per altri 15/20 minuti verificando la cottura interna con uno stecchino mentre la superficie esterna dovrà risultare bella dorata. Sfornate e fate raffreddare completamente.

babà

11 Nel frattempo preparate la bagna. Scaldate l’acqua con la buccia di limone e fate sciogliere lo zucchero mescolando di continuo. Togliete dal fuoco, fate raffreddare e aggiungete il rum. Appoggiate il babà sopra una gratella con sotto un recipiente e servendovi di un ramaiolo bagnate più volte tutta la superficie fin quando il babà non risulterà completamente inzuppato.

babà

12. Preparate la crema pasticcera seguendo il procedimento indicato qui. Fate raffreddare in frigorifero mettendo a contatto della crema della pellicola trasparente in modo da evitare che si formi la crosta sulla superficie.

13. Recuperate la crema dal frigo, aggiungete il rum e mescolate amalgamando perfettamente. Montate la panna ben ferma e unitela alla crema pasticcera mescolando delicatamente dall’alto verso il basso.

panna montata

14. Riempite il foro centrale del babà con la crema chantilly al rum e decorate a piacere. Noi abbiamo usato fragole, more, rametti di ribes e scaglie di cioccolato fondente.

15. E dopo tanto lavoro… servitevi pure…

babà


Con questa ricetta partecipiamo al contest Get an Aid in the Kitchen organizzato dal blog La cucina di Barbara

Contest Get an Aid in the Kitchen

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...