Spiedini frutta e verdura

Non ce la posso fare. Ho da poco appreso la ferale notizia e ancora sono sotto shock. A quanto pare non sono stati sufficienti 11 anni. Così anche quest’anno andrà in onda la DODICESIMA EDIZIONE de IL GRANDE FRATELLO (leggere per favore con tono grave). Durerà 8 (OTTO) mesi, quasi quanto una gestazione umana. Posso capire la novità della prima edizione, la curiosità che solletica il nostro voyeurismo, lo scandalo delle (false) scene osé… ma insomma! A distanza di tanto tempo, mi domando come si possa ancora produrre tale spazzatura (non solo in Italia, eh, anche in Inghilterra il programma va alla grande!). 

Trovo la trasmissione volgare, dozzinale, inutile, fatta di rozzi figuri che incarnano i più scadenti luoghi comuni. Non riesco neanche a trovare un lato positivo in tutta quella immondizia, fra rutti, peti, fumo, ammiccamenti, sesso televisivo, discorsi filosofici sui massimi sistemi del mondo sostenuti da docenti della bestemmia che sparano volgarità a mitraglia… mi vengono i brividi.

E’ vero, il rimedio c’è: basta che non lo guardi e così farò. Ricordo di aver visto per caso una scena del GF lo scorso anno in cui quel ragazzo bollito veniva preso per i fondelli per la sua ignoranza (scolastica e non solo) dalla fidanzata-vipera: sì, dai, ancora… colpitemi ancora… un po’ più in basso per favore che non sento abbastanza male!

Non sono un amante della TV, ma non sono neanche un denigratore. Contesto solo l’uso che spesso se ne fa (in particolare con i bambini) e alcune trasmissioni veramente sotto il limite della decenza, come il GF oppure Uomini e Donne, un’altra perla quotidiana. 

Mi sono sempre chiesto che cosa rimane dopo aver visto una puntata del GF. Boh. Sono consapevole che questa esternazione scatenerà contro di me gli strali dei tanti fan del GF. Non me ne vogliate per favore. E’ solo una semplice opinione. Spero solo che almeno uno di loro, molto pacificamente, riesca a sciogliere il mio decennale dilemma: “Cosa ha di tanto interessante?”. 

Oggi ci vuole una ricetta leggera leggera perché la mia digestione è già stata appesantita dalla notizia 🙂

Beh, insomma, basta un saporitissimo melone giallo invernale, qualche ciliegino, formaggio e via… un antipasto semplice e buono!

Ingredienti

1 melone giallo invernale (mezzo come base e mezzo da usare a cubetti)
pomodori ciliegini
pezzetti di groviera
pezzetti di pecorino fresco
prosciutto crudo
uva da tavola 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...