Marmellata di peperoncini e aceto balsamico

 marmellata peperoncini e aceto balsamico

Come ogni anno in questo periodo ci dedichiamo alla preparazione di vasetti di marmellata che consumeremo durante il lungo inverno. Pesche, susine e prugne sono gettonatissime per la colazione ma quella che va per la maggiore (e che finisce più in fretta) è la marmellata di peperoncini, preparata per l’occasione assieme a babbo Mario e mamma Tina. Preparare marmellate e conserve è per la mia famiglia un momento particolare, un rituale che ogni anno si ripete, un’occasione per riunirsi e per poter trascorrere un fine settimana a pasticciare assieme.

Le dosi di peperoncino che ho utilizzato sono tarate per la mia famiglia, dove non tutti amano il piccante estremo come me. Comunque devo ammettere che preferisco una marmellata meno piccante ad una veramente infuocata (credo sia l’unico caso nella mia dieta!).  

Quest’anno, poi, abbiamo apportato una modifica alla nostra ricetta originale (leggi qui) sostituendo il classico aceto di mele con un buon aceto balsamico. 

Certo, 400 ml di aceto balsamico possono sembrare tanti ma vi garantisco che si amalgama alla perfezione con le mele e i peperoncini. 

Provatela spalmata sopra una fettina di pane accompagnata da un buon pecorino fresco.

Con questa ricetta partecipiamo al contest estivo “Aceto sopraffino” indetto dalla Cuochina Sopraffina in collaborazione con R2M.

 

Ingredienti

1,5 litri acqua
2,0 kg di mele rosse da sbucciare
350/400 ml di aceto balsamico di ottima qualità
350 gr di peperoni dolci
5 Naga Morich oppure 6 Habanero Chocolate oppure 10/15 Cayenna
700/800 gr di zucchero per kg di polpa
la buccia e il succo di 1 limone biologico non trattato

 
Preparazione

1. Lavate accuratamente i peperoncini e privateli del picciolo verde e se volete una marmellata meno piccante, togliete anche i semi. Pulite allo stesso modo i peperoni dolci.

2. In una casseruola capiente mettete l’acqua, le mele pulite a pezzettoni, il succo di limone, l’aceto balsamico, i peperoncini e i peperoni spezzettati.

3. Far cuocere per 35/40 minuti a fuoco moderato mescolando di tanto in tanto facendo attenzione che il composto non si attacchi al fondo della pentola.

4. Trascorso il tempo, scolate l’acqua in eccesso versando il contenuto in un colino rivestito internamente con uno straccio bianco non lavato con detersivi.

5. Passate il composto con un passatutto così da eliminare la buccia dei peperoni.

6. Rimettete al fuoco e aggiungete lo zucchero in proporzione (700/800 gr di zucchero per kg di polpa).

7. Aggiungete la buccia del limone (solamente la parte gialla) ridotta in striscioline o pezzettini.

8. Cuocete a fuoco medio per 40/50 minuti mescolando di continuo. La marmellata non dovrà caramellare. Passati 30 minuti di cottura verificate la consistenza della marmellata mettendone un cucchiaino su di un piattino. Se una volta raffreddata completamente la sua consisenza sarà giusta, togliete dal fuoco.

9. Invasate immediatamente in vasetti di vetro precedentemente sterilizzati. Pulite accuratamente i bordi del vasetto con uno straccio bagnato, chiudete con i tappi e capovolgete. Lasciateli così fin quando saranno freddi. Poi mettete i vasetti in una pentola avvolgendoli con dei canovacci puliti non colorati e copriteli di acqua fredda fino a 5 cm sopra l’ultimo vasetto. Fate bollire contando 15 minuti dal primo bollore. Trascorso il tempo, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Conservare in luogo fresco, asciutto e al buio. Ricordate che le marmellate casalinghe non contengono conservanti e quindi si conservano solo pochi mesi.

E’ assolutamente necessario avere a disposizione vasetti PULITI E STERILIZZATI e utilizzate SEMPRE tappi nuovi per la pastorizzazione.

marmellata peperoncini e aceto balsamico 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...