Yogurt casalingo

Yogurt naturale

Fare lo yogurt da soli è veramente facile e i risultati sono assicurati. Basta un’atrezzatura minima e seguire le pochissime indicazioni che vi darò. In casa lo facciamo da tanti anni e in particolare durante la bella stagione va letteralmente a ruba.

Per comodità utilizzo una yogurtiera elettrica con il vaso da 1 lt e non quelli con i 6/8 vasetti piccoli. Questo elettrodomestico molto economico (circa 20€) automaticamente mantiene la temperatura costante attorno ai 40° e in un tempo che va dalle 8 alle 10 ore ci garantisce la produzione di un ottimo yogurt.

Il tipo di latte che utilizzeremo influenzerà in modo significativo la qualità del risultato finale. Per uno yogurt più cremoso e gustoso vi consiglio di utilizzare latte fresco intero di ottima qualità. Ho ottenuto buoni risultati anche con il latte parzialmente scremato, comunque sempre fresco. Risultati del tutto deludenti invece li ho ottenuti con il latte a lunga conservazione, sia intero che parzialmente scremato: probabilmente quello non è latte …

La prima volta che preparerete lo yogurt avrete bisogno di fermenti lattici vivi. Dove procurarseli? Semplice, basta acquistare una confezione di yogurt magro al supermercato (mi raccomando, che sia magro al naturale, non usate yogurt aromatizzati). In alternativa anche le bustine di fermenti acquistate in farmacia danno ottimi risultati. Per le volte successive basterà lasciare da parte un cucchiaio da minestra di yogurt. In genere dopo 10/12 fermentazioni rinnovo lo yogurt ripartendo con un vasetto o una bustina.

Ma vediamo cosa dobbiamo procurarci.

Ingredienti per 1 litro di yogurt circa

1 lt di latte fresco intero
1 vasetto di yogurt magro del supermercato 
oppure
1 cucchiaio da minestra colmo di yogurt della volta precedente (metà se deciderete per uno yogurt più compatto)
oppure
1 busta di fermenti lattici


Attrezzatura

1 colino in acciaio
1 canovaccio di cotone bianchissimo lavato senza detersivi
1 recipiente per poterci appoggiare il colino
1 Yogurtiera


Preparazione

1. In un pentolino scaldate leggermente il latte. Deve risultare appena tiepido, intorno ai 30/40 gradi.

2. Stemperate i fermenti in una tazza con un po’ del latte tiepido oppure, se utilizzate lo yogurt come base di partenza, prendete il vasetto o la quantità che avete lasciato da parte e versate dentro la yogurtiera.

3. Aggiungete il latte e con un mestolo di legno girate il tutto. Il latte non deve essere ossigenato o strapazzato quindi girate con delicatezza. Non utilizzate fruste elettriche.

4. Accendete la yogurtiera e lasciate per 8/10 ore. Mi raccomando non mescolate più. I tempi di fermentazione dipendono da tanti fattori. Fate alcune prove. Con la mia yogurtiera bastano 9 ore.

5. Trascorso il tempo, controllate il risultato. Se in superficie si è formata una specie di caglio vuol dire che ci siamo. Se il latte risulta liquido e liscio lasciate ancora qualche ora. Se invece vi accorgete che si è formato uno strato di siero giallo separato dal resto vuol dire che il tempo di maturazione è stato troppo lungo.

A questo punto non resta che deciderne la compattezza.

6. Per uno yogurt più liquido: togliete lo yogurt dalla yogurtiera e mettetelo in un recipiente di vetro in frigo. Non appena si sarà raffreddato (basteranno un paio d’ore) sarà pronto per essere gustato.

7. Per uno yogurt più denso: mettete il vaso della yogurtiera in frigo. Dopo un’ora togliete dal frigo. Rivestite il colino con lo straccio e metteteci sotto un recipiente. Versate lo yogurt e rimettete in frigo per un paio d’ore. Vi accorgerete che lentamente il recipiente si riempirà di siero. Trascorso l’ulteriore tempo di riposo in frigorifero togliete lo yogurt dal canovaccio aiutandovi con un cucchiaio (per questo lo straccio deve essere bianchissimo e non lavato con detersivi) e gustate.

8. Per uno yogurt denso e compatto: rivestite il colino con lo straccio e metteteci sotto un recipiente. Versate lo yogurt ancora caldo e rimettete in frigo per un paio d’ore. Questa volta la quantità di siero ceduta sarà maggiore e lo yogurt, una volta raffreddato, sarà molto denso e compatto.

Lo yogurt così ottenuto si conserva in frigo per circa 7 giorni. In genere, però, a casa mia finisce subito 🙂

Assaggiate con un cucchiaio di miele e frutta fresca di stagione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...